Der Richter, il superboss di Final Fantasy X

Il Superboss è un elemento ricorrente nella serie Final Fantasy.

Con questo termine si intende un nemico opzionale caratterizzato da una forza straordinaria, che supera anche quella di qualunque boss incontrato nella trama di un gioco, incluso il boss finale. I superboss sono generalmente affrontati dopo complesse missioni secondarie o semplicemente in fondo a lunghi e intricati dungeon, e hanno poca o nessuna rilevanza all'interno della trama.

Trattandosi di nemici che richiedono statistiche molto alte ed equipaggiamento di alto livello per essere sconfitti, i superboss rappresentano la sfida più impegnativa che il gioco possa offrire al giocatore, e per questo motivo le ricompense che rilasciano non hanno sempre una grande utilità: la loro ricompensa più grande è il senso di soddisfazione nell'averli sconfitti.

Il superboss più noto e ricorrente della serie è Omega, un robot extradimensionale costruito da un'antica civiltà di cui si sono perse le conoscenze. Un altro superboss ricorrente è Shinryu, un drago divino che fa da controparte e nemico giurato a Omega. Un'intera tipologia di nemici, le Weapon, comprende numerosi superboss ricorrenti nella serie.

Lista dei superboss[modifica | modifica sorgente]

Final Fantasy[modifica | modifica sorgente]

FFI Macchina letale PSP.png

Nell'edizione originale di questo gioco non erano presenti veri superboss, ma il nemico raro macchina letale si avvicinava molto all'idea, grazie al suo potere superiore a quello dei quattro demoni elementali messi insieme. Il nemico è ancora presente nelle riedizioni successive del gioco, ma è stato molto ridimensionato.

La versione Dawn of Souls per Game Boy Advance ha introdotto quattro dungeon opzionali, ciascuno con dentro quattro boss ispirati a un altro dei titoli classici della serie. Tra di essi Omega e Shinryu di Final Fantasy V e Sguardo letale di Final Fantasy VI sono i più potenti.

L'edizione 20th Anniversary per PlayStation Portable introduce invece un altro boss ancora più potente, Chronodia, che appare alla fine di un dungeon opzionale chiamato Labirinto del tempo.

Final Fantasy II[modifica | modifica sorgente]

Phrekyos.png

Nell'edizione originale non esistevano superboss, ma l'edizione Dawn of Souls per GBA introduce Ultima Weapon e una nuova forma dell'imperatore nell'episodio speciale Rinascita.

Nell'edizione 20th Anniversary, la storia principale introduce Phrekyos, un boss affrontabile un numero infinito di volte, che rilascia ricompense diverse a seconda della parola chiave che viene riferita all'interno del santuario arcano.
Se la parola scelta è "Destruction", il gruppo affronterà invece Deumion, un boss affrontabile una volta sola che, una volta sconfitto, rilascerà il tomo della magia definitiva Destroy.

Final Fantasy III[modifica | modifica sorgente]

FFIII Gigante di ferro.png

Nell'edizione originale del gioco non esistevano superboss, data l'assenza di dungeon opzionali. Il remake in 3D per Nintendo DS ha invece introdotto il gigante di ferro, un potente nemico affrontabile in una località chiamata "???", sbloccata completando tutte le missioni legate a Mogunet.

Final Fantasy IV[modifica | modifica sorgente]

FFIV Zeromus EG PSP.png

Nell'edizione originale del gioco non esistevano superboss, in quanto non esistevano dungeon opzionali. Le riedizioni Advance e Complete Collection includono però il nuovo dungeon rovine lunari, in cui possono essere affrontate varianti "lunari" degli Eidolon e, all'ultimo sotterraneo, il temibile Zeromus-EG.
Il Brachioraidos è inoltre un potentissimo nemico opzionale incontrato nello stesso dungeon. Questo nemico è quasi più potente di Zeromus-EG, grazie al fatto che l'espediente necessario per sconfiggere quest'ultimo non funziona su di esso.

Nei remake in 3D del gioco, le rovine lunari non esistono, ma sono introdotti altri due superboss: il primo è Geryon, che può essere affrontato un numero infinito di volte nel Gigante di Babil oppure sul monte dell'ordalia dopo la seconda sconfitta degli arcidiavoli elementali; il secondo è il Protobabil, che può essere affrontato solo in modalità Nuovo gioco +, usando la materia oscura che può essere rubata a Zeromus sulla faccia di pietra presente sulla luna.

Final Fantasy IV: The After Years[modifica | modifica sorgente]

FFIVTAY Lost Babil.png

In tutte le edizioni in 2D del gioco, in modo simile al primo Final Fantasy, nell'ultima porzione del livello finale è possibile affrontare vari boss provenienti da altri titoli classici della serie. Tra di essi, Omega e Nova Dragon (Shinryu) di Final Fantasy V e Ultima Weapon di Final Fantasy VI sono i più potenti.

L'edizione Complete Collection per PSP introduce inoltre Lost Babil, che può essere affrontato pagando 500000 gil a Challengingway nella zona segreta della luna dopo aver terminato l'avventura una volta. Questo boss è tanto grande che deve essere affrontato da tre squadre distinte.

Il remake in 3D del gioco elimina i boss cameo e Lost Babil in favore di scontri opzionali con quattro degli Eidolon lunari apparsi nel gioco precedente: tra di essi, i più potenti sono Odino lunare, Leviatano lunare e Bahamut lunare.

Final Fantasy V[modifica | modifica sorgente]

FFV Omega IOS.png

L'edizione originale di questo gioco introduce i due superboss più famosi della serie, Omega e Shinryu. Entrambi sono affrontati all'interno della crepa interdimensionale: il primo girovaga nell'ultima area della grotta, mentre il secondo è nascosto in un forziere a guardia della spada Ragnarok nella zona finale. Entrambi i boss ricompensano il giocatore un oggetto chiave come prova della loro sconfitta: la Prova di Omega e il Sigillo del drago.

La versione Advance del gioco ha introdotto un nuovo dungeon, il tempio sigillato, in cui possono essere affrontati numerosi nuovi boss, tra cui Omega Mark II e Neo Shinryu, e nell'ultima area ci si può misurare con il potentissimo Enuo.

Final Fantasy VI[modifica | modifica sorgente]

FFVI Drago Kaiser IOS.png

Nell'edizione originale del gioco, l'unico nemico che si avvicinava all'idea di superboss era il Mortifero, ma la difficoltà di questo nemico è mitigata dal fatto che sia programmato per fuggire dopo un paio di turni ad ogni incontro.

L'edizione Advance introduce un nuovo dungeon chiamato covo del drago, in cui il giocatore può affrontare diversi boss, tra cui varianti più forti degli otto draghi e il potente Drago Kaiser, un superboss scartato dalla versione originale. Ripetendo il dungeon una seconda volta, farà la sua comparsa un boss ancora più devastante: Omega Weapon.

Final Fantasy VII[modifica | modifica sorgente]

Emerald weapon ffvii.png

La primissima edizione giapponese del gioco non aveva superboss, e l'unico nemico che si avvicinava all'idea era Ultimate Weapon, che funziona con le medesime meccaniche del Mortifero nel gioco precedente.
La versione internazionale ha introdotto due superboss veri e propri, ovvero Emerald Weapon e Ruby Weapon: il primo girovaga sul fondo del mare, il secondo appare dalla sabbia nel deserto vicino al Gold Saucer dopo la sconfitta di Ultimate Weapon.

Before Crisis -Final Fantasy VII-[modifica | modifica sorgente]

Before-crisis-jade-weapon.png

Il superboss ufficiale di questo gioco era Jade Weapon, un boss raid inserito nell'ultima fase dell'avventura. La particolarità di questo nemico era il fatto che la sua prima apparizione avvenisse in un'area diversa della mappa del mondo, determinata dall'area del Giappone in cui il giocatore si trovava nella realtà.

Dirge of Cerberus -Final Fantasy VII-[modifica | modifica sorgente]

Data la natura lineare di questo gioco, non esistono boss opzionali durante la trama principale. La modalità Missioni speciali, tuttavia, offre al giocatore numerose sfide contro nemici già incontrati oppure unici: il più potente tra questi nemici è Chaos, l'entità demoniaca che alberga in Vincent, che può essere affrontato durante la penultima missione, "Roccaforte impervia".

Crisis Core -Final Fantasy VII-[modifica | modifica sorgente]

VIICC Minerva.png

Il superboss ufficiale di questo gioco è Minerva, una misteriosa dea che può essere affrontata al termine di una lunga serie di missioni legate alla grande caverna delle meraviglie. Le missioni possono essere sbloccate a partire dal capitolo III, ma è quasi impossibile anche solo arrivare a Minerva durante la prima partita senza un buon livello di esperienza o una strategia pianificata.
Benché tutti i nemici comuni della caverna delle meraviglie siano immensamente potenti, Minerva li sovrasta tutti grazie alle sue statistiche e alle sue temibili abilità.

Final Fantasy VII Remake[modifica | modifica sorgente]

FFVIIR Prototipo Ubris.png

Il superboss di questo gioco è il prototipo Ubris, un'arma attualmente in sviluppo della compagnia elettrica Shinra. Può essere affrontato all'ultimo round della "Sfida top secret per tre" nel simulatore di combattimento Ver. beta 3.1.6, accessibile solo durante il capitolo 17 in modalità difficile, solo dopo aver completato tutti i dossier di ricerca e solo dopo aver completato tutte le altre sfide del simulatore e dell'arena di Corneo.
Quello con il prototipo Ubris è l'ultimo di una serie di scontri con gli Esper Shiva, Chocobo ciccio, Leviatano e Bahamut. È considerabile più debole di Bahamut, ma può risultare più difficile se il gruppo è stato indebolito dagli scontri precedenti.

Final Fantasy VIII[modifica | modifica sorgente]

Omega (Final Fantasy VIII).png

In questo gioco sono presenti due superboss: Ultima Weapon e Omega. Il primo, ispirato nell'aspetto a Ultimate Weapon di Final Fantasy VII, si trova al livello più profondo dell'isola di ricerca sottomarina, mentre il secondo si trova nella cappella del cortile interno del castello di Artemisia, ma appare solo per un minuto suonando la campana sulla torre poco distante. Sconfiggere Omega ricompensa il giocatore con la prova di Omega, visualizzabile nel menù Aiuto.

Final Fantasy IX[modifica | modifica sorgente]

Ozma.png

Il superboss di questo gioco è Ozma, una misteriosa creatura dalla forma perfettamente sferica. Può essere incontrato esaminando un piccolo tumulo nella zona nord del chocoaeroparco, un'area accessibile solo trasformando Choco in un chocobo dorato. Questo boss combatte secondo regole tutte sue, e ha numerose immunità che, fortunatamente, possono essergli negate attraverso una missione secondaria.
Un altro boss opzionale molto potente è Hades, un fabbro leggendario nascosto nel luogo dei ricordi, che offrirà i propri servigi al giocatore se riuscirà a sconfiggerlo.
Un altro nemico che può essere considerato un superboss è lo yan amichevole, se si decide di affrontarlo anziché soddisfare la sua richiesta. Questo mostro ha 65535 HP, tutte le difese a 255 e un attacco potentissimo che colpisce tutti i personaggi, ma sconfiggerlo garantisce ben 50 AP.

Final Fantasy X[modifica | modifica sorgente]

Il Supremo.png

Nella versione originale giapponese del gioco, esistevano i boss opzionali Ultima e Omega Weapon, ma la loro potenza era sovrastata dai prototipi creati nello zoolab, il più potente dei quali è il Supremo, potentissima creatura simile alle Weapon, dotata di attacchi potentissimi e 10000000 di HP.
L'edizione internazionale del gioco introduce una serie di scontri con gli Eoni oscuri, versioni malvagie degli Eoni, e una volta che questi sono stati sconfitti, il potentissimo Der Richter appare nella piana della bonaccia con ben 12000000 di HP.

Final Fantasy X-2[modifica | modifica sorgente]

FFX2 Angra Mainyu.png

In questo gioco esiste un dungeon chiamato dedalo segreto, accessibile dal capitolo 5, che ogni venti dei suoi cento sotterranei accoglie il giocatore con un boss molto potente. All'ultimo sotterraneo sono affrontati due boss consecutivamente: Desolatio, una creatura simile al Supremo del gioco precedente, e Trema, un misterioso figuro che nasconde alcune verità dietro gli eventi del gioco.
Un altro boss molto potente è Angra Mainyu, un mostro sopito nel deserto di Bikanel: può essere incontrato già nei primi capitoli del gioco, durante una sessione di scavo, ma può essere affrontato solo nel capitolo 5, dopo aver scovato i dieci custodi in giro per Spira.

L'edizione International e il remaster HD del gioco introducono l'arena dei mostri, che permette di affrontare numerosi nemici e boss del gioco, inclusi Desolatio e Trema, ma ne aggiunge altri due molto più forti: il primo è Super Shinra, una forma mostruosa assunta da Shinra, e il secondo è Numerus Major, un orrido serpente a quattro teste, immensamente più potente di qualsiasi altro mostro del gioco.

Final Fantasy XI[modifica | modifica sorgente]

In questo capitolo online, alcuni mostri noti e boss evento sono considerati dei superboss. Il primo e più famoso in assoluto tra questi nemici era Absolute Virtue, introdotto nell'espansione Chains of Promathia, un essere celestiale talmente potente da non poter essere sconfitto attraverso metodi legittimi: ogni volta che veniva trovato un espediente per sconfiggerlo, Square Enix inseriva una patch che impediva a questo espediente di funzionare, e solo l'innalzamento del livello massimo a 80 portò finalmente a una sconfitta legittima.
Altri mostri noti che sono stati considerati superboss sono Kirin, il primo mostro noto a richiedere almeno due ore per essere sconfitto, e Pandemonium Warden, che alla sua prima comparsa portò a numerose critiche negative al gioco perché nemmeno una battaglia ininterrotta di diciotto ore era bastata per sconfiggerlo. Versioni potenziate di entrambi questi boss, oltre che di Absolute Virtue, sono state introdotte nella modalità Geas Fete del gioco nel 2015.

In termini di boss evento, Dynamis Lord, boss finale di Dynamis, è stato a lungo considerato il più potente. Inizialmente, sconfiggerlo richiedeva un'alleanza di almeno quaranta giocatori che comprendesse un certo numero di maghi rossi che lanciassero Stun a catena per tenerlo impegnato, altrimenti uno dei suoi attacchi avrebbe potuto eliminare intere gilde al primo colpo. Con l'innalzamento del limite di livello massimo a 90, il boss è diventato molto più facile e una versione potenziata è stata inserita per offrire nuove sfide ai giocatori più coraggiosi, sebbene non sia il boss più potente attualmente affrontabile a Dynamis.

Final Fantasy XII[modifica | modifica sorgente]

Yiazmat FFXII.png

Il primo superboss affrontabile in questo gioco è il drago demoniaco, un mostro nascosto nelle profondità del palazzo sotterraneo di Sochen, in una sala che può essere aperta solo portando a termine una missione secondaria. Dopo averlo sconfitto e aver portato a termine la maggioranza delle cacce di classe S, si renderà disponibile il vero superboss del gioco, ovvero Yiazmat, un super ricercato affrontabile presso le cascate di Ridorana che vanta ben 50112254 HP. Entrambi questi boss sono tanto resistenti che il gioco concede di affrontarli a ondate per non costringere i giocatori a combattere per ore.
Un altro boss molto potente è Omega Mark XII, una nuova variante di Omega che appare all'interno del grande cristallo dopo che il mandato di Yiazmat è stato accettato. Nell'edizione giapponese originale, aveva una quantità di HP superiore ai dieci milioni, ma nelle versioni successive essa è stata ridotta del 90% in cambio di una potenza d'attacco enormemente maggiore.

L'edizione International e il remaster HD del gioco hanno inoltre introdotto la modalità Sfida, in cui quasi tutti i nemici e boss del gioco, inclusi i tre superboss, sono affrontati in una sequenza di cento scontri. All'ultimo scontro, il giocatore deve affrontare contemporaneamente i cinque Giudici Magistri di Archadia, che rappresentano la sfida più ardua di questa modalità.

Final Fantasy XII: Revenant Wings[modifica | modifica sorgente]

YiazmatRW.png

Nella versione originale del gioco non esistono veri superboss, ma il boss finale Feolthanos Zein aumenta il proprio livello a 99 se il giocatore completa tutte le missioni.
Nella versione internazionale, una missione opzionale nelle segrete del giuramento mette il giocatore contro vari boss e nemici unici, e all'ultimo sotterraneo è possibile incontrare Yiazmat.

Final Fantasy XIII[modifica | modifica sorgente]

Vercingetorix.png

Il superboss di questo gioco è Vercingetorix, un grande Cie'th volante appartenente al gruppo dei Generali della morte, che in modo simile a Der Richter in Final Fantasy X può essere affrontato nell'archeopoli di Paddra dopo aver sconfitto tutti gli altri membri attraverso le missioni degli Omen.
Un secondo superboss è il Longgui, una gigantesca testuggine che appare nella pianura di Archylte al posto dei più deboli adamanthart dopo che il giocatore ha portato a termine una serie di missioni legate al fal'Cie Titano.

Final Fantasy XIII-2[modifica | modifica sorgente]

FFXIII2 Valfodr.png

In questo gioco esistono quattro boss opzionali che possono essere incontrati nella pianura di Archylte (??? DD) a seconda di come si regola il clima dell'area: tra di essi, i più potenti sono Yomi, molto simile a Vercingetorix per aspetto e comportamento, e il Longgui.
Completando una volta la trama principale, sulle sabbie attorno a Oerba (400 DD) diventa possibile incontrare Attila, un nuovo generale della morte capace di invocare altri Cie'th in suo supporto. La sconfitta di questo boss frutta ben 25000 PC.

Gli scontri DLC dell'arena portano una serie di nuovi boss: tra di essi, Gilgamesh e Snow possiedono la bellezza di 9999999 PV e meccaniche di gioco inusuali, mentre Valfodr, il vero e proprio boss finale dell'arena, ha la caratteristica di diventare progressivamente più potente man mano che viene sconfitto.

Lightning Returns: Final Fantasy XIII[modifica | modifica sorgente]

LRFFXIII Aironet.png

Il primo superboss affrontabile in questo gioco è l'Aironet, un potente drago che appare da una distorsione temporale nelle dune arse. I suoi PV sono i più alti del gioco, partendo da un minimo di 11000000 fino ad arrivare alla soglia massima di 57750000 se è affrontato sull'Arca o in un'infusione di Caos in modalità difficile, superando persino quelli di Yiazmat.
Un altro superboss è Ereshkigal, una gigantesca creatura dalla forma indescrivibile creata da Bhunivelze, affrontabile al 33° piano del dungeon opzionale meandro estremo, accessibile solo se si riesce a terminare abbastanza missioni secondarie da sbloccare il quattordicesimo giorno.
Rigiocando l'avventura dopo averla completata una volta, lo stesso boss finale del gioco diventa equiparabile a un superboss, specialmente in modalità difficile: benché possegga due forme anziché quattro come nello scontro originale, ha più del triplo dei PV e un pattern d'attacco molto diverso che lo rende imprevedibile.

Final Fantasy XIV[modifica | modifica sorgente]

L'edizione originale del gioco era iniziata senza particolari contenuti post trama, ma le patch successive avevano inserito due scontri pensati per essere estremamente difficili. Il primo era l'appropriatamente detto "Ifrit (Extreme)", in cui Ifrit poteva coprire aree molto più grandi con i suoi attacchi e usare la sua mossa finale Fiamme infernali più di una volta nel corso della battaglia.
Il secondo scontro era la modalità difficile dello scontro con il boss finale Nael Deus Darnus, famosa perché il boss era solito attaccare battaglia usando Megaflare, che poteva sconfiggere i giocatori in un istante se non appropriatamente mitigato.

FFXIV Nael Deus Darnus.png

Il rilancio del gioco iniziò in modo simile alla versione originale, con le sfide più impegnative introdotte tramite patch: i primi superboss erano le modalità Extreme dei primordiali, raggiunti in seguito dal boss finale Ultima Weapon, e la modalità Savage del secondo labirinto di Bahamut, al termine della quale troneggiava una nuova versione di Nael Deus Darnus. Benché siano stati aggiunti nuovi scontri e modalità nel corso delle espansioni successive, Nael è sempre considerata uno dei boss più ardui del gioco, anche grazie all'aggiornamento della sua battaglia nel nuovo contenuto "Unending Coil of Bahamut".

Final Fantasy XV[modifica | modifica sorgente]

FFXV Adamanthart.png

Il principale superboss di questo gioco è l'adamanthart, un'immensa testuggine da tempo assopita nella regione di Leide, il cui guscio è stato per tanti anni scambiato per una montagna. Questo mostro detiene il record per il boss più grande mai creato per un Final Fantasy, e può essere affrontato come ricercato a partire dal capitolo 09, ritornando a Lucis con l'aiuto di Umbra. Sconfiggerlo frutta la preziosa banda di adamantite, che aumenta i PV di 10000.
Un altro ricercato con funzione di superboss è Ayakashi, daemon samurai di livello 110 che può essere incontrato nei campi di Kelbass a Duscae. Sconfiggerlo la prima volta è uno di soli tre modi per ottenere il fiocco.
Altri superboss del gioco sono il Bilröst, un enorme serpente che può essere affrontato nel profondo del lunghissimo labirinto della torre di Costlemark, il raro blindato magitek MTK-X Angelus, che subisce solo il 10% di danno da qualunque fonte, e il Naglfar, un orribile daemon di livello 120 che rappresenta l'ultima sfida delle missioni di Randolph.

Tra i nemici affrontabili nelle missioni a tempo, i più potenti sono il re behemoth tiranno e il treant tiranno, rispettivamente di livello 140 e 130, che possono essere affrontati separatamente o in coppia a seconda della missione, e nel secondo caso il giocatore sarà ricompensato con ben 500 punti missione per la loro sconfitta.
La patch 1.13 ha introdotto invece il boss Melusine, un daemon che può essere affrontato presso il lago Vesper in uno scontro a tempo che termina obbligatoriamente quando sorge il sole.

Negli episodi DLC, ogni personaggio può affrontare uno scontro extra dopo aver completato l'avventura una volta: Gladiolus combatte contro Cor Leonis, Prompto combatte contro Aranea Highwind, Ignis combatte contro Noctis, e Ardyn combatte contro Noctis, Gladiolus, Ignis e Prompto contemporaneamente.
L'espansione online Compagni di battaglia presenta numerosi boss molto potenti: il primo superboss era Bahamut, nello scontro rivincita contro di lui, ma in seguito sono stati aggiunti anche l'MTK-X Angelus e una rivincita con Ifrit. L'ultima sfida introdotta nel gioco è stata uno scontro con Kenny il corvo, accessibile solo dopo aver completato tutte le altre.

La Royal Edition del gioco ha introdotto il boss definitivo con Omega, una macchina tanto potente da essere estremamente resistente a qualunque cosa che non siano le armi ancestrali, oltre a poter danneggiare anche i personaggi che indossano la corazza magitek, che normalmente renderebbe invincibili.
Per finire, l'evento collaborativo "Da un altro mondo" aggiunge uno scontro con Garuda di Final Fantasy XIV, che include una modalità normale e una modalità estrema di livello 120.

Final Fantasy Tactics[modifica | modifica sorgente]

Elidibus 1.png

Il superboss di questo gioco è Elidibus, un misterioso personaggio che può trasformarsi in un Lucavi grazie all'auralite del Serpentarius in suo possesso. Può essere incontrato nel sotterraneo più profondo delle segrete del giuramento, e la difficoltà nello scontro con lui non sta tanto nello sconfiggerlo quanto nell'apprendere da lui l'invocazione Zodiark e l'alleato Byblos.

Final Fantasy Tactics A2: Grimoire of the Rift[modifica | modifica sorgente]

Il superboss di questo gioco è la Magick Weapon, un nemico appartenente alla specie Upsilon che può essere incontrato dopo la sconfitta del boss finale. Si tratta di una versione molto più potente del nemico Smoldering Incubus incontrato durante le missioni legate alla classe dell'erede, ed entrambi i mostri sono stati costruiti sulla base di Omega Mark XII.
Tra i personaggi umani, i membri del clan Cinquleur sono considerati dei superboss, in quanto durante la seconda e la terza battaglia contro di loro sono tutti al livello 99. Altri superboss sono i custodi del Brightmoon Tor, potenti mostri di livello 99, dotati di abilità uniche e protette da una legge che toglie al giocatore la protezione del giudice se invoca uno Scion.

Final Fantasy Type-0[modifica | modifica sorgente]

Il primo superboss di questo gioco è la Fenice oscura, un abominio gigantesco che appare per la prima volta all'inizio del gioco. Può essere incontrata solo dopo aver terminato l'avventura una volta, e solo a specifiche condizioni. Quando appare in cielo può essere raggiunta con l'aeronave: il giocatore inizierà quindi una battaglia con esseri spettrali, ma il vero boss non apparirà se prima non sacrificherà la vita di uno dei membri della squadra per attirarlo.
A partire dalla terza partita, se il giocatore ha completato tutte le missioni riguardanti Gilgamesh, appariranno dei portali oscuri in cui sarà possibile affrontare il re di Lorica in una nuova forma a otto braccia, in uno scontro uno contro uno con un personaggio scelto dal boss stesso: la ricompensa per la vittoria sarà l'arma finale del personaggio prescelto, ma in caso di sconfitta sarà Gilgamesh a reclamare l'arma attualmente in uso.

Vagrant Story[modifica | modifica sorgente]

VS Asura.png

Il superboss di questo gioco è Asura, una misteriosa dea imprigionata da secoli nel profondo di un dungeon chiamato Vergine di ferro. Si tratta del nemico più potente del gioco, con 999 HP e un'incredibile resistenza a qualunque attacco.
In seguito alla sua sconfitta, si riceverà un sigillo che permetterà di accedere a una nuova stanza in cui Asura potrà essere affrontata di nuovo in modalità Attacco a tempo.

Dissidia Final Fantasy[modifica | modifica sorgente]

La sezione più potente della modalità storia di questo gioco è Caos interiore, una storia alternativa in cui il giocatore deve affrontare tutti i personaggi del gioco a livelli progressivamente più alti, fino a raggiungere una versione alternativa di Chaos a livello 110.
Una versione di Chaos ancora più potente può essere incontrata nella modalità Blackjack del Colosseo dei duelli, in cui sarà al livello 130, ma in realtà è possibile incontrare nemici di livello ancora più alto.

Dissidia 012 Final Fantasy[modifica | modifica sorgente]

In questo gioco esiste una nuova modalità storia chiamata Confessions of the Creator, in cui è possibile combattere due scontri con Feral Chaos, un'incarnazione alternativa di Chaos consumata dal suo stesso potere: il primo scontro è contro una sua copia a livello 95, con accessori che potenziano le sue statistiche dopo un minuto di battaglia, il secondo è contro l'originale, a livello 130, e la sua sconfitta permetterà di sbloccarlo come personaggio giocabile.
Feral Chaos è inoltre un boss nella modalità Labirinto: appare al livello 98, a guardia dell'uscita verso il livello finale, dove si trova l'ultimo pezzo di equipaggiamento del set First Strike.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.