Sposa di Re Ondoria III di Ivalice e sorella consanguinea del duca Larg. Louveria divenne regina all'età di 20 anni e diede alla luce tre figli maschi. I primi due figli morirono poco dopo la nascita, lasciando il neonato principe Orinus come unico erede al trono. La salute precaria del re lo ha lasciato lontano dagli affari di stato, rendendo la regina l'effettiva sovrana di Ivalice.

La Regina Louveria Atkascha è un personaggio presente in Final Fantasy Tactics. Nella prima edizione del gioco era chiamata Regina Ruvelia.

Si tratta della regale consorte del re di Ivalice, ma è di fatto la vera leader del regno all'epoca degli eventi del gioco. Benché ricopra un ruolo importante nella storia, le sue azioni avvengono esclusivamente dietro le quinte e non fa alcuna comparsa fisica nel gioco, al di fuori di un ritratto e una descrizione nel menù Personaggi.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Orphan (crisi).pngPericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)

Regina di Ivalice[modifica | modifica sorgente]

Louveria era la sorella del duca Bestrald Larg, ed entrambi si erano frequentemente sostenuti reciprocamente nella loro vita. Ascese al trono come regina grazie al matrimonio con il re Ondoria Atkascha III, ma per i primi anni i tentativi di generare un erede non andarono a buon fine: due figli nacquero dalla loro unione, ma entrambi morirono giovanissimi per cause poco chiare.
Poiché Ondoria era molto fragile di salute, trovare qualcuno che gli succedesse era una questione piuttosto urgente, perciò il sovrano decise di adottare la sua sorellastra, la principessa Ovelia, come sua erede. Le cose cambiarono quando Louveria rimase nuovamente incinta e diede alla luce il terzo figlio, Orinus: la presenza di un figlio legittimo, per quanto ancora bambino, portò a dissidi nella corte riguardo chi dovesse effettivamente ereditare il trono.
Quando la salute di Ondoria peggiorò ulteriormente, Louveria prese le redini del regno come reggente, e la sua politica fu aspramente criticata dalla suocera, che sparì dalla scena dopo poco tempo. Le circostanze dietro la morte della regina madre non furono mai chiarite, ma voci persistenti affermavano che fosse stata fatta avvelenare da Louveria.

Il complotto[modifica | modifica sorgente]

Benché fosse stata ufficialmente nominata reggente solo di recente, Louveria aveva preso la maggior parte delle decisioni politiche del regno già da prima, poiché Ondoria non era mai stato adatto alla sua posizione, e si era dimostrata particolarmente assetata di potere. Con la salute del re che non accennava a migliorare, la decisione su chi dovesse ascendere al trono non poteva attendere oltre: Louveria, naturalmente, propose il proprio figlio Orinus, ma sua sfortuna anche Ovelia, in quanto figlia riconosciuta del precedente re Denamda IV, era fortemente sostenuta come erede.
Nel tentativo di ottenere il supporto dei nobili della corte, Louveria appuntò suo fratello, il duca Larg, come tutore e guardiano di Orinus: l'intenzione era che fosse lui a sedere sul trono come reggente finché il principino non avesse raggiunto la maggiore età, e in questo modo Louveria continuasse a comandare sotto la più modesta guisa della sua consigliera. Per raggiungere questo obiettivo, la regina non si sarebbe fermata davanti a niente.

Il cancelliere Glevanne, aiutante del principale sostenitore di Ovelia, il duca Druksmald Goltanna, disertò segretamente dal suo signore per lo schieramento opposto, ed escogitò un piano per assicurare a Larg la sua presa sul trono di Ivalice: poiché il solo modo per togliere di mezzo l'altra potenziale erede era eliminarla definitivamente, Glevanne propose di farla rapire e uccidere. Il piano prevedeva di inviare dei membri dell'ordine dell'orsa maggiore fedeli a Larg, travestiti da cavalieri dell'ordine della croce del sud fedele a Goltanna, al monastero di Orbonne dove Ovelia studiava e compiere il delitto lasciando l'impressione che fosse stato Goltanna a ordinarlo.

La prima parte del piano fu messa in atto con successo, quando il grosso dei cavalieri attirò le guardie del monastero fuori dalla porta principale e Delita, un altro di loro, rapì la principessa entrando dal retro.

Il complotto sventato[modifica | modifica sorgente]

Sfortunatamente, a completa insaputa della regina, Delita stava facendo il doppiogioco, e dopo aver portato Ovelia al sicuro espose Glevanne e i suoi piani a Goltanna. Glevanne fu quindi giustiziato per alto tradimento, e Goltanna accusò anche Louveria di aver fatto parte del complotto, ma la regina lo negò con fervore.
Su consiglio di Delita, Goltanna attaccò la città reale di Lesalia con le sue truppe, catturando Louveria e facendola imprigionare a forte Besselat. Il duca Larg, approfittando del caos, cercò di prendere la situazione in pugno e ufficializzare la legittimità di Orinus come erede al trono, ma Goltanna continuò ad opporvisi: i due nobili si scontrarono apertamente, dando inizio alla guerra dei leoni.

L'ordine dell'orsa maggiore combattè contro l'ordine della croce del sud presso forte Besselat, nel tentativo di liberare Louveria, ma non vi fu alcuna notizia di un risultato positivo. L'ormai ex regina scomparve dalla scena dopo quegli eventi, e nessuno seppe più nulla di lei.

Gli spoiler finiscono qui.

Gameplay[modifica | modifica sorgente]

Profilo personaggi[modifica | modifica sorgente]

Evento 1

Sposa di Re Ondoria III di Ivalice e sorella consanguinea del duca Larg. Louveria divenne regina all'età di 20 anni e diede alla luce tre figli maschi. I primi due figli morirono poco dopo la nascita, lasciando il neonato principe Orinus come unico erede al trono. Dopo la morte del re, la regina si sbarazzò rapidamente di chiunque le si opponesse, fossero anche membri della famiglia reale.

Evento 2

Sposa di Re Ondoria III di Ivalice e sorella consanguinea del duca Larg. Louveria divenne regina all'età di 20 anni e diede alla luce tre figli maschi. I primi due figli morirono poco dopo la nascita, lasciando il principe Orinus come unico erede al trono. È stata confinata a forte Besselat dopo essere stata accusata di aver rapito la principessa Ovelia per assicurarsi che suo figlio sedesse sul trono.

Evento 3

Sposa di Re Ondoria III di Ivalice e sorella consanguinea del duca Larg. Louveria divenne regina all'età di 20 anni e generò tre figli maschi. I primi due morirono poco dopo la nascita, lasciando il principe Orinus come unico erede. È stata confinata a forte Besselat, accusata di aver rapito la principessa dopo essere stata accusata di aver rapito la principessa Ovlia per assicurarsi che suo figlio sedesse sul trono. È scomparsa durante la battaglia che scoppiò lì poco dopo.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.