Tiamath.png
Il demone del vento: domina il cielo dalla sua postazione elevata.
—Evocacompendio

Tiamath è un mostro ricorrente all'interno della serie Final Fantasy.

Sempre rappresentata con l'aspetto di un enorme drago, spesso dotato di tante teste, è spesso la sovrana dei draghi malvagi in contrapposizione al dio drago benevolo Bahamut. In tempi recenti, tuttavia, è capitato che i loro ruoli fossero scambiati.

Tiamath è apparsa già a partire dal primo Final Fantasy, dove era un boss e un membro dei Demoni elementali, e in alcuni titoli successivi è apparsa in questa stessa veste. L'elemento che incarna è il vento.

Comparse[modifica | modifica sorgente]

Final Fantasy[modifica | modifica sorgente]

FFI Tiamath Art 2.png
Articolo principale: Tiamath (Final Fantasy)

Tiamath appare per la prima volta in questo gioco come boss. Una dei demoni elementali, è apparsa quattrocento anni prima degli eventi del gioco nella fortezza volante, dove ha iniziato ad assorbire il potere del cristallo del vento, placando i venti e mettendo in fuga il popolo dei celestiali. Dopo averla sconfitta nel suo territorio, i guerrieri della luce la affrontano nuovamente nel santuario del caos del passato, in uno scontro ripetibile all'infinito.
A partire dall'edizione Dawn of Souls del gioco, sconfiggere Tiamath la prima volta sblocca il passaggio per il dungeon opzionale baia dei sussurri.

Tiamath è un boss specializzato nelle magie, che attacca usando abilità derivate dalle magie elementali di base, e il suo punto debole sono le alterazioni di stato che possono sconfiggerla in un colpo solo.

Final Fantasy II[modifica | modifica sorgente]

FFII Tiamath PSP.png
Articolo principale: Tiamath (Final Fantasy II)

Tiamath appare in questo gioco come boss opzionale. Può essere incontrata come mostro a sorpresa nel Pandæmonium, a guardia di un forziere con dentro un Elmo di Genji. Nell'edizione 20th Anniversary del gioco, appare anche come boss nella sezione nordest del labirinto arcano.

Questa versione di Tiamath è un diretto rimando a quella apparsa nel gioco precedente, in quanto combatte usando le medesime abilità elementali.

Final Fantasy IV: The After Years[modifica | modifica sorgente]

FFI Tiamath PSP.png
Articolo principale: Tiamat (The After Years)

Tiamath appare in questo gioco come boss. Presente solamente nelle versioni 2D del gioco, è affrontata nelle profondità della luna assieme agli altri demoni elementali del suo gioco d'origine, e deve essere sconfitta per poter proseguire oltre.

Tiamath può fare ricorso ad attacchi magici di elemento Tuono, affiancati ad abilità tipiche dei draghi quali Raggi termici e Maelstrom. Una volta sconfitta, lascia cadere i potenti artigli di drago.

Final Fantasy VIII[modifica | modifica sorgente]

TiamathFFVIII.png
Articolo principale: Tiamath (Final Fantasy VIII)

Tiamath ricompare in questo gioco come boss opzionale. Un Guardian Force soggiogato dal potere di Artemisia, è una dei guardiani del suo castello, e può essere affrontata sulla torre dell'orologio. Come per gli altri guardiani, la sua sconfitta sblocca uno dei sigilli che bloccano i comandi in battaglia.

Questa versione di Tiamath è uguale a Bahamut come appare in questo gioco, e combatte usando il potente attacco Dark Flare, una potente fiammata oscura che richiede un lungo tempo di carica per essere usata.

Final Fantasy IX[modifica | modifica sorgente]

TiamathFFIX.png
Articolo principale: Tiamath (Final Fantasy IX)

Tiamath appare in questo gioco come boss. Una dei quattro Kaos, vive in una valle costantemente battuta da fortissimi venti, e ha il compito di impedire che il portale verso Tera sia rivelato. È affrontata e sconfitta, nella sua forma di Kaos del Vento, da Steiner e Vivi, ma in seguito la sua proiezione distorta ricompare nel luogo dei ricordi, dove è nuovamente sconfitta da tutto il gruppo. Come per gli altri Kaos, copie cristallizzate di Tiamath appaiono come mostri comuni nel mondo di cristallo.

Tiamath non è affrontata direttamente nella sua forma originale, ma la sua forma distorta è il terzo dei quattro Kaos affrontati nel livello finale. In battaglia, è solita alternare potenti attacchi diretti a pericolose magie abbassa-statistiche, ma non disdegna di usare la combinazione Levita - Sbuffata per rimuovere un personaggio dallo scontro.

Final Fantasy XI[modifica | modifica sorgente]

Dragone Tiamath.png

Tiamath compare in questo capitolo online come boss opzionale. Introdotta a partire dall'espansione Chains of Promathia, si tratta di un mostro noto appartenente alla famiglia dei wyrm, e fa parte di un trio che comprende anche Jormungandr e Vrtra, ed è famosa per le utili ricompense che rilascia e per le condizioni estremamente specifiche in cui può apparire: ha una possibilità di comparire in un punto specifico una volta ogni trenta minuti a partire da settantadue ore dopo la sua ultima sconfitta o scomparsa, e rimane in campo per quarantotto ore esatte.

In battaglia, Tiamath si comporta in modo simile agli altri mostri della sua categoria, usando attacchi a corta-media distanza che possono causare alterazioni di status.

Final Fantasy XII[modifica | modifica sorgente]

FFXII Tiamath.png
Articolo principale: Tiamath (Final Fantasy XII)

Tiamath appare in questo gioco come boss appartenente alla categoria dei dragoni. Da lungo tempo dormiente nel profondo delle miniere di Henne, è risvegliata dalla viera Mjrn quando la ragazza si nasconde nelle gallerie in preda al delirio causato dalla negalite artificiale, e la sua furia ha causato la morte di diversi soldati e ricercatori imperiali finché non è placata dai protagonisti.

Tiamath si comporta in modo simile ai mostri di tipo Drago malefico, attaccando con potenti zampate alternate alla tecnica Respiro e all'infida magia Inabilitaga.

Final Fantasy XII: Revenant Wings[modifica | modifica sorgente]

TiamathRW.png
Drago del tuono dal potente respiro. L'anello è prova di sottomissione.
—Descrizione
Articolo principale: Tiamath (Revenant Wings)

Tiamath appare nuovamente in questo capitolo, questa volta come Esper di elemento Tuono. Può essere sbloccata in qualsiasi momento dalla ruota dei patti.

Tiamath è un Esper di livello 3, che attacca dalla distanza. Dispone di due attacchi: Tempesta di plasma, che causa danni ai nemici davanti, e Difesa totale, che aumenta la difesa fisica e magica degli alleati nel raggio d'azione.

Final Fantasy XIII[modifica | modifica sorgente]

Distruttori Tiamath.png
Articolo principale: Tiamath (Final Fantasy XIII)

Tiamath appare in questo gioco come boss. Non si tratta di un mostro, ma del nome in codice di una macchina da guerra appartenente alla categoria dei distruttori, e può essere affrontato nella culla di Orphan durante l'ultima prova impartita ai protagonisti dal fal'Cie Eden.

Tiamath, come altri boss simili affrontati in precedenza, alterna una forma aerea e una forma terrestre, e quest'ultima è quella più debole in quanto vulnerabile alle abilità ostruttive e indebolenti, oltre ad essere molto suscettibile al lancio una volta mandata in crisi.

Final Fantasy XIV[modifica | modifica sorgente]

Articolo principale: Tiamat (Final Fantasy XIV)

Tiamat appare in questo gioco come personaggio secondario. Enorme drago, è una dei membri della prima nidiata, i figli nati dal drago antico Midgardsormr millenni prima degli eventi del gioco: è stata imprigionata nel quadrante Delta di Azys Lla dall'impero di Allag, dopo aver stretto un patto con gli ascian nel tentativo di riportare in vita il fratello e consorte Bahamut, distrutto dall'impero, e il senso di colpa per aver portato solo altre sofferenze a Bahamut e al suo popolo la spingono a non cercare di liberarsi.

Final Fantasy Tactics[modifica | modifica sorgente]

Tiamat appare in questo capitolo tattico come mostro appartenente alla famiglia delle idra. Si tratta del più potente mostro della sua categoria, e forse il più potente di tutto il gioco.

Final Fantasy Tactics Advance[modifica | modifica sorgente]

Tiamath appare in questo gioco come boss. Si tratta di uno Thundraco che fa parte della squadra Falgabird del Clan Redwing, ed è affrontata nella missione #080, "Sigillo del Vento". Il suo nome completo è Tiamath Dragonir.

Final Fantasy Tactics A2: Grimoire of the Rift[modifica | modifica sorgente]

Tiamat appare in questo gioco come nemico appartenente alla categoria dei draghi. Può essere affrontata solo nel Brightmoon Tor, e come tutti i mostri affrontati in quella zona dispone del set di abilità esclusivo della classe del custode.

The Final Fantasy Legend[modifica | modifica sorgente]

Tiamat fa una comparsa in questo gioco. Si tratta di una possibile trasformazione accessibile alle unità mostro della squadra.

Dissidia Final Fantasy[modifica | modifica sorgente]

Tiamath compare in questo gioco come evocagemma. Può essere ottenuta come bonus di livello durante la storia "Impulso di tenebra IV", ed è rappresentata dalla sua incarnazione del primo Final Fantasy.

Quando è evocata, Tiamath usa Arcana d'aria, che triplica l'Audacia dell'utilizzatore dopo un conto alla rovescia di venti secondi. L'evocazione di Tiamath può essere attivata in qualunque momento.

Dissidia 012 Final Fantasy[modifica | modifica sorgente]

L'evocagemma di Tiamath ritorna in questo gioco con caratteristiche invariate. Può essere acquistata in alcuni negozi moguri per 100 KP.

Final Fantasy All The Bravest[modifica | modifica sorgente]

Per l'invidia di Marilith, i sei colli di questo demone del vento non si intrecciano mai.
—Descrizione

Tiamath appare in questo capitolo come boss. Può essere incontrata nella Crepa interdimensionale, può usare Fulmini in battaglia e una volta sconfitto lascia cadere la lancia viverna.

World of Final Fantasy[modifica | modifica sorgente]

WoFF Tiamath.png
Articolo principale: Tiamath (World of Final Fantasy)

Tiamath appare in questo gioco come miraggio. Uno dei custodi dei quattro elementi, è affrontata da Lann e Reynn nella torre di cristallo assieme ad Asterius per sbloccare due dei sigilli che conducono al portale Ultima, e può essere in seguito affrontata e imprismata nell'arena o in una sezione di uno dei dungeon opzionali. Sconfiggendola la prima volta, si otterrà un Ricordo della tiamath, che permetterà di trasfigurare un tridra in una tiamath.
Nell'espansione World of Final Fantasy Maxima, può essere affrontata anche in un nuovo dungeon opzionale una volta completato il gioco. In seguito, appare assieme agli altri tre demoni elementali durante lo scontro con Garland, e sconfiggerlo renderà il cavaliere debole all'elemento Vento.

Tiamath è un miraggio di taglia L, che può apprendere diverse abilità di elemento Vento, tra cui l'attacco finale Fuoco a reazione.

Mobius Final Fantasy[modifica | modifica sorgente]

Mobius FF Tiamath.png
Un Curse Dragon che vive al di là dei venti.
—Descrizione

Tiamath appare in questo gioco come boss e come carta abilità. Servitore del malvagio Chaos, come nel primo Final Fantasy, è affrontata da WoL durante il capitolo VII, nella missione "Luce della speranza". Una forma più potente, chiamata Arcitiamath, è affrontata nel capitolo finale, durante la missione "Il ciclo si chiude".
L'aspetto di Tiamath e di Arcitiamath è simile a quello di un drago verde smeraldo a tre teste, irte di corna e spuntoni, che emettono un potente alito di colore rispettivamente azzurro, verde e rosso. In battaglia, Tiamath è famigerata per la sua abilità Tri-barriera, che aumenta le sue resistenze agli elementi Gelo, Vento e Fuoco, e che le permette di usare Attacco finale se sconfitta quando queste barriere sono ancora attive, causando danni enormi con tre respiri elementali.

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Tiamath, o Tiamat, è una divinità presente nella mitologia babilonese. Dea del mare e dell'acqua salata in generale, era sposata con il fratello Apsù. Entrambi contribuirono alla nascita del pantheon babilonese, ma ben presto si stancarono del rumore che facevano i loro figli. Sapendo che erano intenzionati a liberarsi di loro, gli dei uccisero Apsù mentre dormiva, e poi uno di loro, Marduk, armato di una rete e quattro venti tempestosi, intrappolò e uccise Tiamath. Gli dei seppellirono il suo corpo sottoterra.

L'aspetto di drago pluricefalo di Tiamath è dovuto all'immaginario di Dungeons and Dragons, prima fonte di ispirazione per molti concept dei primi Final Fantasy. Qui, Tiamat è una dea drago, sovrana dei draghi cromatici e divinità minore di ordinamento legale-malvagio. Contrapposto a lei è Bahamut, signore dei draghi metallici, ma entrambi sono figli del dio supremo Io. Tiamat è conosciuta come una nemica degli dei, ed è solita apparire con l'aspetto di un drago a cinque teste, ciascuna testa in rappresentanza di un tipo di drago cromatico, oppure con l'aspetto di una donna conosciuta come "la dama oscura".


I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.