Final Fantasy Wiki
Advertisement
Final Fantasy Wiki
Icona Gabranth 1.png Gabranth: Perché rinunci a ciò di cui devi avere più cura?
L'articolo necessita di essere completato: provvedi usando il tasto Modifica.

Il direttore del dipartimento scientifico della compagnia elettrica Shinra. Il professor Hojo è uno studioso che progetta armi biologiche disprezzando qualsiasi principio etico e morale. Non esita a sacrificare delle vite umane per il bene dei suoi esperimenti scientifici. In un progetto di ricerca passato, ha eseguito delle operazioni chirurgiche speciali sui soldati della Shinra al fine di aumentare il loro potenziale fisico, dando così vita ai SOLDIER.

Il professor Hojo è uno degli antagonisti principali di Final Fantasy VII, e un importante personaggio all'interno della Compilation di Final Fantasy VII.

Scienziato di straordinaria intelligenza, ma dotato di scarso senso etico, è il direttore del dipartimento scientifico della Compagnia elettrica Shinra, e come tale si occupa di qualunque cosa abbia a che fare con le modifiche della mappa genetica di un qualunque essere vivente. Anche se lavora per la potente multinazionale, in realtà ha progetti ben più grandi per la testa, e il suo obiettivo primario è studiare ogni possibile capacità della sua creazione più riuscita: Sephiroth.

Hojo compare in quasi tutti i titoli della Compilation di Final Fantasy VII, e da ogni sua apparizione traspare sempre di più la sua profonda follia e megalomania, oltre a rendersi evidente il fatto che le sue ricerche sono la causa di un gran numero di eventi negativi accaduti durante tutta la storia. Hojo ha in particolare un ruolo da antagonista in Dirge of Cerberus -Final Fantasy VII-, dove è ulteriormente esplorata la sua storia passata e il suo rapporto con la collega e compagna Lucrecia Crescent e l'ex Turks Vincent Valentine.

Hojo ritorna al suo ruolo originario in Final Fantasy VII Remake.

Hojo non è il primo scienziato pazzo apparso nella serie Final Fantasy, ma è senza dubbio il più famoso ed emblematico. La sua caratterizzazione ha fatto da base per diversi altri personaggi simili in altri titoli successivi.

Storia[]

Orphan (crisi).pngPericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)

Il progetto S[]

La carriera di Hojo iniziò negli anni '70 a Nibelheim, quando la divisione scientifica della compagnia elettrica Shinra iniziò gli studi su Jenova, una misteriosa forma di vita scoperta tra i ghiacci del polo nord, che il professor Gast aveva classificato come un esponente del popolo degli Antichi che abitava il pianeta prima dell'avvento della razza umana.
Hojo, assieme ad altri due scienziati di nome Hollander e Lucrecia, fu incaricato di assistere il professor Gast nel cosiddetto progetto Jenova, il cui scopo era usare il materiale genetico della creatura per creare un essere umano con gli stessi poteri mistici degli Antichi, che potesse guidare la Shinra alla fantomatica terra promessa di cui si narrava nelle leggende. Poiché iniettare cellule di Jenova pure su volontari adulti generava mostri privi di coscienza umana, si propose di creare un campione infuso con le cellule dalla nascita, ma tra Hojo e Hollander scoppiò una diatriba che portò alla creazione di due progetti separati: Hollander diede inizio al progetto G, mentre Hojo piantò le basi per il futuro progetto S con Lucrecia al suo fianco.

I due progetti scorrevano parallelamente, ma Hojo non sembrava interessato alla competizione con Hollander, principalmente perché non sentiva il bisogno di dimostrare di essere migliore dell'uomo che già di base considerava un incompetente. Per attuare il suo progetto, Hojo propose a Lucrecia di portare in grembo un figlio in cui iniettare le cellule di Jenova, ma la ragazza rifiutò, almeno inizialmente. Nel frattempo, Gast e Hollander avevano trasferito le loro ricerche da altre parti, quindi Hojo ebbe la possibilità di continuare liberamente i suoi esperimenti al sicuro nei sotterranei del maniero Shinra.
In quel periodo, Vincent Valentine, un membro dei Turks, fu inviato a fare da guardia del corpo per gli scienziati, e iniziò a sviluppare sentimenti romantici per Lucrecia. La donna inizialmente ricambiò, ma quando scoprì che il giovane era il figlio di Grimoire Valentine, un collega per la cui morte si sentiva tuttora colpevole, si allontanò da lui e accettò la proposta di Hojo, iniziando una relazione con il collega.

Esperimenti inumani[]

Hojo iniziò a cercare un modo per perfezionare la ricerca di Hollander: il collega aveva iniettato le cellule di Jenova nel corpo delle volontarie mentre erano in gravidanza, in modo che esse fossero trasferite al feto, ma secondo Hojo ciò non era ancora sufficiente. Decise perciò di instillare le cellule direttamente nel feto e, quando Lucrecia rimase incinta, fu la prima cosa di cui si occupò. Durante la gravidanza, Lucrecia iniziò ad accusare segni di indebolimento e Vincent, preoccupato per la sua salute, raggiunse Hojo nel suo studio per discuterne: tra i due scoppiò un'accesa discussione, al termine della quale Hojo tramortì Vincent con un colpo di pistola.
Lo scienziato non si sbarazzò del corpo, ma condusse su di lui alcuni esperimenti scollegati dal progetto Jenova per il solo gusto di soddisfare la propria curiosità, ma non ottenne risultati soddisfacenti finché non fu proprio Lucrecia a salvare la vita al giovane Turk, inserendo nel suo corpo la protomateria e infondendolo con del flusso vitale corrotto per donargli il potere di Chaos, una creatura leggendaria che Lucrecia aveva studiato con Grimoire. Hojo non aveva mai dato credito a quelle ricerche, ma fu comunque contento di vedere che anche Lucrecia era disposta a sperimentarle su un essere umano per provarle, ricordandole che, in fin dei conti, anche lei era una scienziata. Vincent si trasformò in un'orrenda bestia e si chiuse in una bara nelle caverne sotterranee: in futuro, Hojo avrebbe sigillato la stanza dove si trovava, ma avrebbe anche lasciato degli indizi su come aprirla nel caso gli fosse servito ancora.

Risolta la questione, Hojo continuò a lavorare al progetto S finché il bambino concepito con Lucrecia non venne alla luce: Hojo lo chiamò Sephiroth. Benché non avesse sviluppato le conoscenze dei Cetra come si sperava, il bambino dimostrò comunque capacità straordinarie, persino superiori ai campioni creati dal progetto G, e questo lo rese il capostipite di una nuova generazione di soldati geneticamente potenziati con le cellule di Jenova, l'élite dei SOLDIER. Questi successi permisero a Hojo di diventare il responsabile di tutti gli esperimenti riguardanti Jenova e, successivamente, il direttore del dipartimento scientifico della Shinra.
Sephiroth crebbe lontano da Hojo, ignaro del proprio retaggio e della propria vera natura, e arrivò a detestare lo scienziato per essere "un ammasso di complessi ambulante" e in generale inferiore al professor Gast. Quest'ultimo, che aveva fatto da figura paterna a Sephiroth per i primi anni della sua vita, lasciò la Shinra dopo aver conosciuto una ragazza di nome Ifalna, una vera discendente dei Cetra, che gli aveva rivelato importanti verità sul suo popolo e su Jenova. I due scapparono e si nascosero a nord, a Loggia gelata, dove si innamorarono e concepirono una figlia che chiamarono Aerith.
Venti giorni dopo la nascita della bambina, furono scoperti da Hojo, che li raggiunse per convincerli a tornare a Midgar per studiare i Cetra più a fondo. Quando Gast rifiutò, Hojo lo uccise a sangue freddo e fece portare via Ifalna e Aerith. Le due rimasero recluse nel palazzo Shinra di Midgar per sette anni, prima di riuscire a fuggire nei bassifondi.

Gli spoiler finiscono qui.

Profilo[]

Aspetto fisico[]

Personaggi Hojo.jpg

Hojo è un uomo di sessant'anni inoltrati, i cui tratti fisici denotano una bruttezza tanto fisica quanto psicologica: il suo volto è scarno e rugoso, costantemente accigliato e dalla bocca molto larga, ha lunghi capelli neri spettinati sul davanti e legati dietro la nuca a coda di cavallo, e indossa un paio di occhialini da vista con le lenti rotonde, che appaiono opachi nel modello di gioco. La sua postura è molto incurvata, e cammina ondeggiando e trascinando le gambe.
Il suo abbigliamento comprende una camicia grigia, pantaloni scuri e scarpe piatte nere, il tutto sotto l'inseparabile camice bianco da scienziato, indossato con completa disinvoltura anche sulla spiaggia di Costa del Sol. Nei titoli della Compilation ha un aspetto più curato, con i capelli più pettinati e le lenti degli occhiali lucide, tiene il camice aperto e indossa una camicia bianca e una cravatta azzurra.

Ad un certo punto del gioco, Hojo fa un esperimento su se stesso che lo porta a compiere due trasformazioni. La prima è il risultato della completa distorsione del suo corpo, appare dilaniata, smembrata e senza quasi nulla di umano: la parte inferiore del corpo è parzialmente trasformata in una massa informe, il torace è parzialmente aperto e rivela gli organi interni, il braccio destro è diventato una sorta di arpione di carne mentre il sinistro è deformato come le gambe, e il volto è contorto in un'orribile smorfia con la bocca aperta ben oltre le normali capacità umane. La seconda forma è lo stadio finale della sua mutazione: ha un aspetto più umano, ma non ha un volto definito, le sue braccia assomigliano a corti tentacoli e non ha gambe. Un lungo tentacolo che parte da dietro la testa si attorciglia attorno al suo corpo.

In Final Fantasy VII Remake, hojo ritorna all'aspetto meno curato del gioco originale, ma i suoi i tratti sono ulteriormente esasperati per renderlo ancora più repulsivo: i capelli sono più grassi e spettinati, con alcune ciocche che pendono davanti alla fronte, e il volto presenta più rughe e un'ombra di barba non rasata che lo fa sembrare quasi sporco. In questa versione non ha più la camminata ciondolante e la postura incurvata, ma esibisce alcuni tic fisici, tra cui inclinare la testa di lato quando parla con qualcuno o tra sé.
Porta ancora il camice bianco aperto, ma sotto porta una camicia color grigio scuro senza cravatta, i pantaloni sono del medesimo colore e stretti da una cintura nera con fibbia e le scarpe sono mocassini stringati neri con il tacco leggermente alto. Le lenti degli occhiali sono inoltre molto più spesse e scure, dandogli un'aria più misteriosa.

Personalità[]

Uno scienziato rimane tale per sempre, direi.
—Hojo

Hojo è l'archetipo dello scienziato pazzo, ossessionato dagli esperimenti e privo di empatia verso chiunque. Arrogante e altezzoso, si riferisce ai suoi interlocutori definendoli "soggetti", e non si disturba a imparare i loro nomi a meno che, come Sephiroth, non si dimostrino straordinari. Hojo vede la propria ricerca come unica ragione di vita, e il suo machiavellico obiettivo è raggiungere risultati accettabili nella progressiva scoperta dei misteri del pianeta, a prescindere dalle conseguenze o dai mezzi impiegati.
Durante tutta la sua carriera, Hojo ha operato ogni genere di esperimenti in diversi soggetti umani, anche contro la loro volontà, fino ad arrivare a sperimentare anche su se stesso. La quasi totalità delle minacce affrontate nei titoli della Compilation può essere ricondotta anche indirettamente a un esperimento. Per Hojo, ogni sacrificio è accettabile per il bene della scienza, e anche quando il pianeta stesso è in pericolo, il suo unico interesse è scoprirne le implicazioni scientifiche.
Il suo sguardo tradisce una brama di sapere fuori del comune, alimentata anche da un profondo risentimento verso i propri limiti fisici e cognitivi: non ama assecondare teorie scientificamente implausibili, rifiuta di definire il potere della materia "magia" anche in mancanza di termini migliori, e non riesce ad accettare fino in fondo il fatto che Sephiroth, il suo prodotto più riuscito, trascenda la scienza in cui crede.

In Dirge of Cerberus, è mostrata anche un'altra faccia di Hojo, ovvero quella megalomane, maniacale e in qualche modo sadica che lo porta a godere delle sofferenze altrui. Buona parte della sua storia in questo gioco è raccontata attraverso flashback, e qui è esplorato anche il bizzarro rapporto che lo legava a Lucrecia. Non si sa se l'amasse veramente, ma è certo che l'ammirasse per la sua bellezza e intelligenza, come dimostra la sua reazione quando ha scoperto che la donna aveva iniziato degli esperimenti su Vincent usando la protomateria. Considerata la sua ossessione per gli esperimenti, è ipotizzabile che Hojo l'avesse sposata per creare con lei un essere dotato di capacità e intelletto superiori.

Gameplay[]

Articolo principale: Hojo (boss), Helletic Hojo, Lifeform-Hojo N

Hojo è affrontato in tre battaglie consecutive alla fine della seconda parte del gioco. Grazie ai suoi esperimenti, è in grado di mutare forma e diventare sempre più potente.
In Dirge of Cerberus, Hojo è affrontato indirettamente nella battaglia contro Weiss la Potenza.

Dietro le quinte[]

Nella stesura originale del gioco, la morte di Hojo avrebbe dovuto avvenire molto prima rispetto alla versione definitiva, e in circostanze molto diverse: nelle prime sceneggiature, Hojo e Sephiroth non sarebbero stati in alcun modo legati, e lo scienziato non avrebbe creato cloni di lui, bensì di Red XIII. Quest'ultimo avrebbe dovuto essere il tredicesimo clone realizzato da Hojo nel tentativo di creare un nuovo tipo di SOLDIER con caratteristiche animali, e durante il gioco il gruppo avrebbe affrontato altri cloni con numeri diversi, per poi affrontare direttamente Hojo e ucciderlo. Nella sceneggiatura finita, non è mai stato rivelato per cosa stia il numero sul corpo di Red XIII, né tantomeno di quale esperimento egli fosse il soggetto.

Etimologia[]

Il nome completo di Hojo non è mai stato rivelato, a differenza di altri personaggi, e non si sa nemmeno se Hojo sia il suo nome proprio o il suo cognome, visto che alcuni scienziati, come il professor Gast, sono chiamati per nome. I due kanji che compongono il nome vogliono dire "tesoro" e "logica" rispettivamente.

Curiosità[]

  • Il messaggio finale ricevuto da Zack tramite il fan club "Élite d'argento" implica che la fantomatica presidentessa del club, nota semplicemente come "H", sia in realtà proprio Hojo. Ciò spiegherebbe come faccia a conoscere informazioni tanto dettagliate sul conto di Sephiroth. Il "piano" di cui H parla nel messaggio è probabilmente riferito all'Unione.
  • Il carattere di Hojo e quello di Lucrecia sono stati di ispirazione per il personaggio di Vexen nella saga di Kingdom Hearts: il "Freddo accademico" ha molte caratteristiche in comune con Hojo, e ha lo stesso doppiatore giapponese. La pettinatura di Vexen, coincidenzialmente, è anche vagamente simile a quella di Sephiroth.
Advertisement