FANDOM


FFI Tiamath PSP
Sprite Tiamath
Il cadavere, Marilith, il kraken... Avete sconfitto tre Demoni e raggiunto il rifugio del Demone del Vento. Più siamo, meglio è... Possa l'immagine di Tiamath, il Demone del Vento, essere l'ultima cosa impressa nei vostri occhi!
—Tiamath

Tiamath è un boss affrontato nel primo Final Fantasy.

Tiamath era il demone elementale del vento, dall'aspetto di maestoso drago azzurro a sei teste. Primo demone a risvegliarsi, quattrocento anni addietro, scacciò il popolo lufeniano dalla fortezza volante e privò il cristallo del vento dalla sua luce, portando il vento fuori controllo.
Apparve davanti ai guerrieri della luce quando essi raggiunsero la fortezza per riportare il cristallo alla luce, e fu sconfitta dopo un epico scontro.
Tempo dopo, i guerrieri viaggiarono duemila anni nel passato, dove incontrarono la Tiamath di quell'epoca nel profondo del santuario del caos e la sconfissero nuovamente, impedendole di risvegliarsi nel futuro.

BattagliaModifica

Tiamath è un boss molto potente, resistente ai tre elementi di base e capace di usare in egual misura attacchi fisici e magici. Ha un 50% di probabilità di usare gli uni o gli altri, e le abilità che usa seguono il seguente ordine: SaettaNube tossicaTormentaVampa. Sebbene sia la più potente tra i demoni elementali, è anche l'unica debole alla morte istantanea, nella forma degli elementi pietra e veleno.

Tiamath è incontrata una seconda volta nelle battute finali del gioco, in una sala del livello finale appositamente chiamata Livello dell'aria. In questa fase, perde tutte le sue debolezze e il suo arsenale di attacchi è stato modificato con l'aggiunta di alcune magie elementali, che userà con il 50% di probabilità, mentre le abilità speciali saranno usate con il 25% di abilità. Le magie saranno usate in quest'ordine: FlagelloBuferaraTuonaFuoca. Questo scontro con Tiamath è fissato su una determinata sezione della mappa, il che significa che il boss potrà essere affrontato infinite volte camminando sopra quella sezione.

A partire dall'edizione Dawn of Souls del gioco, la prima sconfitta di Tiamath sbloccherà l'accesso al livello bonus Baia dei sussurri.

Strategia: primo scontroModifica

Mentre si affronta Tiamath, è una buona idea far usare al guaritore del gruppo la magia NulTutto sui personaggi meno resistenti, mentre per attaccarla è opportuno potenziare gli attaccanti fisici con Andante e Tempra, e far usare a quelli magici la magia Fusione.
Per sconfiggere Tiamath in un colpo solo, si può tentare di usare le magie Pietra e Flagello su di lei, anche se potrebbero essere necessari più tentativi per riuscire nell'intento. In alternativa, un'Unghia basilisco avrà una probabilità molto più alta di ucciderla all'istante.

Nell'edizione del gioco per NES, Tiamath non è debole al veleno, quindi la sola magia su cui si può contare è Pietra.

Strategia: secondo scontroModifica

Il secondo scontro con Tiamath non differisce molto dal precedente, salvo il maggior numero di abilità e il fatto che la strategia di infliggerle Pietra non funziona più così facilmente. Proteggersi dalla morte e potenziare gli attaccanti fisici con le giuste abilità renderà lo scontro molto semplice.

StatisticheModifica

#119Modifica

Bestiario
PV 2400
Attacco 53
Precisione 80
Difesa 80
Agilità 36
Intelligenza 45
Schivata 72
Difesa magica 200
Guil 6000
ESP 5496
Tesori Niente
Subisce
Pietra Veleno
Resiste
Terremoto Fuoco Tuono
Ghiaccio
Magie
Niente
Abilità
Saetta, Vampa, Tormenta, Nube tossica
#118#119 #120

FFI Tiamath PSP

FFI Tiamath GBA

FFI Tiamath PS

FFI Tiamath NES

#127Modifica

Bestiario
PV 5500
Attacco 75
Precisione 80
Difesa 90
Agilità 45
Intelligenza 38
Schivata 90
Difesa magica 200
Guil 1
ESP 2000
Tesori FFI Verga PSP Verga runica
Subisce
Niente
Resiste
Terremoto Fuoco Tuono
Ghiaccio
Magie
Buferara, Tuona, Fuoca, Flagello
Abilità
Saetta, Tormenta, Vampa, Nube tossica
#126#127 #128

FFI Tiamath PSP

FFI Tiamath GBA

FFI Tiamath PS

FFI Tiamath NES

CuriositàModifica

  • La descrizione di Tiamath nell'evocacompendio di Dissidia Final Fantasy afferma che sia una dei signori degli inferi: si tratta di un riferimento alla sua comparsa in Final Fantasy II, in cui è affrontata nel Pandæmonium, ma anche alla versione di Tiamath della serie Dungeons & Dragons, principale fonte d'ispirazione per questo personaggio, in cui è affrontata nel primo dei nove piani infernali.
  • Benché Tiamath abbia sei teste negli artwork di Amano, la sua sprite nella versione originale per NES ne aveva solo quattro. Le versioni successive la rappresentano invece con il corretto numero di teste.

Nemici correlatiModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.