FANDOM


TAY Overworld Leonora PSP
Sai, questa ragazza non è un granché come sacerdotessa. Ma come mia alleata è davvero in gamba!
—Palom

Leonora è un personaggio giocabile di Final Fantasy IV: The After Years, ed è una dei nuovi personaggi aggiunti al cast del titolo precedente.

Giovane maga di grande talento, ha da poco iniziato l'apprendistato per diventare una sacerdotessa di Troia. Benché specializzata nella magia bianca, durante il gioco si addestra volontariamente all'uso della magie nere sotto la protezione del giovane Palom, il miglior mago nero di Mysidia.

Nel corso dell'avventura, si scopre che Leonora era già apparsa nell'originale Final Fantasy IV, sebbene non creditata.

ProfiloModifica

Aspetto fisicoModifica

Leonora è una giovane ragazza di ventiquattro anni, con un volto angelico, grandi occhioni azzurri e fluenti capelli biondi. I capelli, legati a coda di cavallo lasciando libero un grosso ciuffo sulla parte destra del volto, sono sormontati da una mitra azzurrina e decorati con un elaborato diadema azzurro, caratteristica comune nei personaggi disegnati da Akira Oguro.
Pur essendo solo una novizia, indossa un abito molto adatto al suo ruolo di futura sacerdotessa, forse anche più delle sacerdotesse stesse: il suo vestiario comprende una lunga e ampia toga blu, verde e gialla, con un secondo strato di stoffa azzurrina che copre le spalle e compone anche le maniche, molto larghe e lunghe ben oltre le mani. Dal fondo della toga è visibile una lunga sottoveste di pizzo bianco che tocca ampiamente terra. Completano il tutto un largo colletto bianco, una grossa gemma viola sul petto e un lungo paramento anteriore che parte dal petto e arriva quasi a terra. Le maniche così lunghe e il vestito ampio servono a mostrare il tipo di personaggio timido e innocente che la ragazza rappresenta.

PersonalitàModifica

All'inizio dell'avventura, Leonora appare come una ragazza umile e molto timida, che però aspira a diventare una brava sacerdotessa. Quando è affidata a Palom, è pienamente cosciente che il ragazzo non ha una gran voglia di sprecare il suo tempo, e accetta qualunque critica del suo mentore a testa bassa. L'unico momento in cui non può stare zitta è quando Palom mette in discussione la serietà dell'addestramento e del mestiere di sacerdotessa, cosa che arriva addirittura a farla infuriare. Il tempo passato con Palom aumenta l'autostima e le capacità della ragazza, ma in seguito è reso abbastanza evidente che parte della sua apparente sottomissione è dovuta al fatto che conosca già il suo maestro e sappia che tipo di persona sia. Leonora dimostra inoltre di essere molto più furba di quanto dia ad intendere, e anche di avere molto più buonsenso di Palom, rifiutando che questi metta in pericolo la sua vita cercando di ingannare un nemico troppo forte e salvandolo in extremis da morte certa.
Durante gli eventi opzionali dell'avventura di Palom, Leonora impara a vincere la sua timidezza anche nella taverna di Troia, dove inizialmente mostra imbarazzo quando viene trascinata sul palco a ballare, ma poi ammette di essersi addirittura divertita. Nonostante ciò, non si mostra particolarmente contenta di vedere il contenuto di un numero di Playhoo. Nella taverna "Dalla regina", è inoltre possibile acquistare per lei uno speciale set di equipaggiamento, palesemente ispirato a un completo da dominatrix con tanto di frusta, cosa piuttosto ironica considerato che Leonora è probabilmente la ragazza più casta dell'intero gioco.

StoriaModifica

Orphan (crisi)Pericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)

Leonora era nata nella città dei maghi di Mysidia, due anni prima della nascita di Palom e Porom. Quando aveva sette anni, fu testimone del trionfale ritorno dei due gemelli a Mysidia dopo che erano stati dati per morti e, dopo la scomparsa della seconda luna, la bambina ebbe anche l'occasione di incontrare Palom di persona: il giovanissimo mago nero le raccontò le sue avventure assieme al paladino Cecil Harvey, prima di essere richiamato al dovere dalla gemella Porom.

Pur avendolo conosciuto per poco tempo, Leonora trovò simpatico il maghetto, ma non ebbe occasione di rincontrarlo per molto tempo: qualche anno più tardi, infatti, partì alla volta di Troia assieme alla sua famiglia, dove iniziò presto il tirocinio di sacerdotessa.

Addestamento di magiaModifica

Le strade di Leonora e Palom si incrociarono di nuovo otto anni dopo la partenza della ragazza, quando le sacerdotesse inviarono un messaggio al patriarca di Mysidia, richiedendo un insegnante che addestrasse una nuova sacerdotessa in sostituzione di una di loro che si era ammalata. Un mese dopo, Palom arrivò a Troia, dove le sacerdotesse gli presentarono la timida Leonora come la novizia che avevano scelto.
Quando Palom rivelò di essere un mago nero, le sacerdotesse rimasero sorprese, poiché generalmente erano addestrate dai maghi bianchi, ma Leonora affermò di non avere problemi a imparare la magia nera. Le sacerdotesse si chiesero perché mai il patriarca avesse inviato proprio Palom, ma accettarono che il ragazzo insegnasse la magia nera a Leonora. Sfortunatamente, le cose non cominciarono sotto i migliori auspici, visto che Palom sembrava volutamente provocare Leonora con battute sarcastiche e velati insulti.

Palom e Leonora s'incamminarono verso la torre dei cimenti, dove la ragazza recitò una preghiera per spezzare il sigillo che impediva l'entrata. Leonora si rivolgeva al suo maestro con formalità, ma il ragazzo non sopportava di essere chiamato "Lord", e le chiese di chiamarlo solo Palom, visto che lei era pure più grande di lui di due anni.
Leonora attraversò la torre dei cimenti e imparò a controllare le tre magie nere fondamentali, Fuoco, Tuono e Bufera, combattendo contro marionette appositamente preparate da Palom e accettando a testa bassa i suoi commenti sarcastici. Quando Palom le chiese perché volesse imparare la magia nera, probabilmente temendo che volesse seguire il cammino del saggio che a lui era stato invece negato, Leonora non seppe rispondergli con chiarezza.

Quando i due raggiunsero la cima della torre e trovarono il sigillo monastico, Palom rimase stupito e deluso dal fatto che fosse sufficiente scalare una torre e leggere delle iscrizioni su una pietra per diventare una sacerdotessa. Questa fu la goccia che fece traboccare il vaso per Leonora, che lo rimproverò per aver insultato le sacerdotesse che erano state la sua famiglia.
Palom le chiese scusa, ma la ammonì di non fermarsi mai a quello che è necessario fare e non riposare sugli allori solo perché ha talento, muovendo una sottile critica a se stesso e alla sua arroganza.

La difesa del cristalloModifica

Una volta tornati dall'addestramento, Palom chiese alle sacerdotesse se per caso non ci fosse qualcos'altro dietro l'addestramento di Leonora: se le sacerdotesse si addestravano solo con la magia bianca, sembrava strano che la torre dei cimenti fosse piena di mostri. Le sacerdotesse risposero che l'addestramento era stato deciso per motivi precauzionali, e i tempi erano maturi perché potesse essere messo in pratica: c'erano movimenti sospetti nel regno di Baron.
Palom non voleva credere che re Cecil potesse essere sul piede di guerra: non era tipo da permettersi cose del genere dopo diciassette anni di pace. Sfortunatamente, sia Palom che Leonora avvertirono una sensazione di paura emessa proprio dal cristallo della terra, segno che qualcosa stava davvero per accadere. Il giorno successivo, i timori delle sacerdotesse si avverarono: una flotta aerea di Baron si stava dirigendo verso Troia.

Palom decise di portare preventivamente via il cristallo della terra, e Leonora insistette per accompagnarlo, in quanto suo dovere di sacerdotessa. Leonora prese il cristallo, ma quando fece per uscire, una misteriosa donna entrò nella sala delle sacerdotesse, reclamando il cristallo. Leonora guidò Palom attraverso un passaggio segreto che conduceva ai canali del castello di Troia, costruito dalle stesse sacerdotesse proprio per situazioni di emergenza come quella.
Una volta fuori, Leonora propose di nascondere il cristallo nella caverna magnetica, dove sarebbe stato al sicuro dai soldati con armi e armature di metallo. I due usarono un chocobo nero per raggiungere l'isola in cui si trovava la caverna, schivando per poco i colpi delle navi di Baron che li avevano intercettati. All'interno della caverna, Palom suggerì a Leonora di tornare a Troia, per evitare di farsi del male, ma la ragazza rifiutò categoricamente di lasciarlo solo senza magia bianca. Palom si chiese se fosse legge che tutte le maghe bianche dovessero essere testarde, ma non cercò di insistere oltre.

Leonora seguì Palom attraverso la caverna, e gli rivelò il percorso da compiere per non fare un salto nel vuoto. I due raggiunsero finalmente la camera del cristallo, proprio mentre i soldati di Baron stavano entrando pian piano nella caverna senza armi. Leonora pose il cristallo nella camera, ma Palom disse che ormai era finita per loro: i soldati li avrebbero raggiunti, prima o poi, e non sarebbero stati in grado di sconfiggerli tutti. La ragazza rimase sorpresa che Palom dicesse una cosa del genere, affermando che non era da lui arrendersi così. Palom le chiese come facesse a dire cosa non era da lui, ma prima che Leonora potesse rispondere, accadde qualcosa di cui la ragazza non era a conoscenza: all'interno della camera errava ancora lo spirito dell'elfo oscuro, la creatura che aveva rubato il cristallo della terra diciassette anni prima.
Sentendo il potere del cristallo, l'elfo oscuro riprese la sua forma fisica e attaccò i due maghi trasformandosi in un drago oscuro. Il potere della creatura stava per sopraffare Palom e Leonora, ma improvvisamente l'aria attorno iniziò a gelare, e una forte bufera invase la camera del cristallo e distrusse il drago. Non era neve, ma polvere di diamante: era l'Eidolon Shiva.

Improvvisamente, la ragazza misteriosa entrò nella camera e, rifiutandosi di perdere tempo in chiacchiere, ordinò a Palom di consegnarle il cristallo, o lo avrebbbe preso con la forza. Palom disse a Leonora di consegnargli il cristallo e fuggire, e Leonora eseguì, teleportandosi al sicuro mentre il ragazzo si pietrificò con il cristallo addosso. Leonora capì cosa voleva fare il suo maestro, e capì anche che sarebbe stato un sacrificio inutile. Decise quindi di tornare nella camera del cristallo e salvarlo: la ragazza misteriosa non si sarebbe fatta alcun problema a distruggere il suo corpo per recuperare il cristallo.
Leonora depietrificò Palom e il ragazzo la rimproverò per questo: secondo lui la ragazza misteriosa stava solo bluffando. Leonora gli disse che era lui quello che bluffava, come aveva sempre fatto fin da piccolo, e gli rivelò di essere proprio quella bambina con cui diciassette anni prima si era vantato del suo "fantastico Bufera".

Palom confermò che Leonora, pur non valendo granché come sacerdotessa, era una partner perfetta. I due maghi affrontarono la ragazza misteriosa a testa alta, sfoderando un potere immenso, ma sfortunatamente non bastò a sconfiggere la forza combinata di un Eidolon e una Maenad. Leonora si accasciò accanto a Palom e la ragazza misteriosa si limitò a portare via il cristallo della terra mentre Shiva avvolgeva ogni cosa nel ghiaccio.

Il ritrovoModifica

Congelati nella caverna magnetica dai poteri di Shiva, Palom e Leonora furono salvati in seguito da Rydia, Edge, Luka e un misterioso uomo in nero, che fermarono la dea dei ghiacci e liberarono i due maghi. I due riposarono a bordo del Falcon per un po' di tempo, ma quando si scoprì che la nuova luna si stava minacciosamente avvicinando al pianeta, entrambi decisero che non sarebbero stati con le mani in mano e avrebbero accompagnato tutti gli altri nel loro viaggio.

Durante l'esplorazione del profondo sotterraneo della luna, Leonora ebbe l'occasione di incontrare Porom. Rivelò alla maga bianca di non essere più tanto certa di servire a qualcosa nel viaggio, e di temere di essere solo un peso. Porom la rassicurò dicendole che Palom stesso aveva insistito perché venisse anche lei, facendole capire che il mago nero nutriva una profonda fiducia nelle sue capacità. Leonora disse di essere contenta, e di aver dimenticato la paura che avrebbe dovuto avere.
Improvvisamente, la discussione tra le due fu interrotta dall'arrivo di Luka, che senza alcun preambolo chiese alla sacerdotessa che genere di "rapporto" avesse con Palom: la giovane principessa nanica aveva una cotta per il ragazzo. Leonora si mostrò visibilmente imbarazzata, e non seppe cosa rispondere, ma la principessa le chiese solo di rispondere se le piacesse oppure no... e la risposta fu un sicuro "Sì". Non visto, Palom aveva origliato la conversazione, e commentò quanto le donne potessero diventare pericolose.

Dopo la sconfitta del Creatore e la distruzione della seconda luna, Leonora tornò a Troia per compiere il suo dovere di sacerdotessa. Qualche giorno più tardi, tuttavia, si presentò a Mysidia e rivelò agli increduli Palom e Porom di aver deciso di abbandonare il suo incarico per seguire un nuovo sogno: diventare un saggio a tutti gli effetti, sotto la loro guida.

Gli spoiler finiscono qui.

GameplayModifica

TAY Leonora

Leonora inizia la sua avventura durante la storia di Palom: entra in squadra a livello 3 ed equipaggiata con un'Asta, un Cappello piumato, un Completo di Gaia e un'Armilla di ferro. Si unirà poi permanentemente alla squadra durante la storia finale, conservando il livello e l'equipaggiamento che aveva alla fine della storia di Palom. L'equipaggiamento di Leonora comprende le aste, le ferule, gli archi e le frecce. Può inoltre equipaggiare l'arma speciale Frusta della regina, che le consente di usare una speciale abilità di gruppo in congiunzione con Rydia, Izayoi e Harley.
Durante la storia di Palom, Leonora si unisce alla squadra durante la visita al castello di Troia, e sarà anche il solo membro controllabile per una minuscola sezione delle fasi finali dell'avventura. Durante la storia finale, Leonora deve essere salvata dall'incantesimo di Shiva assieme a Palom nella caverna magnetica, ma non si unirà ufficialmente al gruppo fino all'arrivo sulla luna.

All'inizio della storia, Leonora dispone ovviamente di statistiche molto basse e un'utilità in battaglia praticamente nulla, ma fortunatamente basteranno pochi scontri per renderla meno fragile. Sfortunatamente, le sue statistiche continueranno a non essere particolarmente eccelse, e alcune di esse sono tra le più basse del gioco a livello 99. Trattandosi di una guaritrice, può essere più utile farla combattere nelle retrovie, mentre il suo arsenale di magie nere, per quanto potente, è anche molto limitato. Le magie d'attacco sono apprese con una frequenza molto lenta, e le più potenti sono apprese solo una volta passato il livello 75. Allo stesso tempo, Leonora è una di soli tre personaggi a poter apprendere l'abilità Bimagia, assieme a Palom e Porom, e conoscere contemporaneamente le magie bianche e le magie nere la rende la scelta migliore per sfruttarne gli effetti.
Durante la storia di Palom, se si visita la taverna "Dal re" e si trova il numero di Playhoo, si può decidere di mostrarlo a Leonora: il risultato sarà una scenetta comica, che però renderà impossibile recuperare la rivista.

StatisticheModifica

Sprite
TAY Leonora WiiTAY Leonora PSPTAY Leonora IOS
Ritratti
TAY Ritratto Leonora WiiTAY Ritratto Leonora PSPTAY Ritratto Leonora IOS

PV - 110
PM - 30
Forza - 5
Rapidità - 3
Resistenza - 4
Acume - 5
Spirito - 8

AbilitàModifica

Magia nera
Magia Livello Magia Livello Magia Livello
Fuoco?*Torre dei cimenti, sparisce dopo aver sconfitto Mini rosso Magia di pratica Veleno 15 Buferara 44
Bufera?*Torre dei cimenti, sparisce dopo aver sconfitto Mini blu Magia di pratica Morfeo 22 Tuona 47
Tuono?*Torre dei cimenti, sparisce dopo aver sconfitto Mini giallo Magia di pratica Stop 30 Fuocoga 78
Fuoco*Dopo aver sconfitto Mini rosso Evento Parassita 80 Buferaga 51
Bufera*Dopo aver sconfitto Mini blu Evento Osmosi 39 Tuonoga 82
Tuono*Dopo aver sconfitto Mini giallo Evento Fuoca 41 Vampalia 85
Magia bianca
Magia Livello Magia Livello Magia Livello
Energia Default Lentezza 13 Levita 40
Libra Default Egida 17 Dissipatio 42
Esna Default Mutismo 19 Energiga 45
Teleporto Default Berserk 23 Fretta 51
Rinascita Default Guscio 25 Reflex 54
Vista 8 Mini 32 Energija 57
Blocco 11 Caos 35 Miracolo 62
Energira 12 Elusione 38 Sacro 70

Abilità di gruppoModifica

Abilità Membri PM
Un po' di magia nera Palom + Leonora 10
Un allenamento alla magia nera.
Piros particellare Palom + Leonora 20
Infligge gravi danni non elementali a un nemico.
Ondata di gelo Leonora + Izayoi 25
Scatena un gelido incantesimo di Gelo su tutti i nemici.
Magia immacolata Rosa + Porom + Leonora 99
Invoca una magia devastante concentrando l'energia di tre membri della squadra.
Sottomissione Rydia + Leonora + Izayoi + Harley 11
Trasforma misteriosamente il nemico colpito in un porcello (armi specifiche).
Palom nei cieli Palom + Porom + Luka + Leonora 30
Palom riceve il potere del Tuono per attaccare tutti i nemici (armi specifiche).
Crollo gelido Palom + Luka + Leonora 35
Congela e frantuma un nemico (armi specifiche).
Infinito Rosa + Rydia + Palom + Porom + Leonora 60
Combina il potere di 5 alleati per scatenare un potente attacco magico.
Tripla calamità Rydia + Palom + Leonora 20
Lancia una rapida serie di incantesimi di magia nera.
Pan di folletto Porom + Leonora 40
Implora il potere dei cieli di sferrare un attacco sacro contro un nemico.
Turbine di petali Porom + Luka + Ursula + Leonora 50
Centra il punto debole del nemico con un attacco magico di precisione letale.

EquipaggiamentoModifica

Armi
Aste Asta - Asta curativa - Asta di mithril - Spirale psichica - Asta protettiva - Asta potente - Asta aurale - Asta del maestro - Asta del saggio - Mazza del serafino - Asta runica
Ferule Ferula - Ferula gelum - Ferula focum - Ferula curativa - Ferula di tuono - Ferula di Lilith - Ferula mutaforma - Ferula del mago - Ferula rigenerante - Ferula fatata - Ferula stellare
Archi Arco - Balestra - Arco grandioso - Arco assassino - Arco elfico - Arco di Yoichi - Arco di Artemis - Arco di Perseo
Fruste Frusta della regina
Protezioni
Scudi Scudo di adamantite
Testa Maschera della regina - Cappello di cuoio - Fascia hachimaki - Cappello piumato - Berretto verde - Cappello a punta - Fascia metallica - Cerchietto - Berretto - Fascia chakra - Mitra del saggio - Maschera goblin - Cappello da ufficiale - Forcina dorata - Ipnocorona - Cappuccio del gatto - Velo mistico - Fiocco - Elmo di adamantite - Maschera di vetro
Corpo Veste - Veste del bardo - Veste di cuoio - Abito ninja - Completo di Gaia - Pettorale di bronzo - Completo shinobi - Completo kenpo - Cotta del saggio - Collant della regina - Veste del mago - Pettorale d'argento - Veste nera - Tunica di Mist - Vestito di rosa - Cintura nera - Veste del professore - Toga dell'esorcista - Veste rossa - Veste della luce - Fascia potente - Veste del saggio - Cotta di Minerva - Armatura rosa - Armatura di adamantite
Mani Anello maledetto - Anello di rubino - Guanti della regina - Armilla di ferro - Armilla potente - Talismano - Polsiera iper - Armilla d'argento - Armilla runica - Armilla di giada - Anello protettivo - Guanti di adamantite - Anello di cristallo - Anello del budino - Anello sprint - Anello economico - Anello prolunga - Anello del richiamo - Anello limite - Stella singola - Stelle gemelle - Anello rapido - Anello rapido v2 - Fascia guil - Fascia guil v2 - Fascia livello - Fascia livello v2 - Fascia rarità - Fascia rarità v2 - Cacciatesori - Cacciatesori v2

Altre comparseModifica

Pictlogica Final FantasyModifica

Leonora appare come personaggio giocabile in questo spin-off per smartphone.

 
PFF Leonora

EtimologiaModifica

Leonora è un diminutivo del nome "Eleonora", che deriva dal greco e significa "Luce", o "Lucente".

CuriositàModifica

  • Durante l'addestramento con le magie di prova nella torre dei cimenti, è possibile rivolgere le magie di Leonora contro Palom, che risponderà di fare attenzione a dove mira. Se inoltre Leonora dovesse rimanere senza PM, cosa possibile solo attaccando in continuazione Palom, seguirà un commento da parte del mago e Leonora userà un elisir su di sé.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.