FANDOM


Lakshmi

Lakshmi è uno spirito d'invocazione apparso in alcuni titoli della serie Final Fantasy.

Questo essere dall'aspetto di una bellissima dea è un'invocazione dalle grandi capacità curative, che allevia le sofferenze del proprio invocatore e dei suoi alleati avvolgendoli nel suo Abbraccio seducente.

Originariamente apparsa in uno solo dei titoli di rilievo dell'era SNES della serie, è stata riportata alla luce in tempi più recenti, attraverso comparse e citazioni, sia nella saga regolare, sia negli spin-off.

ComparseModifica

Final Fantasy VIModifica

Una guaritrice ancora più potente di Seraph. Questo Esper allevia la fatica e ripristina PV.
—Descrizione
Articolo principale: Lakshmi (Final Fantasy VI)

Lakshmi, originariamente conosciuta come Starlet, compare per la prima volta in questo gioco come Esper. La sua magilite può essere ottenuta sconfiggendo il boss opzionale Chadarnook nella villa di Owzer nel mondo in rovina.

La magilite di Lakshmi insegna le magie Energia, Energira, Energiga, Rigene ed Esna, garantisce un bonus alla Resistenza quando l'utilizzatore sale di livello, e permette di invocare l'Esper in battaglia per 74 PM. Il suo attacco Abbraccio seducente ha potenza base 34 e ripristina una buona quantità di PV a tutta la squadra.

Final Fantasy XIVModifica

FFXIV Lakshmi
Articolo principale: Lakshmi (Final Fantasy XIV)

Lakshmi ritorna in questo capitolo online come boss. È il primordiale che rappresenta la dea protettrice della razza semiumana delle Ananta, invocata dalla fazione Qalyana per vendicare un torto subito da parte dell'Impero garleano. Sfortunatamente, la loro idea di Lakshmi rappresentava la bellezza dei sogni, e il primordiale intende alleviare ogni cosa dal peso della realtà avvolgendola con il suo abbraccio, cosa che spinge il guerriero della luce a distruggerla.

Final Fantasy XVModifica

Lakshmi fa un particolare cameo in questo gioco. Si tratta del nome di un dipinto a olio, rappresentante una donna con un abito rosso, conservato in una sala sotterranea di Altissia, che al momento in cui i protagonisti arrivano in città sembra essere posseduto da una misteriosa entità. In riferimento al primo titolo in cui è apparsa, il dipinto di Lakshmi rilascia il daemon Chadarnook quando si accetta la missione di caccia ad esso dedicato.

Final Fantasy Dimensions IIModifica

Lakshmi appare in questo gioco come esper. Ne esistono tre varianti, una utilizzabile da Aemo, le altre due utilizzabili da Deathlord, e tutte e tre sono ottenute durante eventi secondari.

Le due versioni di Lakshmi accessibili a Deathlord sono invocazioni di elemento Luce, e usano l'attacco speciale Alluring Embrace, con cui ripristinano HP alla squadra e ne aumentano la velocità d'azione. Permettono inoltre a Wrieg di usare rispettivamente le abilità Pulse of Life e Mighty Wall.

Final Fantasy Brave ExviusModifica

Articolo principale: Lakshmi (Brave Exvius)

Lakshmi appare in questo spin-off per smartphone come esper. Può essere affrontata nel castello senza signore, e una volta sconfitta può essere ottenuta come invocazione.

Lakshmi è un'invocazione d'attacco che supporto che permette di sbloccare un gran numero di abilità curative. Il suo attacco Alluring Embrace ripristina dal 50% al 75% degli HP della squadra a seconda del rango.

Mobius Final FantasyModifica

Mobius FF Lakshmi
Una dea della fortuna, la cui danza intricata favorisce la buona sorte a chi la venera.
—Descrizione

Lakshmi appare in questo gioco come carta di elemento Vento. Permette a WoL di usare l'abilità Windwave, che causa danni d'Acqua a tutti i nemici. Infligge inoltre più danni se usata da una classe di tipo Ranger.

EtimologiaModifica

Lakshmi, anche chiamata Lakṣmī, è una divinità della mitologia indù. Sposa di Vishnu, è associata a molte cose, tra cui l'abbondanza, la fortuna, la saggezza, il destino e la luce, e secondo il mito scaturì dall'oceano di latte quando fu zangolato dagli dei per ottenere il nettare dell'immortalità.

Lakshmi è anche associata al fiore di loto, motivo ricorrente nella sua incarnazione di Final Fantasy XIV.

CuriositàModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.