FFIV Titano lunare PSP.png

Titano lunare è un boss opzionale presente in Final Fantasy IV, esclusivo delle edizioni per GBA e PSP.

Titano lunare era uno dei signori delle rovine lunari, dall'aspetto di muscoloso gigante dalla pelle bluastra. Capace di causare scosse sismiche con la forza dei suoi muscoli, dimorava in un grande terreno di addestramento, dove appariva sotto le spoglie di un monaco al comando di un grande esercito di guerrieri.
Apparve davanti a Yang Phang Leiden dopo che il guerriero di Fabul ebbe sconfitto le numerose schiere dei suoi seguaci. Per aver superato la sua prova, Yang ottenne il mitico bracciale dei segreti e la possibilità di invocare Titano lunare in battaglia una sola volta.

Battaglia[modifica | modifica sorgente]

Titano lunare è il primo boss che è possibile incontrare nelle rovine lunari, ma è possibile accedere al suo regno solo se Yang è in squadra, poiché egli sarà giudice della sua prova. Una volta entrati nella sua stanza, Il giocatore dovrà affrontare ondate sempre più numerose di monaci guerrieri, super monaci e co-istruttori, fino ad arrivare allo scontro con il boss vero e proprio.

Titano lunare è, come il normale Titano, specializzato in attacchi legati alla terra. I suoi attacchi fisici causano danni pesanti, e sono occasionalmente alternati a Sguardo pietrificante, con cui causa lo stato Pietrosi. Quando il boss cambia posizione, significa che inizierà un conto alla rovescia nascosto, al termine del quale userà il potente attacco totale Terremoto. Durante il conto alla rovescia, il boss continuerà ad attaccare normalmente. Quando i suoi PV saranno bassi, Titano lunare abbandonerà l'attacco fisico normale in favore di Crollo, un infido attacco che causa morte istantanea a un bersaglio se va a segno.

Una volta sconfitto, Titano lunare rilascerà il Grimorio TL, che permette di invocarlo in battaglia una sola volta per causare 9999 danni a tutti i nemici. Se il grimorio è usato sul superboss Zeromus-EG, gli infliggerà anche lo stato Mini. Per il completamento della prova, il giocatore riceverà anche il Bracciale dei segreti, un equipaggiamento esclusivo per Yang che permette di cambiare il comando Accumulo in Uccisione, che causa tre volte i danni normali con un singolo attacco.

Strategia[modifica | modifica sorgente]

Affrontare Titano lunare non richiede particolari strategie d'attacco, ma mantenere alti i PV della squadra è indispensabile se non si vuole soccombere sotto i suoi continui assalti. Il guaritore del gruppo avrà quindi un ruolo fondamentale in questo scontro: la prima cosa da fare è rallentare il boss con Adagio, poi proteggere la squadra con Protezio, Elusione e, soprattutto, Levitazio, che in modo da vanificare quasi tutti i suoi attacchi. Per risparmiare tempo, lo stato Levitazione andrebbe applicato nello scontro precedente quello con il boss. Se un personaggio dovesse essere abbattuto da Crollo, usare immediatamente Areiz per rianimarlo.
Dal punto di vista offensivo, tutte le armi e magie migliori a disposizione fanno un ottimo lavoro: gli attaccanti magici possono usare Sancta e Vampalia, uniti a Bahamut per Rydia e Duetto per Palom e Porom, mentre gli attaccanti fisici possono affidarsi ai normali attacchi, Cain a Salto o Doppio salto, e naturalmente Yang può sfruttare Accumulo.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Bestiario
PV 120000
Forza 196
Difesa 2
Forza magica 35
Difesa magica 37
Gil 65000
Esperienza 65000
Tesori Grimorio TL
Razza
Vulnerabilità
Resistenza
Veleno Tenebra Novox
Porcello Mini Rospo
Pietra Morte Berserk
Caos Morfeo Paralisi
Maledizione Pietrosi
Assorbimento
Magia bianca
Magia nera
Abilità
Terremoto, Crollo, Sguardo pietrificante
#253 #254PSP #255
#247 #248GBA #249

FFIV Titano lunare PSP.png

FFIV Titano lunare GBA.png

Nemici correlati[modifica | modifica sorgente]

Final Fantasy IV[modifica | modifica sorgente]

Final Fantasy IV -Interlude-[modifica | modifica sorgente]

Final Fantasy IV: The After Years[modifica | modifica sorgente]

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.