FANDOM


Gragoroth Levigne
FFT Gragoroth Levigne Portrait
Dati biografici
Kana ゴラグロス・ラヴェイン  (Goragurosu Ravein)
Età 28
Nato 26 Agosto
Zodiaco Vergine
Dati fisici
Razza Umano
Capelli Biondi
Occhi Castani
Personaggio di Final Fantasy Tactics
Informazioni
Occupazione Bigante
Affiliazione
Gameplay
Classe Cavaliere
Abilità Arti belliche
Comparse
Andrò, sì. Ma non ho alcuna intenzione di morire!
—Gragoroth

Gragoroth Levigne è un personaggio secondario presente in Final Fantasy Tactics. Cavaliere e uno dei leader della brigata del morto, a differenza degli altri membri si dimostra piuttosto colto e letterato, come evidenziato da lui stesso citando una poesia mentre minacciava Zalbaag presso la fortezza di Ziekden.

StoriaModifica

Orphan (crisi)Pericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)

Il tentato assassinioModifica

Poco dopo la battaglia al covo dei briganti, Gragoroth tentò di assassinare Dycedarg Beoulve al castello di Eagrose, ma non riuscì nell'intento seppur ferendolo gravemente. Tentò quindi di fuggire prendendo in ostaggio Alma ma, sventato il rapimento dall'intervento di Zalbaag, riuscì a sequestrare invece l'amica di Alma, Tietra Heiral, ed a fuggire su un chocobo, portando Tietra in un mulino a vento nella prateria di Fovoham.

Fuga alla fortezza di ZiekdenModifica

Wiegraf Folles, il capo della brigata del morto, era un uomo con un forte senzo di giustizia e sin da subito aveva l'intenzione di rilasciare Tietra ma, quando sua sorella Milleuda morì in combattimento contro Ramza Beoulve, Wiegraf giurò di uccidere Ramza per vendicarla. Gragoroth invece decise di fuggire, e ne ebbe occassione quando il gruppo di Ramza giunse nel mulino in cui Tietra era tenuta come ostaggio. Gragoroth sapeva che l'ordine dell'orsa maggiore lo avrebbe trovato prima o poi, così, nonostante Wiegraf gli disse di liberare la ragazza, il brigante decise di portarla con sé nella fortezza di Ziekden come ostaggio.

La morteModifica

Minacce

L'ultima minaccia di Gragoroth.

Al forte, Gragoroth prese il comando della guarnigione della brigata del morto, la quale venne quasi immediatamente attaccata dall'ordine dell'orsa maggiore sotto il comando di Zalbaag. La brigata del morto fu sconfitta, e Gragoroth fu lasciato da solo all'ingresso del forte.

Ne seguì una situazione in cui Tietra fu presa come ostaggio e usata come scudo. Gragoroth cercò di intimidire l'ordine minacciando di uccidere la ragazza, ma Zalbaag diede ugualmente a Argath Thadalfus l'ordine di attaccare. In quel momento arrivarono alla fortezza Ramza e il fratello di Tietra, Delita Heiral, i quali assistettero impotenti all'uccisione della sorella e al ferimento di Gragoroth.

Ormai ferito, Gragoroth strisciò dentro e si fece strada al magazzino dove era tenuta una grande quantità di polvere da sparo. Come la sua forza cominciò a mancare, accese la miccia e l'intera fortezza esplose, rimanendone ucciso.

Gli spoiler finiscono qui.

CuriositàModifica

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.