FANDOM


Koyokoyo art
Bizzarre creature comparse dopo l’abbattimento di oggetti volanti non identificati.
—Evocacompendio

Il Koyokoyo è una piccola creatura apparsa in alcuni titoli della serie Final Fantasy.

Bizzarro essere bluastro con un'antenna luminosa sul capo, si tratta di un visitatore arrivato da un altro mondo a bordo di un UFO, quasi sempre pacifico e curioso verso i luoghi che visita, ma altrettanto propenso a mettersi nei guai per la sua inesperienza con l'ambiente alieno che lo circonda.

Il koyokoyo è apparso per la prima volta in Final Fantasy VIII, come parte di una missione secondaria, ma ha fatto qualche apparizione occasionale in altri titoli della serie, sia regolari che spin-off.

ComparseModifica

Final Fantasy VIIIModifica

Koyokoyo
Articolo principale: Koyokoyo (Final Fantasy VIII)

Il koyokoyo appare per la prima volta in questo gioco, come personaggio secondario e boss. Può essere incontrato nel cratere lasciato dal Garden di Balamb dopo aver distrutto il suo UFO.

Il koyokoyo ha intenzioni pacifiche e non attacca, limitandosi a chiedere al giocatore degli Elisir per riprendersi: accontentare la sua richiesta permetterà di ottenere la sua carta, un pezzo unico ottenibile solo in questo modo. È anche possibile sconfiggerlo o divorarlo, per ricevere in cambio un Acceleratore.

Final Fantasy XModifica

Il koyokoyo appare in questo gioco come cameo. Assieme ad altre creature ricorrenti, i peluche Koyokoyo fanno parte della categoria di armi usata dalla maga nera Lulu.

Le bambole con l'aspetto di koyokoyo portano tutte il nome "sidereo", sono associate esclusivamente alla barra Turbo.

Final Fantasy X-2Modifica

Il koyokoyo ritorna in questo seguito come cameo. Una bambola con il suo aspetto è usata come arma da Rikku quando usa la looksfera: attraverso di essa, Rikku fa uso dell'attacco speciale Amico astrale.
Nell'edizione International e nel remaster HD del gioco, dei koyokoyo veri e propri appaiono nelle storie dei mostri catturati: nel finale della storia di Thytan, il gigante di ferro si rivela essere un automa pilotato dal piccolo alieno per interagire con il popolo di Spira; nel finale della storia di Monte MaiMai, un koyokoyo esce dal suo guscio dopo esservi rimasto intrappolato, facendo sciogliere la lumaca nell'acqua salata.
Un koyokoyo è anche l'icona del file di salvataggio nella schermata della memory card della PlayStation 2.

Final Fantasy XIIIModifica

Il koyokoyo fa in piccolo cameo in questo gioco. La sagoma nera della creatura può essere vista su alcuni segnali stradali di Palumpolum ed Eden. L'immagine appare anche nelle lattine di ginger vendute nelle città, il che implica che sia una mascotte della compagnia che produce la bibita.

Final Fantasy XIII-2Modifica

Koyokoyo XIII2
Articolo principale: Koyokoyo (Final Fantasy XIII-2)

Il koyokoyo appare in questo gioco come boss. Si tratta di un personaggio DLC affrontabile nell'arena, in una battaglia che richiede di distruggere un intero esercito di queste creature e il loro UFO.
L'icona del koyokoyo appare ancora sui segnali stradali di Academya nel gioco principale.

Il koyokoyo svolge il ruolo di Terapeuta, è un mostro precoce specializzato nelle statistiche magiche, e può apprendere diverse abilità curative. Il suo istinto bestiale è Dammi un oggetto!, che aumenta le probabilità di ricevere oggetti dai nemici.

Dissidia Final FantasyModifica

Il koyokoyo compare in questo gioco come evocagemma. Può essere ottenuto come bonus di livello nell'Odissea del destino VIII.

Quando è evocato, il koyokoyo usa Acceleratore, che dimezza l'Audacia dell'utilizzatore, per poi aumentarla gradualmente di 99 punti per un periodo di tempo. L'evocazione del koyokoyo può essere attivata in qualunque momento.

Dissidia 012 Final FantasyModifica

L'evocagemma del koyokoyo ritorna in questo gioco con caratteristiche invariate. Può essere acquistata nel negozio moguri di Cornelia per 50 KP, ma solo dopo aver ottenuto almeno 710 KP totali.

Theatrhythm Final FantasyModifica

Koyokoyo Theatrhythm
Un'alieno da un altro mondo, il cui aspetto fragile spinge le persone a proteggerlo. Necessita di Elisir per riparare il suo UFO rotto, e gli sprovveduti che si fanno intenerire dal suo aspetto lo accontentano sempre, senza conoscere i suoi veri piani...
—Descrizione

Il koyokoyo compare come nemico nei livelli battaglia di questo spin-off.

Theatrhythm Final Fantasy Curtain CallModifica

Il koyokoyo ritorna in questo gioco con caratteristiche sostanzialmente invariate.

Mobius Final FantasyModifica

Una strana creatura dallo spazio profondo.
—Descrizione

Il koyokoyo appare in questo gioco come nemico. Numerosi elementi di questa specie, suddivisi in varianti associate agli elementi, possono essere affrontati durante determinati eventi, come "L'attacco dei Koyokoyo".
Vari spiriti con l'aspetto di koyokoyo possono essere acquistati nel negozio della radura degli spiriti.

I vari tipi di koyokoyo hanno anche delle carte abilità associate. Ciascuna carta permette a WoL di usare un'abilità che attribuisce l'elemento della carta alla sua arma per quattro turni.

Final Fantasy: UnlimitedModifica

Il koyokoyo fa un brevissimo cameo in questa serie animata, come parte della console di comando del sottomarino di Cid.

Comparse esterne a Final FantasyModifica

Kingdom Hearts IIModifica

Un modello di Gummiship sbloccabile durante il gioco è chiamata con il nome americano di Koyokoyo, PuPu, e ha l'aspetto di tre UFO simili a quello del piccolo alieno.

EtimologiaModifica

"Koyokoyo" deriva da un termine onomatopeico giapponese, udibile in numerosi anime e videogiochi, che nel caso del piccolo alieno indicherebbe il rumore emesso dai suoi passettini. In inglese è conosciuto come PuPu, altro suono più o meno simile.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.