FANDOM


Icona Gabranth 1 Gabranth: Perché rinunci a ciò di cui devi avere più cura?
L'articolo necessita di essere completato: provvedi usando il tasto Modifica.


Profili delle persone importanti che hai incontrato, con i dettagli di ciò che al momento sai di loro.
—Descrizione
FFT-Personaggi

Il menu Personaggi.

Il menu personaggi è una funzionalità di Final Fantasy Tactics. Può essere consultato nelle cronache degli eventi del gioco ed è possibile trovarvi tutte le informazioni sui personaggi che il party ha acquisito durante il gioco. Con lo svilupparsi della psicologia e degli eventi dei personaggi variano anche le biografie.

Ramza BeoulveModifica

Cavaliere appendista dell'accademia militare reale a Gariland. La casata Beoulve è da lungo tempo una rispettata famiglia, che per generazioni ha prodotto i comandanti dell'ordine dell'orsa maggiore. Nato da una madre diversa da quella dei fratelli maggiori, Ramza, il più giovane tra gli eredi, nutre sentimenti di inferiorità verso i suoi fratelli.

Benché membro della casata Beoulve, Ramza si sente fuori posto fra i suoi fratelli.

Membro di una compagnia di mercenari comandata da Gaffgarion. Disilluso dalla tragedia di Ziekden, ha lasciato l'ordine dell'orsa maggiore per diventare un mercenario. Egli ha tagliato i ponti con la casata Beoulve e ha preso il cognome della madre. Solo Gaffgarion conosce le sue nobili origini. Vive i suoi giorni impugnando la sua spada nella speranza di trovare la propria strada.

Delita HeiralModifica

Delita è l'amico d'infanzia di Ramza e cavaliere apprendista dell'accademia militare reale di Gariland. Nato da una famiglia di contadini nei domini dei Beoulve, Delita e sua sorella sono stati cresciuti da lord Barbaneth dopo la morte dei loro genitori. Benchè di umili origini, è stato ammesso all'accademia su richiesta di lord Barbaneth.

L'incontro con Argath e Milleuda lo costringe a domandarsi quale sia il suo posto nel mondo.

Amico d'infanzia si Ramza. A lungo ritenuto perito nell'esplosione alla fortezza di Ziekden, egli è sopravvissuto ed è riapparso come uno di coloro che hanno rapito la principessa Ovelia dal monastero di Orbonne. Il motivo per cui Delita abbia scelto di schierarsi con l'ordine della croce del sud è un mistero.

Ovelia AtkaschaModifica

Ovelia fu adottata dal defunto re Ondoria III dopo che questi aveva perso il suo secondo figlio, ma ella è in realtà la figlia del'ex monarca Denamda IV e sorellastra di Ondoria III. Dopo il suo ingresso nella famiglia reale nacque il principe Olinus, e Ovelia fu affidata al Duca Larg.

Alma BeoulveModifica

La più giovane dei quattro fratelli Beoulve, Alma è la vera sorella di Ramza. Frequenta l'accademia propedeutica di Eagrose e come suo fratello è nata da una madre diversa da quella dei due fratelli più grandi. Il comportamento limpido e vivace di Alma incanta tutti coloro che le sono vicini. Sin dalla nascita, Alma è vissuta per lo più in un monastero, e solo da poco è ritornata a vivere presso la magione dei Beoulve. Date le circonstanze e la vicinanza di età, ella è molto più legata a Ramza piuttosto che ai suoi due fratelli maggiori.

Alma è vissuta a lungo in un monastero, e possiede un carattere incantevole e vivace. Alma ha iniziato a dubitare delle idee dei suoi due fratelli maggiori dopo la perdita di Tietra e di Delita nella tragedia alla fortezza di Ziekden.

Zalbaag BeoulveModifica

Comandante dell'ordine dell'orsa maggiore e detentore del titolo di Miles Pius, Zalbaag è il secondo dei fratelli Beoulve. Le sue innumerevoli vittorie durante la guerra dei cinquant'anni fecero dire a re Denamda IV: "Il salvatore di Ivalice si trova a Gallionne, e il suo nome è Beoulve". Zalbaag è anche un devoto membro della chiesa di Glabados.

Dycedarg BeoulveModifica

Dycedarg è il più anziano dei fratelli Beoulve ed è un abile stratega al servizio del duca Larg, signore di Gallionne. Secondo i desideri del suo defunto padre, lord Barbaneth, Dycedarg ha ceduto il comando dell'ordine dell'orsa maggiore a suo fratello Zalbaag. È così divenuto uno stratega al servizio del duca Larg, suo amico d'infanzia. Dycedarg è il vassallo più fedele del duca. Oltre ad essere un abile stratega, è risaputo che egli è anche un esperto spadaccino dotato nell'uso della magia.

Egli è stato gravemente ferito in un recente attacco a sorpresa della brigata del morto.

Bestrald LargModifica

Signore di Gallionne e fratello della regina Louveria, moglie di re Ondoria III. La casata Larg è un ramo della famiglia reale Atkascha, e ha le sue radici in re Denamda II, il monarca responsabile della guerra dei cinquant'anni. Il duca Larg è oggi la suprema autorità all'interno dell'ordine dell'orsa maggiore.

Druksmald GoltannaModifica

Il sovrano di Zeltennia. Il duca Goltanna, come il duca Larg, discende direttamente da re Denamda II, il monarca responsabile della guerra dei cinquant'anni. Il suo stendardo è il leone nero. Egli ha servito come generale nella guerra dei cinquant'anni e ora controlla l'ordine della croce del sud, uno dei maggiori ordini cavallereschi di Ivalice.

Olinus AtkaschaModifica

Il terzo figlio di re Ondoria III e della regina Louveria. Con la morte dei primi due bambini avvenuta subito dopo la nascita, il principe Olinus è ora l'erede al trono di Ivalice. Pochi hanno fede nel loro attuale re, che partecipa poco al governo nazione, a causa delle sue cagionevoli condizioni di salute. I più sanno che il vero potere è nelle mani del reggente.

Essendo ancora un bambino, deve essere nominato un reggente. I duchi larg e Goltanna si preparano a scontrarsi per ottenere questo ruolo.

Louveria AtkaschaModifica

Moglie di re Ondoria III di Ivalice e sorella del duca Larg. Louveria divenne regina all'età di vent'anni e partorì tre figli. I suoi primi due figli morirono poco dopo la nascita, lasciando l'infante principe Olinus unico erede al trono. La salute malferma del re gli ha impedito di occuparsi degli affari di governo, rendendola, de facto, la governante di Ivalice.

Dopo la morte del re, si occupò velocemente di chiunque si ponesse sulla sua strada, anche dei membri della famiglia reale.

Ondoria Atkascha IIIModifica

Diciottesimo re della stirpe Atkascha, Ondoria III divenne re dopo la morte di Denamda IV alla fine della guerra dei cinquant'anni. Mentre il suo predecessore guidava le sue truppe in battalia, Ondoria III è sempre stato cagionevole di salute. Per molti storici la pochezza del suo comando è una delle cause della sconfitta di Ivalice.

Ondoria III è fragile, debole e praticamente inadatto alla sua posizione. Mentre egli giace malato, la corte prepara il principe Olinus ad ascendere al trono.

Egli contrasse la peste nera e morì dopo sette giorni e sette notti di sofferenze.

Argath ThadalfusModifica

Nato a Lefondes in Limberry, Argath è un apprendista cavaliere presso il marchese Elmdore. La sua famiglia perse tutto durante la guerra dei cinquant'anni. L'ambizione di Argath è rendere l'onore al nome dei Thadalfus diventando un cavaliere. Tuttavia, il suo frequente agire senza avere riguardo per gli altri gli ha fatto guadagnare la reputazione di egoista.

L'ambizione di Argath è render l'onore al nome dei Thadalfus diventando un cavaliere. Egli è invidioso di Ramza che, nonostante i suoi natali, non apprezza la propria fortuna.

È stato ucciso alla fortezza di Ziekden durante una campagna per eliminare la brigata del morto.

Goffard GaffgarionModifica

Un mercenario assunto dall'ordine dell'orsa maggiore per scortare la principessa Ovelia a Eagrose. Ha servito nell'ordine della stella dell'est nella guerra dei cinquant'anni. Finita la guerra, Gaffgarion fu spulso dall'ordine a causa delle atrocità commesse al solo scopo di assicurarsi la vittoria in battaglia.

Agrias OaksModifica

Una nobile e leale donna cavaliere al servizio dei leoni reali, la guardia della corona. Le tensioni fra i duchi Larg e Goltanna dopo la morte di Ondoria III, fanno temere per la sicurezza della principessa Ovelia, e il concilio ha inviato Lady Agrias al monastero di Orbonne come guardia. Ha molta simpatia per la principessa.

Simon Penn-LachishModifica

Frate del monastero di Orbonne e rinomato teologo, padre Simon era un devoto membro della chiesa di Glabados. Per un certo tempo è stato un inquisitore, ma ha smesso dopo un incidente e si è ritirato nel remoto santuario del monastero di Orbonne. Egli è stato sia un precettore che un'amata figura per la principessa Ovelia.

Wiegraf FollesModifica

Capo della brigata del morto, un gruppo di briganti che terrorizza Gallionne. Durante la guerra dei cinquant'anni era il capo degli uomini morti, una compagnia di volontari reclutati fra i contadini. Anche se combatterono con valore, alla fine della guerra furono congedati senza ricevere alcuna ricompensa.

Come capo della brigata del morto, Wiegraf usava rapimenti ed assassini in una campagna per liberare la gente comune dalle sofferenze imposte dalla nobiltà. Ma la brigata è stata eliminata in un contrattaco del governo. Wiegraf non si è più visto dalla battaglia di Ziekden.

Alphonse DelacroixModifica

Signore di Lionel e secondo in comando dopo il sommo pontefice della chiesa di Glabados. Il cardinale Delacroix era uno stimato teologo e un valente cavaliere nella guerra dei cinquant'anni. Dalla morte di sua moglie e di suo figlio per mano di un eretico, il cardinale Delacroix si è dedicato anima e corpo a servire l'inquisizione. Il popolo lo ama.

Messam ElmdoreModifica

Signore di Limberry, il marchese Elmdore si battè con coraggio contro l'armata di Ordallia che invase Ivalice negli ultimi giorni della guerra dei cinquant'anni. Chiamato il principe d'argento per la sua armatura brillante e i lunghi capelli argentei, è temuto dai nemici come il demone d'argento. È un devoto membro della chiesa di Glabados e suo inquisitore.

Mustadio BunansaModifica

Un giovane che lavora nelle miniere di Goug. Mustadio è il figlio di Besrudio Bunansa, un geniale meccanico, abile nel creare armi meccaniche. Il giovane Mustadio ha appreso l'uso della pistola, un ingegno che spara proiettili metallici grazie all'uso della polvere da sparo.

Besrudio BunansaModifica

Un meccanico che vive nella città di Goug. Maestro nella sua arte, Besrudio è molto rinomato nel creare armi meccaniche. È anche un avido cercatore, sempre al lavoro su macchine antiche con la speranza di rimetterle in funzione. Dei criminali al soldo della compagnia commerciale di Baert hanno rapito Besrudio per ragioni al momento ignote.

Ludovich BaertModifica

Capo della compagnia commerciale di Baert, con base a Warjilis. Ludovich Baert è ricco e potente, ma ha anche un lato oscuro: è il capo di un'oganizzazione criminale dedita al commercio di chiavi e di oppio. Ha rapito Besrudio Bunansa per ragioni note solo a lui. Al momento, è all'inseguimento del figlio di Besrudio, Mustadio.

Tietra HeiralModifica

Tietra è la sorella minore di Delita. Essi sono figli di contadini che vivevano e lavoravano nelle terre dei Beoulve. Lord Barbaneth Beoulve li prese con sé dopo che i loro genitori morirono a causa della peste nera. Tietra è segretamente preoccupata per il fratello, che è stato spedito all'accademia militare reale a Gariland. È una cara amica di Alma Beoulve.

Tietra è stata presa in ostaggio dopo il fallito attentato della brigata del morto a lord Dycedarg. Al momento non si sa dove ella sia.

Frequentava l'accademia preparatoria di Eagrose insieme ad Alma, ma i suoi coetanei non l'accettavano a causa dei suoi natali. Tietra fu presa in ostaggio dopo il fallito attentato della brigata del morto a lord Dycedarg. È stata uccisa da Argath Thadalfus alla fortezza di Ziekden.

Barbaneth BeoulveModifica

Precedente comandante dell'ordine dell'orsa maggiore, Barbaneth fu acclamato Miles Clarissimus, il rango più elevato fra i cavalieri. Le sue innumerevoli vittorie compensarono l'inferiorità di Ivalice durante la guerra dei cinquant'anni. Ciò fece accettare a Ordallia una pace equanime, benchè Ivalice avesse perso. È morto di malattia alla fine della guerra.

Gustav MargriffModifica

Luogotenente della brigata del morto, ed ex luogotenente degli uomini morti. Gustav era un cavaliere dell'ordine dell'orsa maggiore prima di unirsi agli uomini morti. Ma le atricità commesse dall'ordine, come il massacro dei soldati nemici e il saccheggio dei villaggi, lo convinsero ad andarsene. Molti vedono attriti fra Gustav e Wiegraf.

È stato ucciso da Wiegraf dopo il rapimento del marchese Elmdore.

Milleuda FollesModifica

Spadaccina della brigata del morto e sorella di Wiegraf Folles. Durante il suo periodo con gli uomini morti, lei fu uno dei suoi luogotenti, lottando al suo fianco per difendere il regno durante la guerra. Con la fine della guerra la corona non onorò gli uomini morti con la giusta ricompensa, dando loro il motivo di rivoltarsi contro di essa.

È durante questa rivolta che Milleuda morì sull'altopiano di Lenalia.

Gragoroth LevigneModifica

Cavaliere della brigata del morto. Introdottosi nella magione dei Beoulve a Eagrose per assassinare lord Dycedarg, ha fallito nel suo tentativo. Mentre fuggiva dalla magione, Gragoroth ha rapito la sorella di Delita Heiral, Tietra. L'ordine dell'orsa maggiore è alla loro ricerca, ma al momento non si sa dove siano.

Ha portato Tietra alla fortezza di Ziekden, nonostante l'ordine di Wiegraf di rilasciarla.

Nella battaglia finale contro l'ordine dell'orsa maggiore, è stato ucciso mentre si faceva scudo di Tietra.

Maestro DarlavonModifica

Famoso istruttore dell'accademia militare reale, le lezioni del maestro Darlavon sono rivolte alle reclute. Il suo buon carattere e la chiarezza delle sue lezioni gli hanno garantito il favore degli studenti; però è anche po' prolisso. Avendo servito poco sul campo durante la guerra dei cinquant'anni, la sua esperienza è un po' limitata.

Arazlam DuraiModifica

Studioso della storia medioevale di Ivalice, egli è anche un archeologo e un teologo di fama, e la controversia nata dalla sua interpretazione degli Scritti di Durai è ancora ricordata. Il suo lavoro è scritto in libri quali L'Enigmatica Guerra dei Leoni", "Il vero Sant'Ajora" e "Gli Scritti di Durai: 400 anni di verità".

</div>

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.