FANDOM


Re Ondoria Atkascha III è un personaggio presente in Final Fantasy Tactics. Nella prima edizione del gioco era conosciuto come Re Omdoria.

Benché ricopra un ruolo importante nella storia, non fa alcuna comparsa fisica al di fuori di un ritratto e una descrizione nei menù di gioco.

StoriaModifica

Orphan (crisi)Pericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)

L'incoronazioneModifica

Re Ondoria III salì al trono come diciottesimo re di Ivalice quando il padre, Denamda IV, morì improvvisamente nella campagna militare contro Ordalia nella guerra dei cinquant'anni. Tuttavia, il Consiglio notò presto che la mente fragile di Ondoria lo avrebbe reso inadatto a governare il regno, e nel giro di poco tempo fu sua moglie Louveria a fare le sue veci nelle decisioni politiche del regno.

Dal suo matrimonio nacquero due figli, sfortunatamente entrambi morti in giovane età, forse assassinati. Alla morte del secondo figlio, Ondoria adottò la principessa Ovelia come figlia e potenziale erede, sebbene la ragazza fosse in realtà la sua sorellastra nata da madre diversa. Alcuni mesi dopo, nacque però un nuovo figlio legittimo, il principe Orinus. La sua nascita creò un conflitto nella scelta del futuro erede al trono di Ivalice.

La morteModifica

Durante la celebrazione per il primo compleanno di Orinus, Ondoria iniziò ad accusare forti malori. Anche se il Consiglio divulgò la notizia che il re si stava riprendendo, il sovrano aveva in realtà contratto la peste nera. Con la salute di Ondoria in costante declino, Louveria acquisì sempre più potere decisionale, e iniziò, forse a insaputa del marito, il suo piano per liberarsi di Ovelia e rendere ufficialmente erede al trono il proprio figlio.

Ondoria morì poco tempo dopo, lasciando Louveria al potere. La regina, assetata di potere, fece estromettere chiunque osasse criticare le sue decisioni politiche: non risparmiò nemmeno la madre del suo defunto marito, che fu esiliata dal regno e, secondo voci ufficiose, avvelenata.

Gli spoiler finiscono qui.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.