FANDOM


Yojimbo-artwork-ffx

Lo Yojimbo è una tipologia di nemici apparsa in alcuni titoli della serie Final Fantasy.

Gli yojimbo sono esseri dall'aspetto umano, ma di natura incerta, riconoscibili per gli abiti da samurai e le lunghe katana che si portano appresso. I dettagli dei loro costumi variano tra un'apparizione e l'altra, ma la loro pericolosità con la spada rimane la stessa.

Gli yojimbo sono nemici pericolosi in tutti i titoli in cui compaiono, specialmente per la loro capacità di sferrare attacchi da morte istantanea, e con cui alcune volte rispondono persino dopo essere stati sconfitti. Vi è stata un'occasione in cui lo yojimbo diventasse addirittura uno spirito d'invocazione, e questa apparizione gli è valsa una fama incontrastata tra i fan per le sue peculiari capacità.

ComparseModifica

Final Fantasy VModifica

FFV Yojimbo IOS
Articolo principale: Yojimbo (Final Fantasy V)

Lo yojimbo appare per la prima volta in questo gioco come nemico di alto livello. Può essere incontrato all'interno del castello dell'oblio nella crepa interdimensionale, in coppia o assieme ad altri nemici.
Nella sua prima comparsa, lo yojimbo è un umano dalla pelle grigia con addosso una semplice toga grigio verde, con un braccio piegato sotto di essa secondo l'usanza ronin. Lo yojimbo usa potenti attacchi fisici e una tecnica speciale che può causare status Paralisi.

Final Fantasy VIModifica

FFVI Yojimbo IOS
Articolo principale: Yojimbo (Final Fantasy VI)

Lo yojimbo riappare in questo gioco come nemico di alto livello. Può essere affrontato nella torre di Kefka, e appare sempre da solo.
In questo gioco, lo yojimbo appare molto più misterioso rispetto al precedente: indossa una toga blu dai bordi marroni che lascia scoperte solo le braccia e i piedi ma copre quasi interamente il volto, ulteriormente oscurato da un cappello piatto, e brandisce una katana. In battaglia, lo yojimbo usa attacchi fisici alternati a Sfregio eolico, ma se è sconfitto risponde con un attacco finale che può causare morte istantanea a chi gli ha dato il colpo di grazia.

Final Fantasy XModifica

Yojimbo (Final Fantasy X)
Articolo principale: Yojimbo (Final Fantasy X)

Yojimbo appare in questo capitolo come invocazione. Si tratta di un Eone opzionale alla storia, ma può essere ottenuto facendo una piccola deviazione: Yuna può ottenere la possibilità di invocarlo nella grotta dell'intercessore rapito, dopo averlo sconfitto in battaglia e aver parlato con il suo intercessore. Yojimbo può essere affrontato, oltre che nella grotta, anche negli scontri con Belgemine nel tempio di Remiem, e se è stato ottenuto deve essere sconfitto anche durante la battaglia finale, prima del boss finale. Come per gli altri Eoni, esiste anche una versione oscura, Dark Yojimbo, che apparirà se si percorre a ritroso la grotta del crepaccio dopo gli eventi di Bevelle, e dovrà essere affrontato fino a cinque volte.
L'aspetto di Yojimbo in questo gioco è senza dubbio il più iconico e riconoscibile: appare come un uomo dalle proporzioni bizzarre avvolto in un mantello rosso, con enormi spalle e il volto coperto da una maschera kabuki e sormontato da un cappello piatto. Inoltre, è accompagnato da un grosso cane dal pelo rosso, chiamato Daigorou. Il suo intercessore, visibile prima di ottenere l'Eone, ha l'aspetto di un soldato con una maschera di metallo accompagnato da un cane pastore.

Contrariamente agli altri Eoni, Yojimbo funziona con meccaniche uniche che ruotano intorno ai guil: già solo per ottenerlo sarà necessario negoziare un prezzo di ingaggio, e durante ogni turno in battaglia bisognerà scucire una somma di guil che, assieme ad altri fattori, determinerà l'attacco usato dall'Eone. Yojimbo dispone di abilità uniche e non può apprenderne di nuove. Quando l'arma finale di Auron avrà ricevuto il primo potenziamento, Yojimbo otterrà la facoltà di sfondare il limite di danno.
Quando Yojimbo è invocato, una notte di luna piena scende sul campo di battaglia e petali di sakura fluttuano nella brezza, Daigorou appare per salutare Yuna e poi Yojimbo sbuca da dietro un albero di sakura dai fiori blu, avanzando sul campo. Yojimbo non possiede una vera turbotecnica, ma il suo attacco più potente è Zanmato, con cui evoca una spada stregata dal terreno e, dopo averla sfoderata lentamente, carica i nemici con un preciso fendente rotante, che causerà morte istantanea a tutti loro senza alcuna possibilità di scampo.

Final Fantasy X-2Modifica

Dark Yojimbo
Articolo principale: Yojimbo (Final Fantasy X-2)

Yojimbo ritorna nel seguito del decimo capitolo, ma questa volta unicamente come boss da battere e unico tra gli Eoni a non dover essere obbligatoriamente affrontato durante la trama. Caduto sotto il controllo del non-trapassato Shuyin, appare dalle profondità dell'Oltremondo e getta nel caos la grotta del crepaccio, intrappolando diversi turisti al suo interno, ma viene sconfitto da Yuna, Rikku e Paine. Nelle versioni International e HD Remaster del gioco, è possibile affrontarlo nell'arena dei mostri dopo che una vedova regale potenziata al massimo sarà stata rilasciata e si sarà trasformata in lui.
L'aspetto di Yojimbo, come per gli altri Eoni, è basato sulla sua versione oscura. Quando combatte, usa tutte le sue abilità speciali, ricorrendo a Zanmato, modificata per ragioni di gameplay, solo quando è a corto di HP.

Final Fantasy XIVModifica

Yojimbo, nella sua incarnazione di Final Fantasy X, fa un'inaspettata apparizione nell'espansione Stormblood del gioco. Accompagnato dall'inseparabile Daigorou, può essere affrontato al termine del dungeon Castello Kugane, in cui è stato assoldato da un uomo di nome Kageyama per uccidere il giocatore, anche se sembra più interessato alla spada custodita nel maniero. Più avanti nella storia, Yojimbo ritorna per vendicare l'affronto subito nel precedente scontro, ma quando si trova in difficoltà decide di scoprire le carte, rivelando un volto ben più familiare.
Il primo scontro con Yojimbo è incentrato sulla sua natura di mercenario: durante la battaglia, appariranno sul terreno dei mucchi d'oro che i giocatori dovranno raccogliere prima che lo faccia Daigorou, e la quantità raccolta da quest'ultimo determinerà la potenza del successivo attacco Zanmato di Yojimbo.

Final Fantasy XVModifica

FFXV Yojimbo
Articolo principale: Yojimbo (Final Fantasy XV)

Lo yojimbo riappare in questo gioco come nemico di alto livello. Si tratta di una varietà di daemon, e può essere incontrato nei canali di Crestholm, nella torre di Costlemark e in alcuni labirinti accessibili dopo aver finito il gioco. Un esemplare è anche affrontato come ricercato dalle parti di Longwythe.
In questo gioco lo yojimbo riprende caratteristiche della sua comparsa originale in Final Fantasy V: indossa un cappotto da samurai molto decorato, per metà bianco e rosso e per metà blu e nero, porta un cappello piatto e il braccio destro piegato sotto il cappotto, e brandisce con una mano sola una lunga odachi rossa. In battaglia, può lanciare monete davanti a sé e usare potenti attacchi di gelo ad area e colpi con la spada che possono causare morte istantanea ai personaggi, ma è possibile rivoltargli contro questi ultimi parando al momento giusto.

Pictlogica Final FantasyModifica

Lo yojimbo di Final Fantasy VI appare in questo gioco come nemico.

Final Fantasy Record KeeperModifica

Yojimbo, nella sua versione di Final Fantasy X, appare in questo gioco come boss. Può essere affrontato al termine della grotta del crepaccio.
Lo yojimbo di Final Fantasy V compare come nemico comune nella sola versione giapponese del gioco.

World of Final FantasyModifica

WoFF Yojimbo
Articolo principale: Yojimbo (World of Final Fantasy)

Yojimbo appare in questo gioco come miraggio, introdotto a partire dall'espansione World of Final Fantasy Maxima. Può essere affrontato, assieme alle sue forme meno evolute daigorou e leocane, durante una missione intervento con protagonista Cecil, e può in seguito essere trasfigurato da un leocane.
L'aspetto di Yojimbo in questo gioco è ispirato all'incarnazione di Final Fantasy X, ma con uno schema di colori più tendente al nero e rosso, un aspetto ancora più segmentato e sei katane che gli fluttuano attorno. Yojimbo è un miraggio di taglia L, che può imparare varie tecniche fisiche e l'attacco speciale Zanmato Iaigiri, con cui può danneggiare tutti i nemici e causare morte istantanea.

EtimologiaModifica

"Yōjinbō" è un termine giapponese che significa "guardia del corpo", e una figura ricorrente nei lavori di fiction giapponesi: la sua popolarità e la sua rappresentazione nella serie derivano probabilmente dal popolare film Yojimbo di Akira Kurosawa, che racconta la storia di un ronin che arriva in un villaggio conteso fra due potenti famiglie criminali.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.