FANDOM


Io sono Ifrit... Sono esistito per molti anni, sigillato tra le pagine di questo libro... Solo coloro che possono sopportare le mie fiamme avranno il privilegio di invocarmi!
—Ifrit

Ifrit è un'invocazione presente in Final Fantasy V.

Questo demone umanoide dalla pelle olivastra e dalle lunghe corna è lo spirito d'invocazione di elemento Fuoco, che appare sul campo di battaglia per avvolgere nel fuoco dell'inferno i nemici del suo invocatore.

StoriaModifica

Orphan (crisi)Pericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)

Ifrit era uno spirito d'invocazione apparso nella biblioteca degli Antichi, che da tempo immemore sfruttava il proprio controllo sul fuoco per tenere a bada i demoni che infestavano i libri e gli scaffali presenti nell'edificio. In tutta la biblioteca non c'era creatura che non lo temesse, ma, in un momento imprecisato, il terribile Byblos riuscì a sigillarlo in un volume nascosto nei sotterranei. Ifrit fu così costretto ad attendere che qualcuno trovasse il libro e lo liberasse... ma non avrebbe concesso il suo potere ai deboli di spirito.

Diverso tempo dopo, Bartz, Lenna, Galuf e Faris si addentrarono all'interno della biblioteca alla ricerca del giovanissimo studioso Mid Previa, che si era recato nei sotterranei e non era più tornato. Sfortunatamente, uno scaffale posseduto rifiutava di lasciarli proseguire e, in cerca di un'altra via, i quattro guerrieri della luce s'imbatterono nel volume in cui albergava Ifrit.
Finalmente libero, lo spirito del fuoco sfidò in battaglia il gruppo per testare la loro forza, ma fu infine sconfitto. Ifrit concesse quindi il proprio potere ai guerrieri della luce, e la sua presenza mise finalmente in riga lo scaffale burlone, permettendo al gruppo di proseguire.

Ifrit accompagnò i guerrieri della luce durante il loro viaggio, aiutandoli con il suo fuoco contro demoni di ogni sorta. Fu anche per sua intercessione che lo spirito Ramuh concesse il proprio potere ai guerrieri della luce dopo che questi lo sconfissero in battaglia.

Gli spoiler finiscono qui.

GameplayModifica

Ifrit è una delle sole due invocazioni che vanno obbligatoriamente ottenute nel corso della storia. Può essere affrontato e ottenuto in una stanza con un vicolo cieco nella biblioteca degli Antichi, e la sua presenza è necessaria per superare lo scaffale infestato che blocca la strada verso i sotterranei.

Quando il giocatore affronterà l'invocazione Ramuh, avverrà un breve scambio di battute tra lui e Ifrit dopo la sua sconfitta.

InvocazioneModifica

Ifrit è un'invocazione di livello 2 che richiede 11 PM per essere richiamata. Il suo attacco Fiamme infernali ha potenza base 45, e causa danni di Fuoco a tutti i nemici.
Quando è invocato, Ifrit appare in mezzo al campo di battaglia e avvolge i nemici in quattro colonne di fuoco rotanti.

Se Ifrit è invocato contro i boss Byblos e Apanda, si attiveranno azioni speciali da parte di questi ultimi: Byblos contrattaccherà con due magie di stato, mentre Apanda si spaventerà e salterà il suo turno. Byblos ha inoltre una battuta di dialogo alternativa in caso sia sconfitto dall'invocazione di Ifrit.

BossModifica

Articolo principale: Ifrit (Final Fantasy V boss)

Ifrit è affrontato nel corso della trama principale, nella biblioteca degli Antichi. Si tratta di un boss piuttosto potente per il punto del gioco in cui è affrontato, ma la sua debolezza all'elemento Gelo e a diversi status alterati renderà lo scontro molto più semplice di quanto non sembri.

Ifrit è anche una delle forme che possono essere assunte dal nemico mutaforme, ma in questo caso avrà accesso solo a un attacco e manterrà le affinità elementali della forma base.

GalleriaModifica

 
Ifrit FFV
 
FFV Fiamme infernali GBA
 
FFV Fiamme infernali IOS

CuriositàModifica

  • Nelle sprite di Ifrit prima dell'edizione per smartphone del gioco, il suo volto era completamente oscurato dall'ombra del braccio, mostrando solo la luce degli occhi. La sprite rivisitata ne mostra invece più chiaramente i lineamenti, incluso il naso e le folte basette ai lati del volto.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.