FANDOM


Mateus
Alterazione delle forze oscure, governa e protegge tutti gli esseri di questo mondo. Si contrappone a Lahaver, il gran sacerdote dell'abisso, alterazione della luce. Il suo compito lo ha reso vittima dell'ingordigia e l'anima gli è stata rubata dall'Oscuro, causando la sua trasformazione in un dio maligno. Sfidando gli dei ha compiuto atti amorali, quali il rapimento della dea che presiede al mondo dei ghiacci per utilizzarla come scudo vivente. Sconfitto dall'immensa forza divina, con penose sofferenze fu scaraventato nei profondi abissi infernali.
—Descrizione

Mateus l'Immorale è una creatura ricorrente nel mondo di Ivalice.

Questa creatura rappresenta la costellazione e il segno zodiacale dei Pesci, ed è quindi rappresentata come un essere che ricorda un pesce, con grandi pinne che ondeggiano nell'aria. Mateus è in realtà composto da due entità distinte: una bizzarra struttura meccanica, che è il vero Mateus, e una dea dalla pelle azzurra, che ha incatenato a sé e che usa come scudo umano.

La sua prima apparizione risale a Final Fantasy Tactics Advance, in cui era un boss e un'invocazione speciale, ma in seguito è apparso in altri titoli della collana Ivalice Alliance come spirito d'invocazione associato all'elemento Gelo. In queste ultime, la storia di Mateus trae ispirazione dall'Imperatore Mateus, antagonista principale e boss finale di Final Fantasy II.

ComparseModifica

Final Fantasy XIIModifica

Mateus render
Articolo principale: Mateus (Final Fantasy XII)

Mateus appare in questo gioco come invocazione e boss. È il secondo dei cinque Esper incontrati nel corso della storia, ed è ottenuto all'interno del tempio di Miriam, dove sorveglia la Spada dei Re appartenuta al Re dinasta Raithwall.
Nell'edizione International e nel remaster HD del gioco, Mateus è affrontato anche al livello 16 della modalità Sfida.

Mateus è un Esper di livello 1 sbloccabile sulla scacchiera delle licenze per 25 LP, ed è di elemento Gelo. È permanentemente sotto l'effetto di Scan, dispone dell'opzione Perforareflex e, nelle edizioni Zodiac del gioco, Antivigore.
Mateus dispone di due tecniche esclusive: Crioshock, che infligge danni di Gelo a un solo nemico, e Onda polare, che infligge danni di Gelo a tutti i nemici in una vasta area.

Final Fantasy XII: Revenant WingsModifica

RW Mateus art
Egemone della più alta immoralità cui fa seguito il gelo assoluto.
—Descrizione
Articolo principale: Mateus (Revenant Wings)

Mateus ricompare in questo gioco come Esper. È invocato per la prima volta dal Giudice alato sull'isola di Arda, e la sua sconfitta permette di sbloccarlo sulla ruota dei patti e sblocca l'Apoteosi Esuberanza per Philo.

Mateus è un Esper d'Acqua di livello 3, che attacca dall'alto. Dispone di due attacchi: Crioshock, che causa danni ai nemici in linea retta, e Blizzaja, che causa danni ai nemici in un'area.

Final Fantasy XIVModifica

Mateus l'Immorale, con l'aspetto originale di Final Fantasy XII, ricompare in questo gioco online come boss. Introdotto nell'espansione Stormblood come parte della storia "Ritorno a Ivalice", è il primo boss affrontato durante la missione raid "Capitale regia di Rabanastre", e ha accesso a numerosi incantesimi di Gelo, incluse le sue abilità originali. Per la prima volta, la dea dei ghiacci che ha incatenata a sé può anche staccarsi, ma non potrà essere attaccata e congelerà i personaggi sul suo cammino.

Final Fantasy Tactics AdvanceModifica

Articolo principale: Mateus (Tactics Advance)

Mateus appare cronologicamente per la prima volta in questo gioco, come boss e invocazione. È uno dei cinque Totema che proteggono le razze di Ivalice, per esattezza quello associato agli umani, e l'ultimo affrontato durante la storia.
Due defis con l'aspetto di Mateus sono affrontati durante il secondo scontro con la regina Remedi.

Mateus può essere invocato da qualsiasi unità umana che possieda abbastanza PG, e il suo attacco causa pesanti danni non elementali a tutti i nemici sul campo, che saranno ridotti per tutte le unità umane.

Final Fantasy Tactics A2: Grimoire of the RiftModifica

Mateus compare nuovamente in questo capitolo come invocazione speciale. Si tratta dello Scion di elemento Gelo, e può essere invocato attraverso il Corsetto immorale, ottenuto come premio vincendo il torneo di Graszton.

Mateus può essere invocato da un'unità che equipaggi il Corsetto immorale. Il suo attacco Onda polare causa pesanti danni di Gelo a tutti i nemici sul campo.

CuriositàModifica

  • La dea dei ghiacci incatenata a Mateus rimanda all'invocazione ricorrente Shiva, di cui l'Esper è il sostituto in Final Fantasy XII. Non si tratta però effettivamente di Shiva, come dimostra la comparsa di questa invocazione contemporaneamente a Mateus in altri titoli di Ivalice.
  • Benché la dea incatenata a Mateus non sia parte del suo corpo, la sua testa si volta verso il bersaglio quando l'Esper sta per attaccare.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.