FANDOM


Shemhazai
Alterazione umana ed equina, contrapposta a Igeholm il Martire, alterazione della luce. È in grado di manipolare a piacere le anime dell'Oltremondo e di dare loro la libertà. Incaricato di fare da scorta agli dei, quando Ultima l'Angelo ha pianificato la rivolta si è mutato in spia, svelando tutti i punti deboli divini. Mai perdonato, Shemhazai è finito sulla terra, dove ha diffuso tra gli uomini gli insegnamenti della distruzione e della dissolutezza. Per questo è stato sconfitto e sottoposto a sigillo dagli dei.
—Descrizione

Shemhazai il Traditore è una creatura ricorrente nel mondo di Ivalice.

Questa creatura rappresenta la costellazione e il segno zodiacale del Sagittario, ed è quindi rappresentata come un essere al tempo stesso umano ed equino, con un busto femminile e zoccoli da cavallo, e armato di armi simile a balestre.

Shemhazai è l'unica, tra le creature che rappresentano lo zodiaco, ad essere stata introdotta direttamente in Final Fantasy XII, senza essere ispirata ad alcun personaggio o boss apparso in un titolo precedente della serie. Il suo ruolo è sempre quello di spirito d'invocazione associato al potere dell'anima.

ComparseModifica

Final Fantasy XIIModifica

Shemhazai Render
Articolo principale: Shemhazai (Final Fantasy XII)

Shemhazai appare in questo gioco come invocazione e boss. È il terzo dei cinque Esper incontrati nel corso della storia, ed è ottenuto nella parte più bassa del grande cristallo, dove protegge il regno divino a cui non può più accedere.
Nell'edizione International e nel remaster HD del gioco, Shemhazai è affrontato anche al livello 39 della modalità Sfida.

Shemhazai è un Esper di livello 2 sbloccabile sulla scacchiera delle licenze per 50 LP, ed è di tipo non elementale. È permanentemente sotto l'effetto di Scan e Haste, dispone dell'opzione Adattabilità ambientale e, nelle edizioni Zodiac del gioco, anche Perforareflex e Antivigore.
Shemhazai dispone di due tecniche esclusive: Aspiraforze, che infligge danni non elementali basati sui propri HP a un solo nemico, ed Esalanima, che infligge danni non elementali a tutti i nemici in una vasta area, basati sul numero di Aspiraforze e Ferruggine usati a partire dall'ultimo utilizzo.

Final Fantasy XII: Revenant WingsModifica

RW Shemhazai art
Traditore reo di un antico complotto. Sprigiona fulmini e saette.
—Descrizione
Articolo principale: Shemhazai (Revenant Wings)

Shemhazai ricompare in questo gioco come Esper. È affrontato durante la missione 67, "Il Traditore saettante", e la sua sconfitta permette di sbloccarlo sulla ruota dei patti e sblocca l'Apoteosi Insurrezione Astrale per Balthier.

Shemhazai è un Esper di Tuono di livello 3, che attacca da vicino. Dispone di due attacchi: Esalanima, che causa danni ai nemici in linea retta, e Thundaja, che causa danni ai nemici in un'area.

Final Fantasy Tactics A2: Grimoire of the RiftModifica

Shemhazai compare nuovamente in questo capitolo come invocazione speciale. Si tratta di uno Scion non elementale, e può essere invocato attraverso l'Armilla del traditore, ottenuta come premio sconfiggendo il chocobo rosso Redhawk.

Shemhazai può essere invocato da un'unità che equipaggi il Corsetto immorale. Il suo attacco Esalanima causa danni a un solo nemico, basati sui danni totali inflitti nel corso del gioco da chi l'ha invocato.

EtimologiaModifica

Shemhazai è una possibile scrittura alternativa di Semeyaza, il nome del leader degli angeli caduti secondo il libro di Enoch e altri scritti apocrifi.

CuriositàModifica

  • In modo simile a Ultima, tutte le apparizioni di Shemhazai se ne riferiscono al maschile, nonostante il suo aspetto sia indubbiamente femminile: la versione giapponese dei giochi si riferisce a entrambi gli Esper con pronomi neutrali, non presenti nella lingua italiana. In inglese, Shemhazai è considerata femmina in Final Fantasy XII e maschio in Revenant Wings.
  • Shemhazai è il solo Esper originario di Final Fantasy XII ad avere il proprio attacco finale degradato ad attacco normale in Revenant Wings.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.