Remiem Lannik
Remiem (Dissidia).jpg
Dati biografici
Età 26
Nato Ignoto
Famiglia
Dati fisici
Razza Tiefling
Capelli Neri
Occhi Neri
Pelle Grigio 50%
Altezza 1,70 m
Peso 60 kg
Informazioni
Occupazione Stregone, Viandante
Affiliazione Indipendente
Allineamento Caotico buono
Dietro le quinte
Comparse
Doppiatore Billie Joe Armstrong
Personaggio di Final Fantasy Wiki

Remiem Lannik è un personaggio nato dalla mente di LordRemiem. Da lungo tempo accompagna il suo creatore in molti giochi di ruolo di vario genere (Dungeons & Dragons, roleplaying testuali su internet, pure divagazioni mentali ecc...), ed il suo background è in costante evoluzione. Remiem è diventato ormai una sorta di estensione mentale di LordRemiem, un vero e proprio avatar, che rappresenta l'utente nel mondo virtuale e che spera, un giorno, di diventare qualcosa di più che un'idea in costante evoluzione.

Aspetto e personalità[modifica | modifica sorgente]

Remiem si presenta come un giovane ragazzo di corporatura media, dai capelli ed occhi neri, quasi identico ad un essere umano fatta eccezione per la pelle di colore grigio (molti tiefling sono identici agli umani, trane che per alcuni dettagli). Non presenta ulteriori tratti che caratterizzano alcuni tiefling, come le corna o una coda diabolica.
Indossa un completo di camicia e jeans leggeri e comodi, assieme ad una giacca corta color marrone, assieme a due mitene lunghe di colore rosso; ai piedi porta infine due robusti scarponi. Il tutto è una variante cromatica della divisa dei Cadetti dell'accademia di Rinoa.

Complice il fatto di essere cresciuto in mezzo agli umani e alle altre razze, e non in compagnia degli schivi e riservati tiefling, Remiem è un ragazzo molto socievole ed amante della compagnia. Queste caratteristiche gli sono tornate molto utili in seguito alla decisione di viaggiare per i mondi: non è difficile infatti per lui socializzare e stringere nuove amicizie (specialmente femminili)... purché non si trovi di fronte ad uno sbruffone vanitoso e antipatico, un carattere che Remiem odia a morte. L'influenza del lato demoniaco lo ha reso inoltre una vera testa calda: poco amante delle regole, testardo fino al midollo e con una spiccata tendenza a mettersi nei guai. Per fare un paragone con l'universo Marvel, Remiem si rivela una via di mezzo tra Rocket Raccoon e la Torcia Umana: esaltato, amante del "centro dell'attenzione" e poco abituato a pensare prima di agire.
Quando si trova in battaglia, Remiem cambia solo leggermente: il suo "lato oscuro" emerge maggiormente e lo trasforma in un essere spavaldo e temerario, che non ha paura di affrontare anche avversari contro cui è in netto svantaggio. Capita alcune volte che si trovi a prendere decisioni accuratamente ponderate nel corso di uno scontro... ma solo alcune volte: la maggior parte di esse fa immediato sfoggio delle sue grandi capacità e non demorde finchè non riesce a dimostrare di che pasta sia fatto. Sia in battaglia che nella vita, infatti, Remiem non sopporta di essere preso in giro o sminuito, e non è raro che in questi casi possa reagire anche piuttosto male, con il puro intento di dimostrare che "con lui non si scherza".
Tutto ciò nasconde inoltre il lato più nascosto della personalità di Remiem: un ragazzo appassionato di magia e desideroso di conoscerne sempre di più. Dal lato teorico, adora apprendere nuove nozioni e studiare ciò che più gli interessa (è facile vederlo studiare la storia/cultura di una razza a lui sconosciuta, per meglio fraternizzare con essa); dal lato pratico, ama imparare nuove magie ed aumentare sempre di più il suo potenziale.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Nascita e crescita[modifica | modifica sorgente]

Remiem Lannik nacque in un luogo imprecisato venticinque anni fa da Demnok Lannik, uno stregone veterano di guerra molto rispettato, e Akasha, demonessa succubus di importante discendenza. Conosciutisi durante una sanguinosa battaglia fra razze, Demnok e Akasha avevano combattuto fianco a fianco e, (neanche tanto) curiosamente, avevano iniziato una relazione al termine della guerra stessa. Da cosa nacque cosa e presto decisero di avere un figlio. Essendo figlio di uomo e demone Remiem era un tiefling, dai tratti praticamente identici a quelli di un normale essere umano, salvo un particolare... la sua pelle era di colore grigio. Il bambino segnò presto una serie di guai per la madre Akasha: essendo la sua casata demoniaca prettamente conservatrice e riservata, e già lei non ben vista da essi a causa della sua natura ribelle e filoumana, non accettò mai la sua relazione con un essere umano e la condannanòall'esilio... fra le altre razze la questione sarebbe stata leggermente migliore, ma diversa: nonostante la precedente guerra, che aveva visto umani e demoni combattere insieme, molti erano spaventati dalla donna, sebbene la stima sociale di cui il marito Demnok godeva portò presto loro ad accettarla.

Remiem visse quindi lontano dai tiefling, la razza a cui apparteneva, ma insieme agli umani ed alle altre razze esistenti (nani, elfi, orchi ecc.). Crebbe sviluppando un grande senso della compagnia ed un carattere amichevole e scherzoso, concentrando i propri studi su ciò che più lo caratterizzava e lo appassionava: la magia, caratteristica ereditata da entrambi i genitori ma che, grazie alla razza materna, era in lui innata fin dalla nascita. Rem diventò presto uno dei migliori studenti di magia della scuola, specializzandosi in magia nera ed elementale. Terminati gli studi, egli prese una decisione: avendo ereditato dalla madre il potere di viaggiare attraverso le varie dimensioni, ed avendo perfezionato questa capacità in anni e anni di studi, decise di viaggiare per approfondire le sue conoscenze e vivere appieno la sua vita.

In viaggio per i mondi[modifica | modifica sorgente]

Uno dei primi mondi che Remiem visitò fu quello di Rinoa's Diary, in cui scoprì l'esistenza di un Garden diretto da una misteriosa donna nota come Rinoa Heartilly: i membri del Garden venivano solitamente impiegati come mercenari, o in missioni in giro per il globo. Fiutando l'avventura, Remiem si iscrisse come cadetto ed iniziò la sua vita da mercenario, dimostrando a più riprese il proprio valore in incarichi e tornei... e conoscendo una ragazza angelo chiamata Sarachan, con cui strinse un profondo legame. Fu durante l'avventura nel Garden che avvenne uno degli avvenimenti più riprovevoli mai commessi da Remiem: durante una battaglia aerea sul ponte del Garden, il mago perse il controllo di sè ed evocò una complessa e potente magia nota come Firaja, che abbattè un'aeronave nemica e rischiò di fare lo stesso con il Garden. Per il dispendio di energie sfiorò il coma, mentre per la sua azione si fece alcuni giorni di carcere.

Ad un certo punto, Remiem lasciò il Garden senza mai raggiungere il grado di SeeD, e ripartì alla ricerca di avventure: dopo molti viaggi, raggiunse il mondo di Angel's World. Qui trascorse molti anni combattendo come mercenario al fianco della fazione Angeli, gli abitanti del pianeta, contro i conquistatori della fazione Demoni. Numerosi avvenimenti accaddero in quel mondo, come la stretta di una relazione lunga e duratura con l'angelo della luce Haruka, la "scappatella amorosa" con una generalessa drow chiamata Xanshaa, la rivalità con un mezzo illithid di nome Azrael e soprattutto... diverse visioni del suo lato demoniaco sotto forma di una figura nerastra, che spesso avevano il sopravvento su di lui durante le battaglie e gli impedivano di combattere con criterio. Passò molto tempo ma alla fine, grazie anche al supporto dei genitori (con cui riusciva a comunicare tramite la magia), Remiem riuscì a "zittire" per sempre la sua oscurità interiore e prenderne il controllo. Da quel giorno egli riuscì a sfruttare appieno i suoi poteri senza perdere più il controllo in battaglia... sebbene spesso fosse portato a fingerlo per prendersi un po' gioco degli avversari.

Ad un certo punto, la sete di conoscenza di Remiem ebbe nuovamente il sopravvento, e come nel Rinoa's Diary lo spinse a fare fagotto e a ripartire. Dei suoi numerosi spostamenti, il più evidente lo si ebbe in uno dei numerosi universi Marvel, in cui si unì per qualche tempo al corpo di supereroi noto come i Vendicatori, rimanendo affascinato dalla grande potenza di alcuni abitanti di quel mondo, quali il dottor Stephen Strange, l'arcidemone Dormammu ed il leggendario dottor Destino. Evitata la "deviazione verso il lato oscuro della Forza" grazie alla guida del dottor Strange ed amplificate ulteriormente le proprie conoscenze, Remiem combattè al fianco dei Vendicatori per diversi anni, quindi ripartì come suo solito.

Poteri e abilità[modifica | modifica sorgente]

Poteri[modifica | modifica sorgente]

  • Magia: Remiem è un esperto nell'uso di vari tipi di magia offensiva, in particolare quella a base elementale.
  • Padronanza degli incantesimi: Grazie all'addestramento misto alle particolarità della sua razza, Remiem è in grado di evocare gli incantesimi con particolare rapidità, senza necessità di consultare un libro o recitare ad alta voce una formula magica.
  • Resistenza magica: L'addestramento da stregone ed i tratti razziali donano a Remiem una particolare resistenza alla magia ed agli attacchi elementali, specialmente quelli a base di fuoco.
  • Percezione del magico: Remiem è allenato nell'avvertire l'aura di manufatti magici, scoprendone la posizione, o delle creature viventi, delineandone approssimativamente la potenza.
  • Viaggio dimensionale: Remiem ha ereditato dai genitori il potere di spostarsi attraverso le altre dimensioni, cosa che si sposa perfettamente con la sua "fame di sapere". L'esecuzione ricorda molto quella usata da personaggi come Gilgamesh, che sfruttano il Nulla fra le dimensioni per spostarsi a piacimento fra di esse.

Abilità[modifica | modifica sorgente]

  • Magia innata: Discendendo da una stirpe di demoni, Remiem può usare la magia naturalmente, senza bisogno di interventi esterni o particolari procedure.
  • Agilità potenziata: La razza di Remiem gli garantisce un'agilità superiore al normale, ed una particolare abilità nei movimenti furtivi. Rem non fa spesso ricorso a quest'ultima parte, preferendo lo scontro aperto.
  • Visione crepuscolare: Un altro tratto razziale di Remiem è la capacità di vedere nel buio più profondo, fino ad una distanza massima di 18 metri.
  • Sete di conoscenza: Benchè possa apparire come un "bad boy" incontrollabile, Remiem è molto intelligente ed ha una vasta conoscenza della magia, anche teorica. Anche se non lo ammetterebbe mai apertamente, ama lo studio e l'apprendimento di nuove nozioni... purché gli interessino.
  • Charme: In quanto figlio di una succubus, Remiem ha un fascino estetico ed un sex-appeal piuttosto marcati, che non mancano mai di lasciare il segno nelle "signorine"... in particolar modo dopo aver preso coscienza dei propri poteri. Allo stesso modo, è abile nelle relazioni con l'altro sesso e nei "rapporti intimi".

Debolezze[modifica | modifica sorgente]

  • Testa calda: Una importante debolezza di Remiem è la sua testardaggine, che nonostante la sua intelligenza solitamente lo porta a compiere atti sconsiderati o avventati, come affrontare avversari molto più forti di lui.
  • Attaccamento al potere: Remiem è fortemente attratto dalla potenza pura e da coloro che ne sono portatori, ed è costantemente alla ricerca di nuove fonti per diventare più forte. Questo lato di lui, spesso, finisce col metterlo nei guai: se non fosse stato per il dottor Strange, Remiem avrebbe finito con l'unirsi a personaggi malvagi come il Dottor Destino, il che lo avrebbe probabilmente portato a usare inconsapevolmente i propri poteri per loschi fini.

Tema musicale[modifica | modifica sorgente]

Il tema personale di Remiem è Medic!, proveniente dal mondo di Team Fortress 2 ed originariamente tema del personaggio del Medico. Si tratta di un componimento estremamente eroico ed esaltato, con parti (ben nascoste) più tranquille e rilassate, che raffigura alla perfezione la personalità di Rem.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.