Final Fantasy Wiki
Advertisement
Final Fantasy Wiki

Un membro d'élite dei ninja di Wutai che si distingue per la sua bellezza incantevole e anche per essere una cacciatrice di materia di prim'ordine. Con il suo inconfondibile shuriken enorme e un'agilità eccezionale, Yuffie è una vera forza della natura. Determinata a riportare la gloria nella sua terra natia, si infiltra a Midgar sotto gli ordini del governo.

Yuffie Kisaragi è un personaggio giocabile di Final Fantasy VII, e uno dei personaggi centrali della Compilation di Final Fantasy VII. Prima che il suo nome sia rivelato, è identificata come Ninja misteriosa.

Giovanissima discendente di un'antica stirpe ninja di Wutai, è cresciuta in uno stato dilaniato dalla guerra e costretto a rinunciare alla propria dignità per sopravvivere, cosa che l'ha convinta a scappare di casa per trovare da sola un modo per rovesciare la Compagnia elettrica Shinra, responsabile della caduta di Wutai. Il suo intento principale è rubare un gran numero di materie per poi sfruttarne il potere contro il nemico, e non esita a sottrarre le materie anche a Cloud e ai suoi amici se l'occasione è buona.

Nel gioco originale, Yuffie era un personaggio segreto completamente opzionale alla storia, ma negli altri titoli della Compilation è una presenza costante e ricorrente: in Final Fantasy VII: Advent Children e Dirge of Cerberus -Final Fantasy VII-, è un personaggio di supporto e la fedele compagna di avventure del tenebroso Vincent Valentine, mentre in Crisis Core -Final Fantasy VII- e Before Crisis -Final Fantasy VII- è una bambina pestifera che coglie ogni occasione buona per giocare qualche scherzo a Zack o ai Turks.
Yuffie fa il suo ritorno come personaggio giocante in Final Fantasy VII Remake Intergrade, l'update per PlayStation 5 di Final Fantasy VII Remake: svolge il ruolo di protagonista in un episodio speciale, chiamato Episode INTERmission, che esplora la sua storia prima della sua introduzione effettiva nel gioco originale e la integra maggiormente con la storia centrale.

Pur essendo un personaggio relativamente secondario, Yuffie è diventata molto popolare tra i fan della saga grazie alla sua personalità frizzante e allegra, che ha creato un archetipo di personaggio riproposto in numerosi titoli successivi. In seguito è apparsa nel picchiaduro crossover Ehrgeiz, poi nella saga parallela di Kingdom Hearts, e successivamente ha fatto varie apparizioni in un gran numero di titoli spin-off.

Storia[]

Orphan (crisi).pngPericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)

Giovinezza[]

Yuffie nacque alla fine del 1991 da Kasumi e Godo Kisaragi. La madre morì per una malattia quando lei era molto piccola e per i primi dieci anni della sua vita il suo Paese fu scosso dalla sanguinosa guerra di Wutai, in cui fu messo in ginocchio dalla potenza militare della compagnia elettrica Shinra.
Yuffie assistette impotente alla trasformazione di Wutai in un sito per turisti, e crebbe con le storie del suo antico splendore, che alimentarono in lei il desiderio di proteggerlo e riportarlo a quei tempi andati.

Incontro con Zack e i Turks[]

Uno, evita l'addestramento inutile! Due, proteggi Wutai a tutti i costi! Tre, i brutti tizi di SOLDIER della Shinra... devono essere PUNITI!
—Yuffie

Durante l'assedio di forte Tamblin, ultima roccaforte della resistenza di Wutai, il giovane SOLDIER Zack Fair si fece strada tra le ultime forze rimaste fino a raggiungere l'arena al centro del forte, ma proprio quando fu in procinto di entrare nella struttura, una voce lo ammonì con un misterioso avvertimento: era la piccola Yuffie, di appena nove anni, che senza alcuna paura lo affrontò presentandosi come "la più grande guerriera di Wutai". Zack assecondò la ragazzina fingendo di essere stato battuto, e riuscì così a farla andare via, ignaro che quella sarebbe stata tutto fuorché l'ultima volta in cui le loro strade si sarebbero incrociate.
Qualche tempo dopo la fine della guerra, un misterioso uomo dai capelli biondi si presentò a Godo con una lista di indirizzi e-mail e numerose coordinate di oggetti rari appartenenti alla Shinra. Godo decise di non sfruttare queste informazioni, forse per paura delle ritorsioni della Shinra, ma Yuffie non fu della stessa idea e se ne impossessò: presentandosi come la "principessa dei tesori", iniziò a inviare messaggi agli indirizzi e ai numeri presenti sulla lista, nella speranza di sgraffignare qualche tesoro per finanziare la restaurazione di Wutai. L'unico a rispondere fu proprio Zack, che si recò nella posizione segnalatale da Yuffie e la ragazzina gli si parò nuovamente davanti con il suo tipico stile.

Pur non prendendola sul serio, Zack cercò comunque di essere carino con lei, ma lei si mise a piangere e scappò. Per farsi perdonare, Zack si recò in tutte le località che Yuffie gli segnalava, e ogni volta la pestifera principessa lo precedeva per impossessarsi del tesoro prima di lui o per derubare direttamente lui. Ogni tentativo falliva sistematicamente, o perché il tesoro trovato non era di suo gradimento, o perché Zack non si faceva fregare. In una delle missioni che Yuffie gli aveva affidato, Zack riuscì a impossessarsi della materia d'invocazione di Bahamut Furia, e scoprì dalla bambina del tizio biondo da cui aveva ottenuto la sua mail.
Dopo un po' Yuffie cominciò a provocare Zack in modo diverso, fingendo di essere nei guai e contando sulla sua compassione per farsi venire a cercare e tentare di derubarlo. Al loro ultimo incontro, da qualche parte nella piattaforma di Midgar, la piccola peste gli rivelò di aver avuto le informazioni sui tesori che cercava da un gruppo anti-Shinra che aveva base a Wutai, e finalmente riuscì a mettere a segno un furto ai suoi danni, rubandogli da sotto il naso proprio la materia di Bahamut Furia... solo per rispedirgliela per posta qualche giorno più tardi, perché non aveva idea di come funzionasse...

Il gruppo anti-Shinra di cui Yuffie parlava era l'Avalanche, che era stata fondata a Wutai e aveva stabilito una delle sue basi in una pagoda nella capitale. Nell'anno 0003, la pagoda fu teatro di uno scontro tra le forze dell'Avalanche e la Shinra. Ritrovatasi nel mezzo di una sparatoria, Yuffie fu salvata da un membro dei Turks: proprio in quel periodo, la ragazza aveva scoperto il vero potere della materia, e pianificò quindi di sfruttare le tecniche di furto che aveva affinato grazie al suo "allenamento" con Zack per rubarne il più possibile per usarle contro la Shinra. Seguì quindi l'agente mentre si infiltrava nella base dell'Avalanche, ma durante l'operazione rubò il detonatore delle cariche che i Turks volevano usare per far esplodere l'edificio, e il Turk che l'aveva salvata la inseguì per recuperarlo finché la piccola non lo attivò incidentalmente, costringendo i due a collaborare per uscire prima che la pagoda crollasse. Il Turk salvò Yuffie per il rotto della cuffia e poco dopo fece rapporto al suo superiore Tseng. In quel momento, Yuffie capì che i Turks erano con la Shinra, e fuggì per salvarsi la pelle.

Dopo questi eventi, Yuffie affinò ulteriormente le proprie tecniche fino a diventare una ninja esperta e una vera cacciatrice di materia... o almeno così lei si definiva.

Continuità originale[]

A fianco di Cloud[]

Yuffie continuò a girare per il mondo in cerca di materie da rubare, finché non si ritrovò ad avere a che fare con il gruppo di Cloud. Questa strana banda di viaggiatori si rivelò semplicemente troppo forte per lei, ma pensando di aver comunque messo loro paura, si alleò immediatamente con loro quando Cloud le offrì l'opzione.
Viaggiando insieme al gruppo, Yuffie fu tra le prime persone a legare con il misterioso Red XIII, passò buona parte del viaggio sulla nave cargo in preda a un terribile mal di mare, e durante il soggiorno a Costa del Sol accettò un lavoro part-time al negozio di materie della spiaggia... che provvide immediatamente a svuotare quella stessa notte. A causa della sua personale storia con la Shinra, Yuffie fu anche l'unica a non mostrare simpatia per Barret quando raccontò di come la compagnia aveva distrutto il suo villaggio natale, dicendogli senza alcuna remora che non avrebbe mai dovuto fidarsi di loro.
Durante il viaggio, Yuffie e il gruppo fecero anche la conoscenza di Vincent Valentine, un misterioso uomo dal mantello rosso.

Quando il gruppo s'impossessò del Tiny Bronco a Rocket Town, Yuffie propose "casualmente" di fare tappa a Wutai con il nuovo veicolo. Una volta arrivati, proprio mentre si trovavano a poca distanza dalla capitale, Yuffie rivelò le sue vere intenzioni rubando tutte le loro materie e fuggendo via. Cloud e i suoi amici inseguirono la piccola peste per il villaggio, passando anche da suo padre Godo. Il vecchio leader di Wutai negò di conoscere la ragazza, per paura di attirare le ire della Shinra, e persino quando Yuffie apparve rinfacciandogli la sua codardia lui fece finta di niente e chiese ai presenti di andarsene.
Yuffie fu inseguita ancora da Cloud, e quando riuscì a raggiungerla lo ingannò promettendogli di restituirgli la refurtiva e facendolo cadere in una trappola. Quando il gruppo si liberò e riprese l'inseguimento, si trovò davanti un ostacolo inatteso: il malavitoso Don Corneo, fuggito da Midgar tempo prima, aveva trovato rifugio proprio a Wutai e Yuffie era finita proprio nel suo nascondiglio. Gli scagnozzi di Corneo catturarono la ragazza, assieme a una Turk di nome Elena, e fuggirono verso la statua di Da-chao. Avendo già avuto a che fare con Corneo, Cloud sapeva che le due ragazze erano in serio pericolo nelle mani di quel vecchio pervertito, perciò decise di collaborare con gli altri Turks, che si trovavano lì in vacanza, per salvarle.
Corneo fece legare Yuffie ed Elena agli occhi della statua per guardarle meglio, in attesa di scegliere con chi delle due avrebbe passato una notte di fuoco, e il gruppo di Cloud e i Turks riuscirono a raggiungerlo proprio mentre stava per scegliere Yuffie. Il Don minacciò di far precipitare le ragazze nel vuoto se i suoi inseguitori non avessero rinunciato a catturarlo, ma il Turk Rude lo colpì a sorpresa da lontano e il suo collega Reno lo gettò dalla statua. Risolta la situazione, Yuffie spiegò a Cloud e ai suoi di voler usare le materie che aveva rubato per rovesciare la Shinra e riportare Wutai al suo antico splendore, ma poiché l'avevano salvata si convinse a restituire il maltolto e a combattere ancora al loro fianco.
La visita a Wutai fu anche un'occasione per Yuffie per riappacificarsi anche con suo padre: la ragazza decise di sottoporsi al test della pagoda dei cinque dei di Wutai, il cui leader era proprio Godo in persona. Yuffie riuscì a sconfiggere il padre a duello e i due riuscirono finalmente a riconciliarsi. Godo ammirò il coraggio della figlia, e le disse di continuare a combattere a fianco dei suoi compagni per la restaurazione di Wutai... e di rubare le loro materie a crisi finita, quando non ne avrebbero più avuto bisogno.

La caduta della Meteora[]

Tempo dopo, quando il malvagio Sephiroth evocò la magia Meteora e le Weapon create dal pianeta si risvegliarono, Cloud cadde nel flusso vitale del cratere nord e i suoi amici Barret e Tifa furono catturati dalla Shinra e condannati a morte. Mentre l'esecuzione stava per avere luogo a Junon, Yuffie e Cait Sith, vestiti da giornalisti, andarono alla conferenza stampa indetta dalla dirigente Scarlet e riuscirono a stordirla, liberando Barret.
Quando una delle Weapon attaccò Junon e Tifa riuscì a liberarsi, Yuffie e gli altri si riunirono al pilota Cid e rubarono l'aeronave Highwind della Shinra per salvare l'amica. Più tardi il gruppo trovò Cloud in stato vegetativo a Mideel, e Tifa deci restare con lui finché non si fosse ripreso, mentre Yuffie e gli altri seguivano Cid per fermare alcune operazioni suicide della Shinra.

Quando Cloud si fu ripreso, il gruppo riuscì a porre termine ai piani della Shinra una volta per tutte con un attacco a Midgar, ma il tempo stringeva: la meteora si stava avvicinando inesorabilmente e, se fosse riuscita a colpire il pianeta, Sephiroth avrebbe assimilato il flusso vitale fuoriuscito per diventare una sorta di divinità. Mentre il gruppo era sull'Highwind a completare i preparativi per la sfida finale, Yuffie cercò di far firmare a Cloud un contratto per la cessione di tutte le loro materie una volta risolta la crisi. Cloud, tuttavia, rifiutò con la scusa che leggere mentre la nave era in volo gli dava il mal d'aria.
Alla fine, mentre Cloud e i suoi amici scendevano nella caverna a nord per affrontare Sephiroth, Yuffie rimase a Midgar insieme a Vincent per aiutare con l'evacuazione prima che la meteora si schiantasse. In contatto con il loro amico Reeve, Yuffie coordinò gli sforzi di soccorso nella città, mentre Vincent si occupava di cercare dispersi nelle zone più interne. Quando Vincent le disse di aver notato qualcosa di sospetto sul cannone mako dove avevano sconfitto il professor Hojo, la ragazza gli confermò la presenza di segni di vita e gli disse di fare attenzione. Vincent non trovò nulla, e Yuffie arrivò a salvarlo a bordo di una moto volante quando la piattaforma su cui si trovava collassò dopo essere stata colpita da un fulmine.

Dopo la crisi[]

Dopo la caduta della Meteora, il gruppo si incontrò un'ultima volta nella capitale dimenticata per rendere omaggio alla loro amica Aerith, uccisa da Sephiroth, ma da quel momento si decise che ognuno andasse per la propria strada. La maggior parte delle materie raccolte dal gruppo fu ufficialmente ceduta a Yuffie, ma in realtà le furono affidate solo le materie curative, mentre quelle distruttive le avrebbe tenute Cloud "per sicurezza".
Nonostante ciò, Yuffie torno a Wutai tutta contenta, immaginando il trattamento da eroina che le avrebbero riservato per aver aiutato a salvare il mondo da Sephiroth. Con sua amara sorpresa, però, la ragazza trovò la sua terra natale in rovina: la distruzione era stata causata dal flusso vitale uscito dal pianeta per fermare la Meteora. Mettendo da parte le sue ambizioni, Yuffie mise subito a disposizione le sue materie curative per aiutare i feriti.

Dopo un po' di tempo, alcuni abitanti del villaggio iniziarono ad accusare strani sintomi. Temendo che fosse stata proprio Yuffie a portarla inavvertitamente a Wutai, Godo la rinchiuse nel dojo di famiglia, sia per ragioni di quarantena, sia per proteggerla da potenziali reazioni della popolazione. La ragazza fu liberata da Yuri, un suo amico d'infanzia, e insieme a lui lasciò il villaggio per cercare una cura: Yuri le rivelò che l'uscita del flusso vitale aveva creato numerose grtte, che potevano forse contenere qualche materia che potesse essere d'aiuto. Yuffie chiamò Cloud e Tifa al telefono per sapere se esistessero materie più potenti di quelle in loro possesso, ma i suoi amici non seppero darle risposta, perciò decise di cercare personalmente.
Il duo non trovò materie nella grotta esplorata, ma incontrò un gran numero di mostri da cui dovette difendersi. Durante uno scontro, una magia di fuoco vagante liberò una misteriosa sostanza scura dal terreno: essa si muoveva come se fosse viva, e cominciò a inseguire i due ragazzi. Yuffie e Yuri fuggirono dal liquido oscuro fino a uscire dalla grotta, ma proprio mentre stavano uscendo, Yuri fu toccato dalla sostanza e fu infettato da quello che sarebbe stato conosciuto come il geostigma. Proprio in quel momento, il gruppo si imbatté in Red XIII, ora conosciuto come Nanaki, che era arrivato a Wutai mentre girava per il mondo. Mentre discutevano di cosa fosse successo, Yuri iniziò a provare una profonda tristezza, e temette di essere stato lui il vettore del "Male di Midgar", perché era nella città durante la caduta della Meteora ed era tornato a Wutai prima di Yuffie.

Dopo che Yuffie ebbe tranquillizzato l'amico, i tre tornarono al villaggio, dove scoprirono che i capi avevano iniziato a separare le persone sane da quelle infette, mettendo queste ultime in quarantena in un capannone costruito fuori dai confini. Yuffie si offrì volontaria per occuparsi dei malati, ma nel corso di due settimane la situazione non accennava a migliorare: Yuri ipotizzò che la malattia non fosse infettiva, ma alimentata da pensieri negativi, rivelando che anche lui pensava di essere già spacciato quando si era ammalato fuori dalla grotta. Nel frattempo gli abitanti, informati del liquido nero presente nella grotta, cominciarono a tenere sotto controllo le riserve idriche del villaggio per assicurarsi che l'acqua non fosse contaminata.
Nel giro di un anno, gli infetti aumentarono al punto da richiedere la costruzione di un'altra baracca, e per il corso dell'anno successivo Yuffie viaggiò attivamente per il mondo in cerca di una cura per questa malattia che non accennava ad andarsene. Arrivata nei pressi della caverna della materia a nord di Corel, la ragazza incontrò nuovamente Nanaki, in compagnia di Cid che era intento a testare una nuova aeronave alimentata a petrolio. Cid si separò dal gruppo poco dopo per tornare a Rocket Town, mentre Yuffie e Nanaki proseguirono verso la caverna nella speranza di trovare qualche materia curativa.

La crisi del geostigma[]

Le ricerche di Yuffie non diedero frutti, però, e come se non bastasse le cose peggiorarono ulteriormente quando numerosi bambini di Wutai scomparvero misteriosamente. La ragazza chiamò Cloud e il resto della banda per sapere se fosse successo da altre parti e chi ci fosse dietro, ma non ricevette risposte certe. I bambini erano stati rapiti dalla gang di Kadaj, le ombre di Sephiroth, che pianificava di corromperli per farli diventare seguaci di Sephiroth.
Yuffie fu informata che le ombre di Sephiroth e i bambini si erano radunati nella città di Edge, al confine con Midgar, e che avevano rubato anche le materie che Cloud custodiva. Yuffie recuperò tutte le materie su cui aveva messo le mani e si precipitò a Edge a bordo della nuova aeronave di Cid, la Shera, sfidando il mal d'aria e lanciandosi nella mischia con il paracadute. Assieme al resto del vecchio gruppo, la ragazza affrontò il potente Bahamut SIN evocato da Kadaj sulla città, e quando arrivò Cloud lo aiutò a prolungare il suo salto per distruggere la creatura. Poco dopo, quando Cloud si confrontò con Kadaj, Yuffie cercò di portagli le materie per aiutarlo, ma Tifa la dissuase dicendogli che il loro amico voleva combattere da solo: mentre il gruppo speculava sul fatto che Kadaj fosse una sorta di forma larvale di un nuovo Sephiroth, Yuffie fu molto disgustata dall'idea di paragonarlo a un insetto.
Yuffie e il resto del gruppo assistettero alla sconfitta definitiva di Sephiroth, e quando Cloud fu colpito alle spalle dalle altre ombre di Sephiroth lo portarono alla chiesa di Aerith nella speranza che l'acqua pura all'interno lo rianimasse. Yuffie era presente quando Cloud si risvegliò.

Qualche tempo dopo, Yuffie provò a chiamare Cloud al telefono, chiedendogli di raggiungere Barret: gli aveva preparato un cartello con scritto "Chiuso", per convincerlo a prendersi un giorno di ferie. Per raggiungere l'amico, la ragazza chiamò anche gli altri membri del gruppo, incluso Vincent che, avendo appena comprato un telefonino e non avendo ben chiaro come usarlo, chiese a Cloud di riferire a Yuffie che non aveva alcun diritto di chiamarlo.

Il caso Deepground[]

Sono la campionessa del cielo e della terra. Sono la conquistatrice del male. L'unica rosa bianca di Wutai. Yuffie Kisaragi!
—Yuffie

Nell'anno successivo alla seconda crisi, Yuffie si unì ufficialmente alla World Regenesis Organization, un'associazione che si occupava della restaurazione del mondo post Meteora: il suo compito era occuparsi della raccolta di informazioni e dello spionaggio di potenziali organizzazioni ostili. Nel suo periodo nell'organizzazione, fece conoscenza con la dottoressa Shalua Rui, di cui venne a scoprire il difficile passato, segnato dalla perdita di sua sorella.
Nell'anno 0010, la ragazza fu coinvolta in prima persona nel conflitto con la misteriosa organizzazione Deepground, affiorata all'improvviso dalle profondità di Midgar, e fu proprio lei a salvare Vincent dalla perfida Tsviet Rosso Cremisi: dopo aver distratto la donna con il suo shuriken e una granata flash, recuperò il corpo dell'amico e lo portò al sicuro al quartier generale WRO.

Quando la struttura fu attaccata dalle truppe Deepground, e Shalua rimase in coma nel tentativo di salvare Shelke, Yuffie ebbe un diverbio con quest'ultima, che a causa della scomparsa delle sue emozioni non capiva perchè sua sorella avesse messo a repentaglio la propria vita per lei. In seguito, Yuffie e il resto del personale furono ospitati a bordo della Shera, e iniziarono i preparativi per un attacco al quartier generale di Deepground, nel cuore di Midgar.
A bordo del vascello, come di consueto, Yuffie dovette trattenersi per non vomitare a causa del mal d'aria, e dovette passare buona parte del viaggio con una borsa di ghiaccio in testa, ma quando fu finalmente il momento di scendere guidò personalmente le truppe della WRO verso le rovine del palazzo Shinra. Yuffie arrivò per aiutare Vincent al reattore mako 0, nelle profondità di Deepground, ma quando finalmente si trovarono davanti il leader dell'organizzazione, Weiss l'Immacolato, furono sorpresi da suo fratello Nero, che li assimilò nella sua dimensione oscura. Vincent salvò l'amica in extremis, poiché l'oscurità di Nero non poteva nulla contro di lui.

Ferita, Yuffie rimase indietro mentre Vincent proseguiva verso lo scontro finale con Weiss, ma riuscì a uscire in tempo per sfuggire al risveglio della potente Weapon Omega, che il suo amico riuscì a distruggere ponendo fine una volta per tutte ai piani di Deepground.

Gli spoiler finiscono qui.

Profilo[]

Aspetto fisico[]

Artwork originale

Dal suo aspetto non si direbbe, ma Yuffie discende da un'antica stirpe ninja. Si è unita al gruppo solo perché spera di ottenere "una certa cosa". È inaffidabile, arrogante e molto egoista, ma con il suo super shuriken e le sue speciali abilità, non vorresti avere nessun altro al tuo fianco in battaglia.

Yuffie è una giovane ragazza dal fisico snello, con i capelli neri tagliati a caschetto e tenuti su con una fascia, e grandi occhi marrone scuro, che nei concept art originali erano viola. Essendo diversi anni più giovane rispetto agli altri personaggi, è visibilmente più bassa di loro in tutte le sue apparizioni.
Nella sua apparizione originale, indossa una felpa a collo alto senza maniche che lascia scoperta la pancia e un paio di pantaloncini beige pericolosamente sbottonati, uniti a guanti marroni senza dita corazzati e scarpe da ginnastica marroncine con calzettoni scaldamuscoli bianchi. Sul braccio destro porta inoltre una copertura a rete, e lo stesso vale per la gamba sinistra, a cui è anche attaccata una corazzatura metallica che collega la calza ai pantaloncini. Lungo tutto il braccio sinistro, invece, porta un enorme guanto protettivo di colore beige, legato alla felpa con un'imbraccatura di pelle e protetto con uno spallaccio metallico con appeso un pezzo di stoffa dello stesso colore della felpa. Completa il vestiario una fascia verde con una placca metallica sulla fronte e due nappe penzolanti dietro la nuca.
Ad un certo punto del gioco, se è stata reclutata, Yuffie si traveste da giornalista per salvare il gruppo dalla Shinra: il suo aspetto non subisce troppe variazioni, ma al posto della felpa porta una maglia azzurra con un gilet rosso, unito a occhiali da sole dalle lenti rotonde e un berretto marroncino. Per questa occasione, non indossa la protezione sul braccio sinistro.

Il design di Yuffie è stato mantenuto fedele nelle sue apparizioni in vari titoli spin-off, ma nei quattro titoli principali della Compilation ha sempre esibito look diversi. In Final Fantasy VII: Advent Children, due anni dopo gli eventi del gioco originale, indossa una canottiera nera corta con un motivo a fiori bianchi sotto un mini-gilet grigio con cappuccio, pantaloncini beige piegati sulla parte superiore con un tascone nero sul fianco destro, calze nere a bordo bianco lunghe fin sopra il ginocchio e stivali beige stringati. La fascia sulla fronte è ora un nastro nero con i bordi bianchi, mentre al posto dei guanti porta una polsiera bianca sul braccio destro e un manicotto nero sul braccio sinistro. Per il film, Tetsuya Nomura voleva dare a Yuffie un aspetto "carino", perciò una grande attenzione è stata posta da parte degli animatori alle sue espressioni facciali. Il suo retaggio Wutai ha inoltre permesso di darle tratti somatici e stili di abbigliamento tipicamente giapponesi.
In Dirge of Cerberus -Final Fantasy VII-, Yuffie ha i capelli un po' più lunghi e li tiene su con la stessa fascia nera, ma mantiene sempre l'aspetto fisico stabilito dal film. Il suo vestiario, però, cambia di nuovo, e consiste in un mini top a tubo blu scuro sopra uno nero leggermente più lungo, pantaloncini arancioni e gialli stretti con un cordino nero e con una bisaccia gialla sul fianco destro, calze bianche lunghe fino a mezza coscia e stivali grigi leggermente più corti con una striscia gialla sul dorso del piede. Sulla parte destra del top c'è una doppia spallina di pelle, mentre a sinistra si trova una cinghia di pelle gialla collegata a una nera che passa sotto il top e lo solleva leggermente scoprendo ulteriormente la pancia. La prima volta che viene introdotta, inoltre, Yuffie è coperta da un ampio poncho stracciato dal colletto ampio, con uno strato inferiore marrone e uno superiore bianco, e corredato da un cappuccio vagamente simile alla testa di un gatto, con grandi bottoni gialli a fare da occhi.
In Crisis Core -Final Fantasy VII-, la piccola Yuffie di nove anni indossa un mini kimono smanicato di colore verde con i bordi gialli e un cappuccio giallo, con sotto una canottiera e pantaloncini bianchi, e scarpe da ginnastica marroni e bianche. In Before Crisis -Final Fantasy VII-, indossa invece una maglietta smanicata con cappuccio di colore verde sotto un gilet beige con i bordi bianchi e pantaloncini arancioni stretti con un cordino, con due tasconi marroni su entrambi i fianchi. In entrambi i giochi, Yuffie porta una fascia bianca sui capelli.

FFVIIR Yuffie Kisaragi 2.png

In Final Fantasy VII Remake Integrade, il design originale di Yuffie subisce poche modifiche evidenti: è molto più ricco di dettagli, e la felpa e i pantaloncini sono ora più attillati per far risaltare di più la pancia e le gambe scoperte, ma gli unici dettagli degni di nota sono la forma del guanto destro, più lungo e con la manica a rete sostituita da una regolare manica nera, e il tessuto appeso alla protezione sulla spalla, ora di colore giallo vivo. L'episodio speciale reintroduce inoltre il poncho visto durante Dirge of Cerberus, che si mantiene sullo stesso stile dell'apparizione originale ma ora il cappuccio è modellato per assomigliare alla testa di un moguri, con tanto di ponpon e naso rosso.

Personalità[]

Sono io, la ninja più bella! Sono io, la cacciatrice di materia! E quale sarà il mio nome? Squilli di trombe, rullo di tamburi... Il fiorellino più carino di Wutai si chiama... Yuffie, signori!
—Yuffie

Benché debba tecnicamente essere una ninja, Yuffie si presenta in modo del tutto opposto a quello che ci si aspetterebbe da un silenzioso assassino: è infatti molto vistosa, teatrale e chiassosa, tende ad annunciare la sua presenza urlando a squarciagola, e le sue idee di travestimento sono tutt'altro che adatte allo stealth. Ha anche l'abitudine a rivelare inavvertitamente le sue intenzioni nel tentativo di nasconderle, come si nota nei suoi messaggi a Zack in Crisis Core -Final Fantasy VII-.
Yuffie è il perfetto prototipo del maschiaccio, ha una personalità arrogante, orgogliosa, sfacciata e molto aggressiva, e persegue i propri obiettivi senza curarsi degli altri. Ha l'abitudine a darsi dei titoli altisonanti, tra cui "grande ninja Yuffie" e "l'unica rosa bianca di Wutai", ama vantarsi di essere bellissima e non sopporta di essere vista e trattata come una bambina. A dispetto di questo ego smisurato, Yuffie è anche molto intelligente e astuta, e nelle giuste circostanze non ha problemi a mettere queste capacità al servizio di una giusta causa. Ironicamente, benché la sua principale motivazione sia riportare Wutai ai suoi antichi fasti, lei stessa non ama particolarmente le tradizioni del suo paese e ha sempre un atteggiamento ribelle che la mette in contrasto con suo padre Godo.

Poiché nel gioco originale è un personaggio opzionale e nel resto della Compilation le sue apparizioni sono piuttosto limitate, Yuffie non esibisce molti altri tratti o sfaccettature. È spesso protagonista di due gag ricorrenti: soffre infatti di cinetosi, e si sente male ogni volta che si trova in un veicolo, ed è profondamente ossessionata dalla materia. Quest'ultima caratteristica è dovuta al suo desiderio di usarle contro la Shinra, ma ne rimangono alcune tracce anche nei giochi cronologicamente successivi, generalmente giustificate con qualche altra motivazione. L'unico gioco in cui si comporta in modo leggermente diverso dal solito è Crisis Core, in cui è coinvolta in una serie di missioni secondarie che la vedono tormentare Zack con varie cacce al tesoro, che enfatizzano la sua natura dispettosa e opportunista e la plasmano gradualmente nel personaggio che diventerà nel gioco originale. In questo gioco in particolare, ama introdursi formulando haiku di tre versi.

Gameplay[]

Final Fantasy VII[]

Articolo principale: Yuffie Kisaragi/Gameplay (Final Fantasy VII)

Yuffie è un personaggio completamente opzionale che può essere reclutato in specifiche circostanze: può apparire come incontro casuale, con il nome Mystery Ninja, nelle aree boscose di alcune zone della mappa del mondo, ma sconfiggerla è solo il primo passo necessario a farla entrare in squadra. Dopo averla sconfitta, il gruppo avrà la possibilità di usare un Save Point, ma se lo farà, o aprirà il menu principale, Yuffie ruberà qualcosa e si dileguerà. Per reclutarla, il giocatore dovrà parlarle e rispondere correttamente alle sue provocazioni per cinque volte: sbagliando la risposta, Yuffie ruberà qualcosa e scapperà.
Nell'ordine, le risposte corrette sono:

  1. Not interestedNon mi interessa
  2. ......petrified......sto tremando
  3. Wait a second!Aspetta un secondo!
  4. ......That's right......Esattamente
  5. ......Let's hurry on.......Allora andiamo.

In questa scena, Yuffie si rivolge a Cloud chiamandolo "Spiky hair" ("Capelli sparati"). Se è incontrata quando Tifa o Cid guidano il gruppo al posto di Cloud, si rivolgerà a loro chiamandoli rispettivamente "Boobs" ("Tettona") e "Cranky-legged old man" ("Vecchio brontolone").
Una volta reclutata, Yuffie rimarrà nel gruppo fino alla fine dell'avventura, lasciandolo temporaneamente solo se il giocatore visiterà Wutai. Se reclutata prima della seconda visita al Gold Saucer, Yuffie potrebbe essere uno dei personaggi che passeranno la serata con Cloud. Una volta terminata la missione secondaria a Wutai, se Yuffie è in squadra, si potrà accedere alla prova della pagoda, in cui la ragazza affronterà una serie di battaglie da sola.

Yuffie entra in squadra a un livello basato su quello di Cloud, ha un alto valore di destrezza e il miglior valore di fortuna del gioco. Le sue armi sono armi da lancio, in modo particolare shuriken, che le consentono di colpire dalle retrovie e a distanza senza limitazioni, e la sua arma finale causa tanti più danni quanto più è alto il livello del bersaglio, e causa danni minimi agli alleati nel caso li colpisca per errore. Il suo equipaggiamento iniziale comprende la materia Throw, che le consente di lanciare armi dall'inventario sui nemici.

Nella versione PC del gioco, Yuffie è soggetta a un curioso glitch che permette al giocatore di spostarsi rapidamente verso varie zone del mondo.

Crisis Core -Final Fantasy VII-[]

In Crisis Core, Yuffie è incontrata per la prima volta durante il capitolo I, proprio poco prima di entrare nell'arena di forte Tamblin. Dopo questo cameo, a partire dal capitolo III, Zack riceverà una mail da una fantomatica "Principessa dei tesori" che sbloccherà una serie di ben diciotto missioni di ricerca, in cui Zack seguirà la piccola ninja nei luoghi più sperduti. Da questa serie di missioni è possibile ottenere anche l'invocazione Bahamut Furia.

Le missioni riguardanti Yuffie sono la serie da 8-4-1 a 8-4-6, "Da una vera cacciatrice", da 8-5-1 a 8-5-6, "Consigli anonimi", e da 8-6-1 a 8-6-6, "Gli avvisi di Yuffie". Ad ogni missione compiuta, seguirà una mail di Yuffie che introdurrà la successiva: le mail sono contenute nella cartella Spam.

Musica[]

Il tema musicale di Yuffie è chiamato "Descendant of Shinobi". Si tratta di un componimento allegro in Sol maggiore, riprodotto durante la scenetta quando viene sconfitta e in altre scene che la riguardano. Nella versione PlayStation 4 del gioco, durante il reclutamento di Yuffie, si verifica un glitch che riproduce invece il brano della mappa del mondo.
Una variazione di questo tema in Mi minore costituisce il brano "Stolen Materia", riprodotto durante la missione secondaria a Wutai e durante il dialogo tra Yuffie e Godo dopo il test della pagoda.

In Final Fantasy VII Remake, un remix in stile pop di "Descendant of Shinobi" è presente tra i dischi del jukebox. Nell'episodio a lei dedicato nell'edizione Intergrade un remix più frenetico del tema è riprodotto durante numerose sequenze, mentre una versione più trionfante chiamata "Your Girl Finally Made It" è riprodotta al momento della sua introduzione. All'inizio dell'episodio, inoltre, Yuffie stessa canticchia il suo tema musicale mentre osserva il pilastro centrale di Midgar.

Altre comparse[]

Articolo principale: Yuffie Kisaragi/Altre comparse

Yuffie ha fatto alcune comparse in vari titoli della serie Final Fantasy:

Comparse esterne a Final Fantasy[]

Yuffie è apparsa anche in alcuni titoli esterni alla serie Final Fantasy:

Altro[]

Nel caffè Artnia della Square Enix c'era un dolce a tema basato su Yuffie: si trattava di un parfait al tè verde decorato con uno shuriken di cioccolato.

Dietro le quinte[]

Yuffie e Vincent sono i soli due personaggi completamente opzionali in Final Fantasy VII, e sono stati inseriti all'ultimo minuto dopo aver rischiato di essere scartati. Yuffie in particolare era stata pensata per avere un ruolo molto più prominente nella storia, e anche nel gioco finito sono presenti tante scene uniche con lei, anche in momenti del gioco precedenti al punto in cui è possibile incontrarla la prima volta: il motivo sta nel fatto che l'event planner Jun Akiyama, che si era occupato del loro inserimento, era molto affezionato al personaggio. Akiyama stesso era partito con l'idea di renderla reclutabile dopo averla sconfitta in battaglia. I primi bozzetti concettuali a colori per il personaggio la vedevano con un maglione rosso anziché verde.

Stando alla guida Final Fantasy VII Ultimania Omega, nelle prime stesure di Final Fantasy VII, Yuffie e Wutai avevano un ruolo molto diverso e più espanso: in origine, Yuffie avrebbe dovuto essere un'ex SOLDIER diventata cacciatrice di taglie di 25 anni, all'inseguimento sia di Cloud che di Sephiroth e con una taglia sulla testa a sua volta. In varie parti del mondo, il giocatore avrebbe trovato dei poster con illustrate le sue statistiche, e una volta reclutata, Yuffie avrebbe avuto le statistiche esibite nell'ultimo manifesto esaminato.
Sempre nelle stesure originali, Wutai avrebbe dovuto essere economicamente in difficoltà perché martoriato da pesanti tasse imposte dalla Shinra sui suoi prodotti, e Yuffie avrebbe rubato soldi ai protagonisti per aiutare il suo Paese. Quando il gioco aveva ancora un sistema di classi ufficiale, la classe di Yuffie era denominata "Ninja (Assassino)".

Voce[]

La doppiatrice giapponese di Yuffie è Yumi Kakazu. In inglese ha invece avuto due doppiatrici: Christy Carlson Romano nel primo Kingdom Hearts e in Final Fantasy VII: Advent Children, e Mae Whitman in Kingdom Hearts II e Dirge of Cerberus -Final Fantasy VII-.

Etimologia[]

Kisaragi (如月) è il termine giapponese per indicare il mese di Febbraio.

Curiosità[]

  • Il sito dell'edizione di Final Fantasy VII scaricabile dal PlayStation Store afferma erroneamente che Yuffie abbia 19 anni, la sua età durante Dirge of Cerberus, anziché 16.
  • In Advent Children, Durante la battaglia contro Bahamut SIN, quando arrivano Yuffie e Vincent, Denzel chiede a Tifa chi siano, in riferimanto al fatto che nel gioco originale sono personaggi opzionali.
  • In Crisis Core, Yuffie afferma di aver ricevuto l'indirizzo e-mail di Zack da "un tizio biondo". L'identità di questa persona non è ufficialmente confermata, ma la guida completa di Crisis Core afferma che possa trattarsi di Lazard Deusericus o Rufus Shinra: il primo si trovava a Wutai proprio alla fine della guerra, il secondo aveva contatti con il gruppo dell'Avalanche situato lì.
Advertisement