FANDOM


FFII Ritratto Borghen PSP Borghen: Forza, tornate al lavoro! Al lavoro, ho detto! Prima finirete più grande sarà la mia gloria!
L'articolo necessita di essere revisionato e corretto: provvedi usando il tasto Modifica.


Gli Scritti di Durai (デュライ白書, Durai Hakusho) sono un elemento di storia presente in Final Fantasy Tactics.

StoriaModifica

Orphan (crisi)Pericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)

Gli scritti di Durai erano una serie di documenti redatti da Orran Durai, figlio adottivo del conte Cidolfus Orlandeau, in seguito alla sconfitta dei demoni Lucavi. Terminato il periodo di guerre, le cronache dell'epoca iniziarono a riportare una serie di fatti ben poco veritieri: numerosi particolari compromettenti per la Chiesa di Glabados erano stati omessi, e alcune figure erano state convenientemente glorificate a discapito di altre. Si raccontava dell'ascesa di Delita Heiral da plebeo a re di Ivalice, delle sue eroiche gesta per porre fine alle guerre e portare la pace, dell'eresia di Ramza Beoulve, del tradimento del conte Cidolfus e numerose altre storie.

Orran, che aveva combattuto al fianco di Ramza e vissuto in prima persona quegli eventi, decise di mettere per iscritto tutta la storia della guerra dei leoni e raccontare di come si svolsero veramente i fatti, della corruzione della Chiesa, del piano dei Lucavi, degli atti eroici di Ramza e dei suoi amici nonché delle ben poco nobili azioni compiute da Delita. L'intenzione di Orran era diffondere gli scritti prima dell'inizio del concilio clemensiano, nel quale sarebbe stato scelto il successore del Pontefice massimo Marcel Funebris, assassinato tempo prima dal leader dei cavalieri templari Folmarv Tengille. Prevedibilmente, però, la Chiesa venne a conoscenza dei documenti e capì che sarebbero stati pericolosi per la propria immagine: Orran venne quindi dichiarato eretico e condannato alla morte sul rogo, mentre gli scritti andavano perduti.

I manoscritti furono ritrovati solo quattrocento anni dopo da Arazlam Durai, discendente di Orran, che decise finalmente di renderli noti e ristabilire il nome di Ramza, di Orran, di Cidolfus e di tutti i loro compagni, nonché di raccontare al mondo della corruzione della Chiesa di Glabados ai tempi.

Gli spoiler finiscono qui.

Altre comparseModifica

Final Fantasy XIVModifica

Gli scritti di Durai appaiono in questo capitolo online come elementi di storia.

Gli scritti furono ritrovati da Jenomis cen Lexentale, nome d'arte di Arazlam Durai, che li tradusse in lingua corrente e scoprì che erano stati redatti dal suo antenato Orran, e che raccontavano la storia del dimenticato Ramza Beoulve e del suo vero ruolo nell'ascesa di Delita come re di Ivalice. Era scritto inoltre che Orran fu dichiarato eretico dalla Chiesa e bruciato sul rogo, e tutte le copie dei documenti furono distrutte, eccetto quella che sopravvisse ai secoli e arrivò nelle mani di Arazlam.

GalleriaModifica

 
FFXIV Scritti di Durai
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.