FANDOM


Vector
Vector
Località Continente di Vector
Costruita Imprecisato
Abitanti 30 umani
Personaggi chiave Nessuno
Costo locanda 1000 guil (a tradimento)
Località di Final Fantasy VI
Vector sprite

Vector (ベクタ, Bekuta) è una location presente in Final Fantasy VI.

Questa enorme metropoli è la capitale dell'Impero di Gestahl, e qui si trovano il palazzo imperiale e l'istituto di ricerca Magitek. Durante la prima visita alla città, il gruppo inizierà un combattimento ogniqualvolta entrerà in contatto con un soldato, e tentare di entrare nel palazzo imperiale inizierà uno scontro con il guardiano.

Non è del tutto chiaro se Vector fosse già presente prima dell'avvento dell'Impero o fosse stata costruita assieme al palazzo imperiale. La città è tetra e inquinata, e brulica di soldati imperiali. Inoltre, molte persone sono ridotte a un tale livello di povertà che il locandiere ruberà al gruppo 1000 guil se si dormirà nella pensione.
Fortunatamente, è possibile curarsi gratuitamente nella casetta di fianco alla locanda, in cui una donna guarirà il gruppo se il giocatore risponderà di no alla sua domanda, non prima però di aver affrontato due deboli guardie.

StoriaModifica

Orphan (crisi)Pericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)

Vector era la città capitale dell'Impero sin da prima che Gestahl prendesse il potere. Enorme ed oscura, la città era dominata dall'immensa struttura piramidale che costituiva il palazzo imperiale. Nonostante fosse il centro economico, politico e militare dell'Impero, era molto facile trovare persone che simpatizzavano per la Resistenza.

Edgar, Celes e il resto del gruppo, grazie all'aeronave di Setzer, raggiunsero la città per infiltrarsi nell'istituto di ricerca Magitek, dove erano trattenuti gli Esper fratelli di Ramuh. Incontrarono numerosi simpatizzanti del gruppo, incluso un uomo presente in un pub, che diede loro informazioni riguardo la tecnologia Magitek e la storia del mago Kefka Palazzo.
Grazie all'aiuto di un altro simpatizzante della Resistenza, il gruppo riuscì a infiltrarsi nel laboratorio, dove liberò gli Esper, e riuscì poi a fuggire in tempo dopo un violento attacco da parte dell'aeronautica imperiale.

L'improvviso attacco mise in allarme l'esercito imperiale, che corse subito ai ripari piazzando i guardiani all'entrata della città. In seguito, quando gli Esper furono spinti ad attaccare l'Impero, Vector fu presa d'assalto e semidistrutta dalla forza delle creature. Nei giorni successivi, la città fu occupata dalla Resistenza e, in seguito, completamente abbandonata.
Vector fu definitivamente distrutta durante l'apocalisse e dalle sue rovine prese forma la torre di Kefka: sebbene parte della torre fosse composta di detriti, frammenti della città potevano ancora essere notati in molte aree.

Gli spoiler finiscono qui.

NegoziModifica

Armi
Arma Prezzo
Sakura 3200 guil
Aguzzina 3000 guil
Kikuichimonji 1200 guil
Artigli tossici 2500 guil
Armature
Armatura Prezzo
Fascia torta 1600 guil
Mitra del saggio 3000 guil
Completo ninja 1100 guil
Corazza di mithril 1200 guil
Vestito bianco 2200 guil


NemiciModifica

MusicaModifica

Il tema udito nella capitale imperiale è "L'Impero di Gestahl", un brano lento e marziale adatto a una superpotenza spietata come l'impero.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.