FANDOM


FFI Minotauro art

Il Minotauro è una tipologia di mostri apparsa in diversi titoli della serie di Final Fantasy. All'occorrenza può essere anche chiamato Minotaurus.

Basati direttamente sull'omonima creatura della mitologia greca, i minotauri sono grandi tori antropomorfi dalle lunghe corna e dal temperamento aggressivo, che attaccano senza pietà chiunque invada il loro territorio. A seconda dell'apparizione, possono essere suddivisi in più specie, possono brandire armi e possono essere nemici comuni o boss.

In una particolare incarnazione, un boss di nome Minotauro aveva un fratello minore chiamato Sekhmet: questa coppia è riproposta in altri titoli della serie, inclusa la loro apparizione più famosa nel ruolo degli spiriti d'invocazione Brothers.

ComparseModifica

Final FantasyModifica

FFI Minotauro PSP

I minotauri appaiono per la prima volta in questo gioco come nemici di medio livello. La specie principale può essere incontrata nella grotta della terra e nel monte Gulg, e appare spesso in gruppo.
In questa prima apparizione, il minotauro appare con un torace molto muscoloso e una lunga criniera, piedi umanoidi con artigli, ciuffi di pelliccia su braccia, gambe e inguine e una collana. In battaglia, usa poderosi attacchi fisici.

Tra le varie versioni del gioco, esistono tre specie di minotauro:

Final Fantasy IIIModifica

FFIII Minotauro

I minotauri compaiono in questo gioco come nemici di medio livello. La specie principale può essere incontrata nelle vicinanze della torre di cristallo.
Il design del minotauro in questo gioco è più proporzionato e meno mostruoso, si regge su zampe taurine, ha corna più grandi e brandisce una grossa ascia. In battaglia, usa solamente normali attacchi fisici.

In questo gioco sono presenti due specie di minotauro:

Final Fantasy VModifica

FFV Minotauro IOS

Due minotauri appaiono in questo gioco come boss. Uno è affrontato nella piramide di Muur, a guardia di una delle tavole dei sigilli, mentre il secondo, suo fratello maggiore, è un boss opzionale affrontato sulla parte destra della torre forca, a custodia della magia proibita Sancta.
Il minotauro di questo gioco appare come una gigantesca bestia taurina dal torace esageratamente ampio, con un muso schiacciato da cui spuntano due lunghe zanne inferiori, indossa un'armatura che copre il torso e il bassoventre, un grosso spallaccio metallico e uno scudo, e brandisce una morning star dal manico molto lungo. In battaglia, è un eccezionale combattente fisico ed è a conoscenza della magia Sancta, ma non la può usare per mancanza di PM.

In questo gioco esistono due varietà di minotauro:

  • Sekhmet, di colore marrone con l'armatura rossa.
  • Minotauro, di colore blu con l'armatura grigia.

Final Fantasy VIIIModifica

Brothers
Articolo principale: Brothers

I due minotauri apparsi in Final Fantasy V sono riproposti in questo gioco come boss opzionali e invocazioni. Questa coppia di Guardian Force, chiamati Brothers, può essere ottenuta risolvendo l'enigma della tomba del re senza nome e sconfiggendoli in battaglia al centro del sepolcro.
In questo gioco, i Brothers appaiono molto simili all'incarnazione apparsa nel quinto capitolo, ma il loro muso è più allungato e simile a quello di un orso. In battaglia, possono recuperare HP finché poggiano sul terreno e, se sono entrambi in vita, possono usare un potente attacco congiunto.

I Brothers sono:

Final Fantasy XII: Revenant WingsModifica

Articolo principale: Minotaurus (Revenant Wings)
Forte mostro dalla testa taurina. Il suo pugno è da pesi massimi.
—Descrizione

Il minotaurus appare in questo gioco come nemico e alleato, e può essere affrontato esclusivamente in alcune missioni.
In questo gioco, il design del minotaurus è sostanzialmente identico alla sua incarnazione di Final Fantasy Tactics. Si tratta di un mostro non elementale di livello 2, che attacca dalla ravvicinata, e dispone dell'attacco Montante, che infligge danni fisici a un bersaglio.

Final Fantasy XIVModifica

Un minotauro appare in questo capitolo online come miniboss. Può essere affrontato nel dungeon continuum frattale.
In questo gioco, il minotauro è una versione modificata dei mostri di tipo ciclope, con un corpo muscoloso, tozze zampe terminanti in zoccoli, una clava in mano e un'enorme testa di toro. In battaglia, usa potenti attacchi fisici e i giocatori devono distrarlo liberando delle bestie chimeriche dalle gabbie nell'area per impedirgli di usare un attacco mortale.

Final Fantasy TacticsModifica

Articolo principale: Minotauro (Tactics)

I minotauri compaiono in questo gioco come mostri casuali.
Il design del minotauro in questo gioco appare come un toro antropomorfo coperto da una folta pelliccia in vari puni del corpo, con lunghe corna da bufalo, robuste braccia ed enormi zoccoli.

La categoria comprende tre specie:

  • Wisenkin, di colore verde.
  • Minotauro, di colore rosso.
  • Sekhret, di colore viola.

Vagrant StoryModifica

I minotauri compaiono in questo gioco come nemici di livello medio alto. La specie principale è uno dei primi boss del gioco, ed è affrontata nella cantina del vino.
In questo gioco, il minotauro appare con un torso quasi completamente umano, una testa taurina ed enormi zampe posteriori terminanti in zoccoli, e brandisce come arma un martello dal manico lungo.

Questo gioco comprende tre specie di minotauro:

Final Fantasy: The 4 Heroes of LightModifica

Articolo principale: Minotauro (The 4 Heroes of Light)

Il minotauro appare in questo spin-off come boss e nemico comune. Può essere affrontato proprio all'inizio del gioco nelle caverne del nord, e in seguito riappare nel monte Gulg, nel castello delle sabbie mobili e nel faro misterioso.
L'aspetto del minotauro in questo gioco lo mostra come un gigantesco toro antropomorfo con enormi muscoli, corna ricurve e un'enorme mazza. In battaglia usa potenti attacchi fisici.

Bravely DefaultModifica

I minotauri appaiono in questo gioco come nemici di alto livello. La specie principale può essere incontrata nelle rovine Crepuscolo.
L'aspetto del minotauro in questo gioco è identico alla versione apparsa in The 4 Heroes of Light, ma più dettagliato grazie alla grafica migliore. In battaglia possono attaccare più volte in un turno e alcuni possono infliggersi lo status Berserk per diventare più potenti.

In questo gioco appaiono quattro specie di minotauro:

Bravely Second: End LayerModifica

I minotauri compaiono di nuovo in questo seguito con caratteristiche sostanzialmente invariate. appaiono in questo gioco come nemici di alto livello. La specie principale può essere incontrata sempre nelle rovine Crepuscolo.

In questo gioco ritornano tutte e quattro le specie di minotauro:

World of Final FantasyModifica

WoFF Minotaurus
Articolo principale: Minotaurus (World of Final Fantasy)

Il minotaurus compare in questo gioco come miraggio. Può essere affrontato e imprismato nella via catenata, dove appare interagendo con gli interruttori sbagliati, e può anche essere trasfigurato da un minitaurus. Un mostro simile è l'Asterius.
Il design del minotaurus in questo gioco è basato sulle incarnazioni classiche, ma ha un fisico più tarchiato, ha braccia e gambe molto esili, brandisce un martello dal manico lungo ed è bardato con un'armatura robotica con una testa di toro. Il minotaurus è un miraggio di taglia L, che può apprendere varie tecniche fisiche, tra cui l'attacco Ariete, che può combinare con Concentrazione per sferrare attacchi più potenti e sbilanciare facilmente le pile avversarie.

EtimologiaModifica

Il minotauro è una creatura originata dalla mitologia classica, rappresentata come un essere umano con la testa, e occasionalmente altre caratteristiche fisiche, di toro. Il nome significa "toro di Minosse" o "toro di Creta", e si narra fosse nato dalla perversa unione tra la regina Pasifae, sposa di Minosse di Creta, con un toro che il re non aveva voluto sacrificare a Poseidone: il figlio, chiamato Asterione, fu rinchiuso in un labirinto costruito da Dedalo, e Minosse lo usò per vendicarsi sul regno di Atene in seguito all'uccisione del suo figlio legittimo, ordinando che la città inviasse sette ragazzi e sette ragazze a Creta perché fossero dati in pasto al minotauro. Asterione fu infine ucciso dal principe Teseo, che riuscì poi a uscire dal labirinto grazie a un filo donatogli dalla sorellastra del mostro, Arianna.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.