Ashoor.png

Il Gug è un nemico apparso in Final Fantasy X-2.

I gug erano enormi giganti coperti di folta pelliccia viola, con quattro braccia muscolose. Aggressivi e violenti, sconfiggevano chiunque li affrontasse con la sola forza dei loro pugni e, se alzavano le braccia in segno di provocazione, sferravano devastanti contrattacchi.
Potenziati dai lunioli, diventavano ancora più pericolosi e acquisivano la capacità di usare le magie e altri assi nella manica.

Battaglia

Normale: In battaglia è aggressivo e crudele. A volte si mette in guardia e aspetta, ma forse è solo una strategia.
Ultraecho: La situazione era già poco chiara in precedenza, e in Ultraecho è peggiorata notevolmente. Ora sa usare le magie d'attacco.

Il gug è un nemico che appare frequentemente in coppia o con altri mostri quali il tindalos, e il suo aspetto, unito alle sue dimensioni, lascia intendere che debba essere il primo mostro su cui concentrarsi. Il nemico dispone di un potenziamento innato di 10 punti alla DIF fisica, è sufficientemente rapido da attaccare quasi senza sosta e ha la capacità di sferrare potenti contrattacchi a due mani quando alza le braccia in posizione difensiva. Un buon modo per renderlo più malleabile è annullare il suo bonus tramite l'abilità Ristagno del look Samurai.
Quando passa allo stato di Ultraecho, il gug perde il bonus alla DIF fisica, ma ottiene la capacità di usare le quattro magie elementali di terzo livello e Flare, e se si trova in difficoltà può anche fare uso della Materioscura.

Statistiche

Numero #062 Ultraecho Yes check.png Capitolo 1 2 3 4 5
Specie Gigante Cattura Yes check.png Posizione Oltremondo, Dedalo segreto
Menu delle creature Arena dei mostri
Luogo Tempio di Djose Dimensioni M Squadre Nati all'inferno
Sblocca Capitolo 5, dopo aver visitato la cava delle pene Coppe Coppa Standard Pro
Coppa Grand Pro
Livello 39 HP 6433 MP 67 Affinità elementali
POT fisica 58 DIF fisica 9 POT magica 32 DIF magica 4 Slot-Fuoco.png Slot-Tuono.png Icona Oscuro.png x2
Rapidità 83 Fortuna 2 Destrezza 0 Mira 0 Slot-Gelo.png Slot-Acqua.png Icona Sacro.png
Ruba Normale Granpozione x2 Tangente Normale Guanto Sthenos Guil
50% Raro Granpozione x3 Raro Kaiser 1520
Caratteristiche Status attivi Dif fisica ↑ (x10)
Immunità Morte, Sonno, Blind, Caos, Berserk, Maledizione, Guardaroba, Stop, Sentenza
Abilità Attacca, Due mani, Contrattacco Trucco
Lascia Normale Coda di fenice EXP AP Guil
25% Raro Gala del potere 1130 1 600
Livello 47 HP 16300 MP 67 Affinità elementali
POT fisica 61 DIF fisica 9 POT magica 32 DIF magica 4 Slot-Fuoco.png Slot-Tuono.png Icona Oscuro.png x2
Rapidità 110 Fortuna 3 Destrezza 0 Mira 0 Slot-Gelo.png Slot-Acqua.png Icona Sacro.png
Ruba Normale Granpozione x2 Tangente Normale Guida Gladius Guil
100% Raro Granpozione x3 Raro Guida Gladius x2 3300
Caratteristiche Status attivi
Immunità Morte, Sonno, Blind, Caos, Berserk, Maledizione, Guardaroba, Stop, Sentenza
Abilità Attacca, Firaga, Idroga, Blizzaga, Thundaga, Flare, Materioscura occulta Trucco
Lascia Normale Gala Iper EXP AP Guil
100% Raro Gala Iper 1555 2 600

Menu delle creature

Gug è un mostro di taglia M, che può essere catturato mettendo una trappola M presso il tempio di Djose dopo aver visitato almeno una volta la cava delle pene. Come i suoi colleghi più piccoli, è un mostro principalmente improntato sull'attacco fisico, e può apprendere diverse abilità e autoabilità che enfatizzino questa sua caratteristica.

Abilità

Nome Descrizione Livello
Attacca Attacca un nemico. Già ottenuta
Autentika Aumenta i propri parametri di POT fisica e Mira. Già ottenuta

Autoabilità

Nome Descrizione Livello
DIF Blind Difende da status Blind. Già ottenuta
Criticità Il comando Attacca causa sempre danni critici. 40
Contrattacco Contrattacca quando subisce un attacco fisico. 40

Storia

Capitolo 1

Non mi ricordo come ho fatto a diventare un mostro... Per lo meno, non con chiarezza.
So che vivevo nella piana della bonaccia con i miei genitori che mi volevano un mondo di bene.
Però noi non eravamo una famiglia normale. Non mi lasciavano mai giocare con gli altri perché dicevano che era pericoloso.
Potevo giocare solo con i miei genitori, che però lavoravano tanto. Quindi passavo giorni interminabili solo in casa.

Capitolo 2

I miei genitori gestivano una casa del viante. Un giorno venne un uomo che parlava di una città chiamata Bevelle.
Diceva che era la più grande di Spira e che bisognava vederla per crederci.
A me, che non ero mai uscito dalla piana e da casa mia, affascinò molto la storia di quell'uomo.
La notte stessa chiesi ai miei di portarmi nella metropoli, ma appena ne pronunciai il nome, impallidirono.
Cominciarono a dire che era troppo pericoloso e di abbandonare l'idea. Quanto mi arrabbiai...
Ormai non ero più un bambino, così fuggii da casa e ci andai da solo.

Capitolo 3

Viaggiai verso Bevelle, ma nell'oscurità della notte persi presto l'orientamento.
Vagabondai fino all'alba in un bosco, finché trovai l'uscita, e lì incontrai dei soldati.
Mi cominciarono a gridare "Non avvicinarti, mostro!" e a fuggire via...
Corsi forte, chissà dove, ma poi svenni. Mi risvegliai vicino a una sorgente d'acqua. Mi specchiai e rabbrividii. Ero orrendo.

Capitolo 4

Mi trasformai in un essere orrendo per colpa della mia stupidità, perché abbandonai chi mi voleva bene.
Da allora ho viaggiato da un angolo all'altro di Spira, ma non sono mai tornato nella piana della bonaccia.
I miei genitori mi mancano da morire... Sono certo che non hanno mai smesso di pensare a me...

Capitolo 5

Storia completata!
Gug decide di tornare da sua madre nella piana della bonaccia, ma teme che lei possa non riconoscerlo o addirittura spaventarsi alla vista del suo nuovo aspetto. All'improvviso, una voce dietro di lui lo chiama per nome: è sua mamma! Non ha paura, è solo contenta di vederlo così cresciuto. Gug non capisce come mai sua madre non sembri minimamente sorpresa a vederlo in quelle condizioni, finché la donna non gli rivela la verità: Gug non si è mai trasformato in un mostro, perché lo è sempre stato, sin da quella notte piovosa in cui, ancora cucciolo, fu salvato dai cacciatori da una coppia gentile che lo crebbe come un figlio. Ormai consapevole della verità, Gug può riabbracciare sua madre felice di sapere che, umano o mostro, sarà sempre il suo bambino.

Etimologia

I gug sono una razza fittizia di giganti apparsi nelle opere del Ciclo dei Sogni di H. P. Lovecraft, descritti come esseri a quattro braccia dalla pelliccia nera, con una bocca verticale che percorreva il volto dalla fronte al mento.

Nemici correlati

Final Fantasy X

Final Fantasy X-2

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.