FANDOM


Il Ponte magno è un'ambientazione presente in Final Fantasy V.

Luogo apparentemente inutile ai fini della trama (in quanto "di passaggio"), il ponte magno è in realtà uno dei luoghi più famosi del gioco: è infatti strettamente associato al celeberrimo personaggio Gilgamesh, caratteristica ripresa in altre sue apparizioni della serie Final Fantasy quali Final Fantasy XII e Final Fantasy XII: Revenant Wings, dove lo spadaccino è affrontato proprio su un ponte.

StoriaModifica

Orphan (crisi)Pericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)

Mondo di GalufModifica

Originariamente il ponte magno, il ponte più grande del pianeta R, era l'unica via per accedere al tempio sull'isola, accerchiato quasi interamente da alte montagne. Con la divisione dei mondi, il ponte finì nel secondo mondo, dove fece da collegamento fra il continente di Bal, dove vivevano i guerrieri dell'alba, e la zona del castello di Exdeath. Galuf e la sua compagnia attraversarono il ponte molte volte per sferrare attacchi armati allo stregone.

Uno di questi attacchi dovette essere interrotto a causa di Bartz, Lenna e Faris che, presi in ostaggio dal malvagio Exdeath, furono risparmiati in cambio di un forzato "cessate il fuoco". Galuf non si arrese, tuttavia, ed attraversò il ponte in groppa al suo drago volante per salvare i suoi amici.

Fuggendo quindi dal castello, i quattro guerrieri della luce dovettero attraversare il ponte magno ancora una volta. Inaspettatamente, tuttavia, la loro strada fu ostacolata da una serie di potenti mostri e, nella sala di controllo centrale del ponte, dal braccio destro di Exdeath: Gilgamesh lo spadaccino, desideroso di vendicarsi della precedente sconfitta. Subita quindi una seconda batosta, Gilgamesh non potè fare altro che ritirarsi, lasciando che i guerrieri completassero la traversata del ponte.

Mondo riunitoModifica

In seguito all'unione dei due mondi, il ponte magno non subì danni considerevoli, ma ritornò a collegare il tempio sull'isola al resto del mondo, com'era in origine. Dopo aver scoperto come spezzare i sigilli delle dodici armi leggendarie Bartz, Lenna, Faris e Krile attraversarono il ponte e raggiunsero il tempio, in cui era custodita una preziosa tavola dei sigilli.

Gli spoiler finiscono qui.

NemiciModifica

Tema musicaleModifica

Il tema musicale del ponte magno è il leggendario "Clash on the big bridge", anche tradotto con "Battaglia al Ponte magno": originariamente era infatti nato come tema del ponte (ed utilizzato in tutti gli scontri combattuti in esso), divenne presto il tema personale di Gilgamesh, utilizzato anche in tutti gli altri scontri del gioco contro di lui.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.