FANDOM


m (Castello di Exdeath: clean up, replaced: ExcalipurExcalipur)
m (clean up, replaced: castello di Exdeath → Castello Exdeath (7))
(6 revisioni intermedie di un utente non mostrate)
Riga 7: Riga 7:
 
Solo Bartz affronterà il mostro, quindi la difficoltà dello scontro varierà a seconda dello sviluppo del ragazzo. Il rapitore blu utilizzerà la tecnica ''[[Uragano]]'' per ridurne allo stato critico i PV: curatevi il più in fretta possibile ed attaccatelo in ogni modo possibile; il modo più semplice di vincere è però falciare i suoi PV con le magie blu ''[[Matramagia|Missile]]'' o ''[[Artiglio letale (abilità)|Artiglio letale]]'', in modo da sconfiggerlo molto più facilmente.
 
Solo Bartz affronterà il mostro, quindi la difficoltà dello scontro varierà a seconda dello sviluppo del ragazzo. Il rapitore blu utilizzerà la tecnica ''[[Uragano]]'' per ridurne allo stato critico i PV: curatevi il più in fretta possibile ed attaccatelo in ogni modo possibile; il modo più semplice di vincere è però falciare i suoi PV con le magie blu ''[[Matramagia|Missile]]'' o ''[[Artiglio letale (abilità)|Artiglio letale]]'', in modo da sconfiggerlo molto più facilmente.
   
Se Bartz sarà sconfitto non ci sarà [[Game Over]], ma il rapitore porterà via anche lui; se invece il ragazzo vincerà, il rapitore lascerà un forziere che, aprendolo, rilascerà del gas soporifero e la conclusione sarà esattamente la stessa. I tre protagonisti si ritroveranno quindi chiusi in una cella, e per giunta nel [[castello di Exdeath]]: poco dopo verranno raggiunti dal padrone di casa, che sfrutterà la loro immagine riflessa per ricattare [[Galuf Halm Baldesion|Galuf]], e farlo desistere dall'assaltare il castello alla guida di un esercito. Subito dopo [[Exdeath]] si ritirerà, ordinando ad un servo di nome [[Gilgamesh (Final Fantasy V)|Gilgamesh]] (che i fan della serie ''[[Final Fantasy (serie)|Final Fantasy]]'' non possono non conoscere) di sorvegliarli... ma il vecchio [[Guerrieri dell'alba|guerriero dell'alba]] non si farà certo abbattere, e raggiungerà da solo il castello con il drago volante della nipote [[Krile Mayer Baldesion|Krile]], recuperando dopo esservi entrato tutti gli oggetti ed i frammenti di cristallo in un [[forziere]].
+
Se Bartz sarà sconfitto non ci sarà [[Game Over]], ma il rapitore porterà via anche lui; se invece il ragazzo vincerà, il rapitore lascerà un forziere che, aprendolo, rilascerà del gas soporifero e la conclusione sarà esattamente la stessa. I tre protagonisti si ritroveranno quindi chiusi in una cella, e per giunta nel [[castello Exdeath]]: poco dopo verranno raggiunti dal padrone di casa, che sfrutterà la loro immagine riflessa per ricattare [[Galuf Halm Baldesion|Galuf]], e farlo desistere dall'assaltare il castello alla guida di un esercito. Subito dopo [[Exdeath]] si ritirerà, ordinando ad un servo di nome [[Gilgamesh (Final Fantasy V)|Gilgamesh]] (che i fan della serie ''[[Final Fantasy (serie)|Final Fantasy]]'' non possono non conoscere) di sorvegliarli... ma il vecchio [[Guerrieri dell'alba|guerriero dell'alba]] non si farà certo abbattere, e raggiungerà da solo il castello con il drago volante della nipote [[Krile Mayer Baldesion|Krile]], recuperando dopo esservi entrato tutti gli oggetti ed i frammenti di cristallo in un [[forziere]].
   
==Castello di Exdeath==
+
==Castello Exdeath==
 
Siete al comando di Galuf: attraversate la porta a nord per trovare un [[punto di salvataggio]] e, più avanti, due [[Sorgente|sorgenti curative]], quindi proseguite scendendo le scale ad ovest e di lì lungo la strada obbligata (l'uscita dell'ampia sala piena di colonne quadrate è a nord-ovest) fino a raggiungere la cella di Bartz, Faris e Lenna: prima, però, dovrete disfarvi del carceriere.
 
Siete al comando di Galuf: attraversate la porta a nord per trovare un [[punto di salvataggio]] e, più avanti, due [[Sorgente|sorgenti curative]], quindi proseguite scendendo le scale ad ovest e di lì lungo la strada obbligata (l'uscita dell'ampia sala piena di colonne quadrate è a nord-ovest) fino a raggiungere la cella di Bartz, Faris e Lenna: prima, però, dovrete disfarvi del carceriere.
   
Riga 27: Riga 27:
 
Il buffo carceriere, dopo una buffa entrata in scena, vi affronterà a viso aperto e si rivelerà un avversario davvero degno: oltre ai normali attacchi può infatti ricorrere a magie quali il ''[[Pugno goblin]]'' (assolutamente non pericoloso, in quanto il boss è al livello 6, mentre voi certamente no) ed ''[[Aerora]]''. Potete renderlo meno pericoloso infliggendogli gli status Vecchiaia con la [[spada antica]] e Cecità con la magia blu ''[[Flash]]'', ma attenzione... a metà scontro, Gilgamesh si esibirà in una divertente scenetta e si proteggerà con ''[[Sprint (abilità)|Fretta]]'', ''[[Sphaera (abilità)|Bozzolo]]'' ed ''[[Aegis (abilità)|Egida]]'', per poi riprendere lo scontro. Adesso vincere sarà ben più complicato, poiché il nemico ricorrerà all'attacco ''Fulminazione'' e, più spesso, al potentissimo ''[[Salto]]'', infliggendo molte centinaia di PV di danni ai vostri personaggi. Curate prontamente i personaggi colpiti ed attaccate senza sosta, e con molta pazienza riuscirete anche questa volta a costringere Gilgamesh alla fuga.
 
Il buffo carceriere, dopo una buffa entrata in scena, vi affronterà a viso aperto e si rivelerà un avversario davvero degno: oltre ai normali attacchi può infatti ricorrere a magie quali il ''[[Pugno goblin]]'' (assolutamente non pericoloso, in quanto il boss è al livello 6, mentre voi certamente no) ed ''[[Aerora]]''. Potete renderlo meno pericoloso infliggendogli gli status Vecchiaia con la [[spada antica]] e Cecità con la magia blu ''[[Flash]]'', ma attenzione... a metà scontro, Gilgamesh si esibirà in una divertente scenetta e si proteggerà con ''[[Sprint (abilità)|Fretta]]'', ''[[Sphaera (abilità)|Bozzolo]]'' ed ''[[Aegis (abilità)|Egida]]'', per poi riprendere lo scontro. Adesso vincere sarà ben più complicato, poiché il nemico ricorrerà all'attacco ''Fulminazione'' e, più spesso, al potentissimo ''[[Salto]]'', infliggendo molte centinaia di PV di danni ai vostri personaggi. Curate prontamente i personaggi colpiti ed attaccate senza sosta, e con molta pazienza riuscirete anche questa volta a costringere Gilgamesh alla fuga.
   
Proseguite fino alla fine del ponte magno e ritroverete la piccola Krile, per poi venire respinti improvvisamente da una barriera energetica, sorta attorno al castello di Exdeath. A differenza di quel che dirà il vecchio non vi trovate “in fondo all'aldilà”, ma nel continente di Gloceana: seguite la catena montuosa verso est per arrivare finalmente ad un centro abitato.
+
Proseguite fino alla fine del ponte magno e ritroverete la piccola Krile, per poi venire respinti improvvisamente da una barriera energetica, sorta attorno al castello Exdeath. A differenza di quel che dirà il vecchio non vi trovate “in fondo all'aldilà”, ma nel continente di Gloceana: seguite la catena montuosa verso est per arrivare finalmente ad un centro abitato.
   
 
==Legor==
 
==Legor==
Riga 46: Riga 46:
   
 
==Castello Bal==
 
==Castello Bal==
Appena arrivati al [[castello Bal]] avrete subito un'altra rivelazione: il vecchio smemorato Galuf ne è addirittura il re, con sommo stupore di Bartz. A sud-ovest della sala del trono troverete dei forzieri contenenti un [[Potenziatori di statistiche|infuso eroico]] e la [[magia temporale]] ''[[Teleporto|Warp]]'' (raggiungibile attraverso un passaggio segreto); fuori dalla sala del trono troverete inoltre delle scale che vi faranno raggiungere un save point, mentre ad ovest del cortile troverete una locanda e dei negozi (con gli stessi articoli trovati a Legor). Salite poi le scale dietro i negozi di magie ed equipaggiamento fino ad arrivare sul tetto, poi scendete le scale nascoste dalla torre e troverete una veste angelica in un forziere; da qui, controllate il muro a sud per aprire una porta segreta che vi farà entrare nel retro del bancone, accanto ai due venditori che vi rimprovereranno infastiditi. Se vi posizionerete davanti al bancone, proprio in mezzo ai due venditori, Bartz inscenerà un siparietto che farà imbestialire i due, i quali lo sbatteranno contro la parete. Subito dopo uno dei due, pentito, ci regalerà un'arpa di Lamia. Torniamo fuori adesso e dirigiamoci a sud-ovest: entrate nel laghetto accanto al portone d'ingresso e andate nell'angolo in basso a sinistra per venire trasportati al fiume che scorre attorno al palazzo. Percorretelo fino alla fine, e dietro alla torre potrete raccogliere dall'acqua una spada bastarda.
+
Appena arrivati al [[castello Bal]] avrete subito un'altra rivelazione: il vecchio smemorato Galuf ne è addirittura il re, con sommo stupore di Bartz. A sud-ovest della sala del trono troverete dei forzieri contenenti un [[Oggetti potenzianti|infuso eroico]] e la [[magia temporale]] ''[[Teleporto|Warp]]'' (raggiungibile attraverso un passaggio segreto); fuori dalla sala del trono troverete inoltre delle scale che vi faranno raggiungere un save point, mentre ad ovest del cortile troverete una locanda e dei negozi (con gli stessi articoli trovati a Legor). Salite poi le scale dietro i negozi di magie ed equipaggiamento fino ad arrivare sul tetto, poi scendete le scale nascoste dalla torre e troverete una veste angelica in un forziere; da qui, controllate il muro a sud per aprire una porta segreta che vi farà entrare nel retro del bancone, accanto ai due venditori che vi rimprovereranno infastiditi. Se vi posizionerete davanti al bancone, proprio in mezzo ai due venditori, Bartz inscenerà un siparietto che farà imbestialire i due, i quali lo sbatteranno contro la parete. Subito dopo uno dei due, pentito, ci regalerà un'arpa di Lamia. Torniamo fuori adesso e dirigiamoci a sud-ovest: entrate nel laghetto accanto al portone d'ingresso e andate nell'angolo in basso a sinistra per venire trasportati al fiume che scorre attorno al palazzo. Percorretelo fino alla fine, e dietro alla torre potrete raccogliere dall'acqua una spada bastarda.
   
 
Tornate ora nella sala del trono e salite le scale a sud-ovest, quindi proseguite salendo fino alla terrazza per trovare Krile ed il suo drago, ormai in fin di vita a causa dello sforzo eccessivo compiuto volando ferito... la dragonina potrebbe salvarlo, e con tutta probabilità potrebbe essercene nella [[valle dei draghi]] a nord, il monte dove nidificano. Uscite quindi dal castello (tenete presente, però, che per precauzione non potrete rientrarvi) e preparatevi, prima di proseguire, ad affrontare un altro dei terribili mostri al servizio di Exdeath.
 
Tornate ora nella sala del trono e salite le scale a sud-ovest, quindi proseguite salendo fino alla terrazza per trovare Krile ed il suo drago, ormai in fin di vita a causa dello sforzo eccessivo compiuto volando ferito... la dragonina potrebbe salvarlo, e con tutta probabilità potrebbe essercene nella [[valle dei draghi]] a nord, il monte dove nidificano. Uscite quindi dal castello (tenete presente, però, che per precauzione non potrete rientrarvi) e preparatevi, prima di proseguire, ad affrontare un altro dei terribili mostri al servizio di Exdeath.
Riga 70: Riga 70:
 
Il boss principale, l'enorme pianta infestata, non compierà alcuna azione in tutto il corso della battaglia: il problema saranno i piccoli fiori attorno ad esso, che grazie alle loro polveri potranno infliggere moltissimi status alterati ai membri del party e, finchè la pianta sarà in piedi, avranno anche la possibilità di apparire e sparire a piacimento. Usate molto spesso ''[[Esna]]'' e concentrate gli sforzi sul boss principale (le magie blu ''Artiglio letale'' e ''Missile'' si riveleranno molto utili), eliminando poi i fiori rimasti per vincere anche questo scontro.
 
Il boss principale, l'enorme pianta infestata, non compierà alcuna azione in tutto il corso della battaglia: il problema saranno i piccoli fiori attorno ad esso, che grazie alle loro polveri potranno infliggere moltissimi status alterati ai membri del party e, finchè la pianta sarà in piedi, avranno anche la possibilità di apparire e sparire a piacimento. Usate molto spesso ''[[Esna]]'' e concentrate gli sforzi sul boss principale (le magie blu ''Artiglio letale'' e ''Missile'' si riveleranno molto utili), eliminando poi i fiori rimasti per vincere anche questo scontro.
   
Raccolta la dragonina, tornate al castello Bal... e come da ordini regali, i soldati non vi faranno entrare. Percorrete dunque il canale in cui vi tufferete in senso orario, e tirate la leva in fondo per entrare attraverso i canali d'acqua, quindi dirigetevi in camera di Krile che, costretta a letto, vi chiederà di cercare un saggio chiamato [[Ghido]], settecentenario profeta che potrebbe saperne di più sulla natura di Exdeath. Salite quindi in terrazza e, dopo che il drago si sarà curato mangiando la dragonina, potrete utilizzarlo a piacimento come mezzo di trasporto volante (ricordate che, come per [[Hiryu]], il drago di Krile non può sorvolare le montagne ed atterrare nelle foreste o nei terreni paludosi): volate fino alla valle dei draghi e poi verso nord-est fino a raggiungere un'isola in mare aperto, quindi entrate nella grotta al centro di essa... solo per vedere l'isola sprofondare. Di nuovo in groppa al drago, quindi, dirigetevi ad ovest fino a raggiungere un castello.
+
Raccolta la dragonina, tornate al castello Bal... e come da ordini regali, i soldati non vi faranno entrare. Percorrete dunque il canale in cui vi tufferete in senso orario, e tirate la leva in fondo per entrare attraverso i canali d'acqua, quindi dirigetevi in camera di Krile che, costretta a letto, vi chiederà di cercare un saggio chiamato [[Ghido]], settecentenario profeta che potrebbe saperne di più sulla natura di Exdeath. Salite quindi in terrazza e, dopo che il drago si sarà curato mangiando la dragonina, potrete utilizzarlo a piacimento come mezzo di trasporto volante (ricordate che, come per [[Hiryu (Final Fantasy V)|Hiryu]], il drago di Krile non può sorvolare le montagne ed atterrare nelle foreste o nei terreni paludosi): volate fino alla valle dei draghi e poi verso nord-est fino a raggiungere un'isola in mare aperto, quindi entrate nella grotta al centro di essa... solo per vedere l'isola sprofondare. Di nuovo in groppa al drago, quindi, dirigetevi ad ovest fino a raggiungere un castello.
   
 
==Castello Surgate==
 
==Castello Surgate==
 
Suonate il campanello del [[castello Surgate]] e le guardie vi condurranno all'interno, fino alla sala del trono. Salite la scala a sud-ovest per entrare nella camera del re, ed esaminate il libro sul tavolo per imparare un'altra canzone, la Melodia celere; tornate alla sala del trono e scendete ora la scala a sud-est, quindi proseguite per quella a sud-ovest e raggiungerete una locanda, oltre ad alcuni negozi in cui potrete acquistare nuove armi (il resto degli articoli è sempre lo stesso). Ritornate alla sala del trono e salite le scale a nord-ovest, quindi proseguite verso nord e scendete le scale per raggiungere la biblioteca: esaminate il libro sul tavolo e scendete le scale a sud-ovest. Esaminate lo scaffale più a nord-ovest per assistere ad una buffa scenetta, quindi prendete i libri sui tavoli e sistemateli sugli scaffali corrispondenti all'iniziale del loro titolo (es. il volume “False verità” andrà nello scaffale F: potete identificare gli scaffali esaminandoli); una volta terminato parlate alla bibliotecaria ed attraversate il passaggio segreto da lei aperto, scendendo poi le scale a sud per arrivare ad una stanza piena di giare ed oggetti vari, con un forziere contenente 5000 guil. Uscite dalla porta a destra delle scale e vi ritroverete nel cortile: andate verso est passando sotto il ponte ed entrate dalla porta a nord-ovest, proseguendo fino a trovare un altro magazzino con un forziere chiuso, questa volta contenente l'utilissima magia temporale ''[[Levita]]zione''!<br />
 
Suonate il campanello del [[castello Surgate]] e le guardie vi condurranno all'interno, fino alla sala del trono. Salite la scala a sud-ovest per entrare nella camera del re, ed esaminate il libro sul tavolo per imparare un'altra canzone, la Melodia celere; tornate alla sala del trono e scendete ora la scala a sud-est, quindi proseguite per quella a sud-ovest e raggiungerete una locanda, oltre ad alcuni negozi in cui potrete acquistare nuove armi (il resto degli articoli è sempre lo stesso). Ritornate alla sala del trono e salite le scale a nord-ovest, quindi proseguite verso nord e scendete le scale per raggiungere la biblioteca: esaminate il libro sul tavolo e scendete le scale a sud-ovest. Esaminate lo scaffale più a nord-ovest per assistere ad una buffa scenetta, quindi prendete i libri sui tavoli e sistemateli sugli scaffali corrispondenti all'iniziale del loro titolo (es. il volume “False verità” andrà nello scaffale F: potete identificare gli scaffali esaminandoli); una volta terminato parlate alla bibliotecaria ed attraversate il passaggio segreto da lei aperto, scendendo poi le scale a sud per arrivare ad una stanza piena di giare ed oggetti vari, con un forziere contenente 5000 guil. Uscite dalla porta a destra delle scale e vi ritroverete nel cortile: andate verso est passando sotto il ponte ed entrate dalla porta a nord-ovest, proseguendo fino a trovare un altro magazzino con un forziere chiuso, questa volta contenente l'utilissima magia temporale ''[[Levita]]zione''!<br />
Una volta terminata la “caccia agli oggetti”, uscite dal castello e risalite sul drago: dirigetevi verso la flotta a sud-est del castello di Exdeath ed atterrate sulla nave più grande.
+
Una volta terminata la “caccia agli oggetti”, uscite dal castello e risalite sul drago: dirigetevi verso la flotta a sud-est del castello Exdeath ed atterrate sulla nave più grande.
   
 
==Flotta di Xezat==
 
==Flotta di Xezat==
Riga 87: Riga 87:
   
 
==Torre barriera==
 
==Torre barriera==
Una volta entrati nella torre assieme a Xezat, il re vi donerà della [[sospirenia]], un'erba che pare abbia il potere di trasmettere suoni a distanza, e che vi sarà utile per mantenervi in contatto. Salite la scala ad est e salvate se volete la partita, quindi proseguite lungo la strada e raccogliete dai forzieri 9000 guil ed una [[spada Emorys]] (sorvegliata da un potente [[Drago rosso (Final Fantasy V)|drago rosso]]: state attenti ai suoi attacchi, che potrebbero eliminare il party in pochissimo tempo, ed attaccatelo con [[Titano]] unito a magie di gelo). Proseguite dall'uscita a sud e salite al piano successivo, quindi proseguite fino al quarto piano e salite la scala esterna per il quinto, raccogliendo i 18000 guil nel forziere vicino all'entrata. Salite quindi fino al settimo piano e poi all'ottavo: la scala esterna sinistra vi porterà ad una [[forcina dorata]] (custodita da due [[Drago giallo (Final Fantasy V)|draghi gialli]] o, alcune volte, un altro drago rosso), mentre salendo la scala esterna destra arriverete ad un save point; avanzate e finalmente sarete arrivati in cima. Avvicinatevi all'antenna della torre: mentre la distruggerete, Xezat spegnerà i generatori... ed un altro servo di Exdeath si rivelerà all'improvviso.
+
Una volta entrati nella torre assieme a Xezat, il re vi donerà della [[sospirenia]], un'erba che pare abbia il potere di trasmettere suoni a distanza, e che vi sarà utile per mantenervi in contatto. Salite la scala ad est e salvate se volete la partita, quindi proseguite lungo la strada e raccogliete dai forzieri 9000 guil ed una [[Sanguinaria|Spada Emorys]] (sorvegliata da un potente [[Drago rosso (Final Fantasy V)|drago rosso]]: state attenti ai suoi attacchi, che potrebbero eliminare il party in pochissimo tempo, ed attaccatelo con [[Titano]] unito a magie di gelo). Proseguite dall'uscita a sud e salite al piano successivo, quindi proseguite fino al quarto piano e salite la scala esterna per il quinto, raccogliendo i 18000 guil nel forziere vicino all'entrata. Salite quindi fino al settimo piano e poi all'ottavo: la scala esterna sinistra vi porterà ad una [[forcina dorata]] (custodita da due [[Drago giallo (Final Fantasy V)|draghi gialli]] o, alcune volte, un altro drago rosso), mentre salendo la scala esterna destra arriverete ad un save point; avanzate e finalmente sarete arrivati in cima. Avvicinatevi all'antenna della torre: mentre la distruggerete, Xezat spegnerà i generatori... ed un altro servo di Exdeath si rivelerà all'improvviso.
   
 
[[File:FFV Atomos IOS.png|left]]
 
[[File:FFV Atomos IOS.png|left]]
Riga 97: Riga 97:
   
 
[[File:FFV Catoblepas IOS.png|left]]
 
[[File:FFV Catoblepas IOS.png|left]]
'''Boss opzionale''': [[Catoblepas (Final Fantasy V)|Catoblepas]]<br />
+
'''Boss opzionale''': [[Catoblepas (Final Fantasy V boss)|Catoblepas]]<br />
 
'''PV''': 5000<br />
 
'''PV''': 5000<br />
[[Catoblepas]] è un altro spirito d'invocazione opzionale, così come Ramuh e Shiva. Fin da subito potrebbe rivelarsi molto fastidioso non solo per i suoi potenti attacchi fisici e ''[[Drain|Parassita]]'', ma soprattutto perché il suo contrattacco ''[[Occhio maligno]]'' pietrificherà senza scampo il personaggio che lo avrà attaccato. Preparatevi ad usare molto spesso ''Esna'' ed [[Ago dorato|aghi dorati]], usate solo i vostri attacchi più forti e riuscirete a guadagnarvi un nuovo, potente alleato.
+
[[Catoblepas (invocazione)|Catoblepas]] è un altro spirito d'invocazione opzionale, così come Ramuh e Shiva. Fin da subito potrebbe rivelarsi molto fastidioso non solo per i suoi potenti attacchi fisici e ''[[Drain|Parassita]]'', ma soprattutto perché il suo contrattacco ''[[Occhio demoniaco]]'' pietrificherà senza scampo il personaggio che lo avrà attaccato. Preparatevi ad usare molto spesso ''Esna'' ed [[Ago dorato|aghi dorati]], usate solo i vostri attacchi più forti e riuscirete a guadagnarvi un nuovo, potente alleato.
   
 
Dirigetevi ora verso il punto luminoso al centro del mare aperto: la [[grotta di Ghido]] affondata.
 
Dirigetevi ora verso il punto luminoso al centro del mare aperto: la [[grotta di Ghido]] affondata.
Riga 118: Riga 118:
 
'''Boss''': [[Cristallo (Final Fantasy V)|Cristallo]] x4<br />
 
'''Boss''': [[Cristallo (Final Fantasy V)|Cristallo]] x4<br />
 
'''PV''': 7777 x4<br />
 
'''PV''': 7777 x4<br />
Il boss di turno è nientemeno che il quartetto di cristalli del [[Mondo di Galuf|secondo mondo]]! Ognuno di essi è ovviamente legato ad un elemento: il fuoco (in alto), l'acqua (a destra), la terra (in basso) e l'aria (a sinistra), elemento che inoltre assorbiranno. Generalmente utilizzeranno unicamente attacchi fisici di bassa potenza, da cui potrete proteggervi invocando [[Golem]], ma una volta che i loro PV saranno bassi inizieranno ad ricorrere unicamente ad un potentissimo attacco basato sul loro elemento (''[[Igniga|Fuocoga]]'', ''[[Idrorespiro]]'', ''[[Terremoto|Scuotiterra]]'' o ''[[Aeroga]]''), mettendovi in serio rischio di Game Over: usate ''Bozzolo'' e concentrate dunque i vostri sforzi su di un cristallo alla volta e riuscirete a sconfiggerli con il minor rischio possibile, prestando attenzione all'uso di armi elementali come la spada focum o il pugnale d'aria.
+
Il boss di turno è nientemeno che il quartetto di cristalli del [[Mondo di Galuf|secondo mondo]]! Ognuno di essi è ovviamente legato ad un elemento: il fuoco (in alto), l'acqua (a destra), la terra (in basso) e l'aria (a sinistra), elemento che inoltre assorbiranno. Generalmente utilizzeranno unicamente attacchi fisici di bassa potenza, da cui potrete proteggervi invocando [[Golem (invocazione)|Golem]], ma una volta che i loro PV saranno bassi inizieranno ad ricorrere unicamente ad un potentissimo attacco basato sul loro elemento (''[[Igniga|Fuocoga]]'', ''[[Idrorespiro]]'', ''[[Terremoto|Scuotiterra]]'' o ''[[Aeroga]]''), mettendovi in serio rischio di Game Over: usate ''Bozzolo'' e concentrate dunque i vostri sforzi su di un cristallo alla volta e riuscirete a sconfiggerli con il minor rischio possibile, prestando attenzione all'uso di armi elementali come la spada focum o il pugnale d'aria.
   
 
Avete distrutto i cristalli... ma prima che capiate se avete fatto bene o meno, Exdeath vi sorprenderà e vi rivelerà che quelli che avete polverizzato erano proprio i cristalli che lo tenevano prigioniero. Sprigionandone quindi il potere magico, lo stregone li userà per immobilizzare e torturare i quattro eroi ma, prima che accada il peggio, Krile irromperà sulla scena sempre in groppa al suo drago e stordirà Exdeath... solo per venire a sua volta immobilizzata da un cerchio di fiamme dello stregone, che tenterà di eliminarla. Ciò sarà troppo, però, per il vecchio Galuf che, raccogliendo tutta la forza di volontà di cui dispone, resisterà alla crudele tortura di Exdeath e salverà la nipotina, dissolvendo i potenti incantesimi dello stregone ed attaccandolo.<br />
 
Avete distrutto i cristalli... ma prima che capiate se avete fatto bene o meno, Exdeath vi sorprenderà e vi rivelerà che quelli che avete polverizzato erano proprio i cristalli che lo tenevano prigioniero. Sprigionandone quindi il potere magico, lo stregone li userà per immobilizzare e torturare i quattro eroi ma, prima che accada il peggio, Krile irromperà sulla scena sempre in groppa al suo drago e stordirà Exdeath... solo per venire a sua volta immobilizzata da un cerchio di fiamme dello stregone, che tenterà di eliminarla. Ciò sarà troppo, però, per il vecchio Galuf che, raccogliendo tutta la forza di volontà di cui dispone, resisterà alla crudele tortura di Exdeath e salverà la nipotina, dissolvendo i potenti incantesimi dello stregone ed attaccandolo.<br />
 
La battaglia che seguirà, Galuf contro Exdeath, è quasi interamente programmata: attaccate il boss in ogni modo possibile, mentre lui vi scaricherà addosso magie di ogni sorta, da quelle elementali di terzo livello, ad ''Antimaga'', ad una letale triade di magie a voi sconosciute: ''[[Vampalia]]'', ''[[Sancta]]'' e ''[[Meteo]]ra''. Ovviamente non avete alcuna speranza di vincere, ma per ragioni di trama Galuf non verrà mai sconfitto, <u>nemmeno se avrà 0 PV</u>.Non potete perdere questa battaglia: vincetela ed assistete alla più celebre scena del gioco per costringere Exdeath alla fuga... ed il vecchio guerriero dell'alba ad esaurire le forze, e lasciare poco dopo il mondo dei vivi (''“La fiamma di Galuf si è spenta...”''). Aspettate tuttavia qualche decina di secondi, e Krile sentirà di nuovo la presenza del nonno: parlando telepaticamente grazie al potere dell'albero guardiano, il vecchio affiderà alla nipote il posto di quarta [[Guerrieri della luce (Final Fantasy V)|guerriera della luce]] assieme a Bartz, Lenna e Faris; Krile ne erediterà statistiche, equipaggiamento, abilità, classi ecc... del nonno, e da questo momento si unirà al party al suo posto.<br />
 
La battaglia che seguirà, Galuf contro Exdeath, è quasi interamente programmata: attaccate il boss in ogni modo possibile, mentre lui vi scaricherà addosso magie di ogni sorta, da quelle elementali di terzo livello, ad ''Antimaga'', ad una letale triade di magie a voi sconosciute: ''[[Vampalia]]'', ''[[Sancta]]'' e ''[[Meteo]]ra''. Ovviamente non avete alcuna speranza di vincere, ma per ragioni di trama Galuf non verrà mai sconfitto, <u>nemmeno se avrà 0 PV</u>.Non potete perdere questa battaglia: vincetela ed assistete alla più celebre scena del gioco per costringere Exdeath alla fuga... ed il vecchio guerriero dell'alba ad esaurire le forze, e lasciare poco dopo il mondo dei vivi (''“La fiamma di Galuf si è spenta...”''). Aspettate tuttavia qualche decina di secondi, e Krile sentirà di nuovo la presenza del nonno: parlando telepaticamente grazie al potere dell'albero guardiano, il vecchio affiderà alla nipote il posto di quarta [[Guerrieri della luce (Final Fantasy V)|guerriera della luce]] assieme a Bartz, Lenna e Faris; Krile ne erediterà statistiche, equipaggiamento, abilità, classi ecc... del nonno, e da questo momento si unirà al party al suo posto.<br />
Subito dopo uscirete dalla foresta in sella al drago volante: uscite dal circolo montuoso passando da una piccola apertura a sud e raggiungete il castello di Exdeath.
+
Subito dopo uscirete dalla foresta in sella al drago volante: uscite dal circolo montuoso passando da una piccola apertura a sud e raggiungete il castello Exdeath.
   
==Castello di Exdeath==
+
==Castello Exdeath==
A nord dell'ingresso troverete ancora il punto di salvataggio e la fonte della vita: usateli se volete ed attraversate la porta al centro, salite fino al primo piano e prendete l'etere e lo [[Equipaggiamento adamantio|scudo adamantino]] dai forzieri a sud. Salite al secondo piano e proseguite fino a raggiungere un'ampia stanza senza uscite, tornate indietro e la piccola Krile noterà l'inganno che la stanza rappresenta: un'illusione la fa sembrare un vicolo cieco. Kelger il lupo, avvisato da una fugace apparizione di Galuf, utilizzerà quindi le proprie energie residue e quelle dei suoi cittadini per far svanire quell'illusione, riunendosi poi ai suoi amici di gioventù... nell'aldilà. Finalmente il vero, terribile aspetto del castello di Exdeath verrà rivelato, la musica di sottofondo cambierà e voi potrete proseguire dal passaggio a nord.<br />
+
A nord dell'ingresso troverete ancora il punto di salvataggio e la fonte della vita: usateli se volete ed attraversate la porta al centro, salite fino al primo piano e prendete l'etere e lo [[Equipaggiamento adamantio|scudo adamantino]] dai forzieri a sud. Salite al secondo piano e proseguite fino a raggiungere un'ampia stanza senza uscite, tornate indietro e la piccola Krile noterà l'inganno che la stanza rappresenta: un'illusione la fa sembrare un vicolo cieco. Kelger il lupo, avvisato da una fugace apparizione di Galuf, utilizzerà quindi le proprie energie residue e quelle dei suoi cittadini per far svanire quell'illusione, riunendosi poi ai suoi amici di gioventù... nell'aldilà. Finalmente il vero, terribile aspetto del castello Exdeath verrà rivelato, la musica di sottofondo cambierà e voi potrete proseguire dal passaggio a nord.<br />
 
Proseguite a nord-est del terzo piano e premete il pulsante per raggiungere il forziere, contenente uno [[Equipaggiamento gelum|scudo gelum]], quindi proseguite lungo il percorso a sud fino a raggiungere il quarto piano. Dirigetevi verso l'uscita a nord-est prendendo l'etere dal forziere, quindi entrate nella lava dal passaggio appena a destra (potete evitare di subire danni usando ''Levitazione'' o un [[Geomante (Final Fantasy V)|geomante]]): andate verso sud e, attraverso un passaggio segreto nel muro a destra, raggiungerete un forziere contenente un arco di Hayate. Tornate ora sul terreno “sicuro” e percorrete la stanza in senso antiorario, prendete l'elisir dal forziere e salite le scale a sud; giunti al sesto piano, salite sul teschio scolpito nel terreno per far muovere la piattaforma davanti a voi. Premete il tasto A per fermarla ma attenti: se non la fermerete davanti ad un forziere o all'uscita dovrete affrontare un mostro. Cercate prima di raggiungere i forzieri, in cui troverete un [[brando gelum]] ed una [[kotetsu]], quindi avanzate e troverete un save point; avanzate ed andate a sud-est attraverso il passaggio segreto per trovare un elisir, quindi andate a nord-ovest per trovare 9900 guil e l'uscita verso il prossimo piano. Avanzate fino al nono piano e scendete le scale vicine per tornare all'ottavo, quindi scendete nella lava e salite le scale all'estremo est per trovare 800 guil; tornate indietro e salite poi le scale al centro per raggiungere una scala con un sacco di teschi scolpiti in cerchio (i teschi-trappola, che vi faranno cadere al piano di sotto, sono: quello al centro, quello centrale del lato sinistro, il primo ed il secondo del lato superiore, quello più in basso del lato destro, il terzo del lato inferiore). Prendete la [[lancia gemella]] dal forziere ad est, quindi salite sul teschio esterno a sud per far ricomparire le scale d'uscita; salite infine sul teschio esterno a nord per ritrovarvi di fronte ad un altro spirito d'invocazione da affrontare.
 
Proseguite a nord-est del terzo piano e premete il pulsante per raggiungere il forziere, contenente uno [[Equipaggiamento gelum|scudo gelum]], quindi proseguite lungo il percorso a sud fino a raggiungere il quarto piano. Dirigetevi verso l'uscita a nord-est prendendo l'etere dal forziere, quindi entrate nella lava dal passaggio appena a destra (potete evitare di subire danni usando ''Levitazione'' o un [[Geomante (Final Fantasy V)|geomante]]): andate verso sud e, attraverso un passaggio segreto nel muro a destra, raggiungerete un forziere contenente un arco di Hayate. Tornate ora sul terreno “sicuro” e percorrete la stanza in senso antiorario, prendete l'elisir dal forziere e salite le scale a sud; giunti al sesto piano, salite sul teschio scolpito nel terreno per far muovere la piattaforma davanti a voi. Premete il tasto A per fermarla ma attenti: se non la fermerete davanti ad un forziere o all'uscita dovrete affrontare un mostro. Cercate prima di raggiungere i forzieri, in cui troverete un [[brando gelum]] ed una [[kotetsu]], quindi avanzate e troverete un save point; avanzate ed andate a sud-est attraverso il passaggio segreto per trovare un elisir, quindi andate a nord-ovest per trovare 9900 guil e l'uscita verso il prossimo piano. Avanzate fino al nono piano e scendete le scale vicine per tornare all'ottavo, quindi scendete nella lava e salite le scale all'estremo est per trovare 800 guil; tornate indietro e salite poi le scale al centro per raggiungere una scala con un sacco di teschi scolpiti in cerchio (i teschi-trappola, che vi faranno cadere al piano di sotto, sono: quello al centro, quello centrale del lato sinistro, il primo ed il secondo del lato superiore, quello più in basso del lato destro, il terzo del lato inferiore). Prendete la [[lancia gemella]] dal forziere ad est, quindi salite sul teschio esterno a sud per far ricomparire le scale d'uscita; salite infine sul teschio esterno a nord per ritrovarvi di fronte ad un altro spirito d'invocazione da affrontare.
   

Revisione delle 16:44, apr 1, 2020

Isola solitaria

Dopo il viaggetto dimensionale vi ritroverete su una sperduta isoletta: utilizzate una tenda dall'inventario (se non ne avete potete ottenerne affrontando i Pao, gli unici mostri che appaiono sull'isola) e, prima che possiate riposarvi, verrete attaccati da un mostro dalla pelle blu che rapirà Lenna e Faris. Al comando di Bartz dovrete quindi affrontarlo per salvare le due ragazze.

FFV Rapitore IOS

Boss: Rapitore
PV: 1500
Solo Bartz affronterà il mostro, quindi la difficoltà dello scontro varierà a seconda dello sviluppo del ragazzo. Il rapitore blu utilizzerà la tecnica Uragano per ridurne allo stato critico i PV: curatevi il più in fretta possibile ed attaccatelo in ogni modo possibile; il modo più semplice di vincere è però falciare i suoi PV con le magie blu Missile o Artiglio letale, in modo da sconfiggerlo molto più facilmente.

Se Bartz sarà sconfitto non ci sarà Game Over, ma il rapitore porterà via anche lui; se invece il ragazzo vincerà, il rapitore lascerà un forziere che, aprendolo, rilascerà del gas soporifero e la conclusione sarà esattamente la stessa. I tre protagonisti si ritroveranno quindi chiusi in una cella, e per giunta nel castello Exdeath: poco dopo verranno raggiunti dal padrone di casa, che sfrutterà la loro immagine riflessa per ricattare Galuf, e farlo desistere dall'assaltare il castello alla guida di un esercito. Subito dopo Exdeath si ritirerà, ordinando ad un servo di nome Gilgamesh (che i fan della serie Final Fantasy non possono non conoscere) di sorvegliarli... ma il vecchio guerriero dell'alba non si farà certo abbattere, e raggiungerà da solo il castello con il drago volante della nipote Krile, recuperando dopo esservi entrato tutti gli oggetti ed i frammenti di cristallo in un forziere.

Castello Exdeath

Siete al comando di Galuf: attraversate la porta a nord per trovare un punto di salvataggio e, più avanti, due sorgenti curative, quindi proseguite scendendo le scale ad ovest e di lì lungo la strada obbligata (l'uscita dell'ampia sala piena di colonne quadrate è a nord-ovest) fino a raggiungere la cella di Bartz, Faris e Lenna: prima, però, dovrete disfarvi del carceriere.

FFV Gilgamesh 1 IOS

Boss: Gilgamesh
PV: 11500
L'elevatissima quantità di PV del boss non deve spaventare: una volta che ne avrà persi almeno 1500, infatti, fuggirà dalla battaglia. Il suo repertorio comprende più che altro attacchi fisici (accompagnati da buffe grida come “Prendi questo!” e “Raaah!”), quindi curatevi se servisse (tutto dipenderà da come avrete sviluppato Galuf) per costringere Gilgamesh alla fuga. Se Galuf può utilizzare la magia blu, fate ricorso a Missile per vincere al primo turno.

Finalmente liberi, i tre giovani si riuniranno a Galuf ricomponendo il party completo. Uscite dal castello dal portone al piano terra e dirigetevi verso il ponte ad ovest, attraversato in precedenza da Galuf e dal suo esercito.

Ponte magno

Lungo il ponte magno, luogo famosissimo soprattutto per il suo celeberrimo tema musicale, dovrete affrontare una serie di incontri preimpostati per proseguire. Una volta entrati nella sala di controllo centrale verrete inaspettatamente accolti da... qualcuno che evidentemente non ha ancora digerito la sconfitta.

FFV Gilgamesh 1 IOS

Boss: Gilgamesh
PV: 6500
Il buffo carceriere, dopo una buffa entrata in scena, vi affronterà a viso aperto e si rivelerà un avversario davvero degno: oltre ai normali attacchi può infatti ricorrere a magie quali il Pugno goblin (assolutamente non pericoloso, in quanto il boss è al livello 6, mentre voi certamente no) ed Aerora. Potete renderlo meno pericoloso infliggendogli gli status Vecchiaia con la spada antica e Cecità con la magia blu Flash, ma attenzione... a metà scontro, Gilgamesh si esibirà in una divertente scenetta e si proteggerà con Fretta, Bozzolo ed Egida, per poi riprendere lo scontro. Adesso vincere sarà ben più complicato, poiché il nemico ricorrerà all'attacco Fulminazione e, più spesso, al potentissimo Salto, infliggendo molte centinaia di PV di danni ai vostri personaggi. Curate prontamente i personaggi colpiti ed attaccate senza sosta, e con molta pazienza riuscirete anche questa volta a costringere Gilgamesh alla fuga.

Proseguite fino alla fine del ponte magno e ritroverete la piccola Krile, per poi venire respinti improvvisamente da una barriera energetica, sorta attorno al castello Exdeath. A differenza di quel che dirà il vecchio non vi trovate “in fondo all'aldilà”, ma nel continente di Gloceana: seguite la catena montuosa verso est per arrivare finalmente ad un centro abitato.

Legor

Nella città di Legor potrete aggiornare equipaggiamento e magie, nonché (se volete) esibirvi in un divertente balletto sul palco della taverna per ricevere 100 guil dal barista: appena sotto il bancone troverete inoltre un passaggio segreto, che vi condurrà al sesto pianoforte finora incontrato, e ovviamente da suonare. Nella locanda potrete riposare gratis (solo la prima volta), ed assistere a una scena fra Bartz e Galuf; quando avrete terminato, uscite e proseguite a sud (ignorate pure il castello che vedrete), quindi andate a nord verso il deserto e, nel boschetto che lo precede, parlate al moguri per vederlo fuggire e cadere in un buco del terreno. Tuffatevi quindi nel buco e andate a cercare la bestiola (attenzione: il prossimo dungeon è opzionale, quindi se non volete affrontarlo uscite dalla foresta prendendo la strada ad est).

Canale sotterraneo

Siete in un canale sotterraneo, in cui la corrente dell'acqua vi farà compiere la maggior parte dei vostri spostamenti. Entrate nell'acqua, quindi entrateci ancora dopo aver messo piede sull'asciutto per raggiungere una piattaforma con un forziere, contenente 4400 guil. Entrate nell'acqua da una qualsiasi delle due scale e raggiungerete una piattaforma con un altro forziere, che conterrà questa volta una coda di fenice; proseguite quindi ad est e raggiungerete il moguri, minacciato da un mostro che, avanzando verso il moguri, vi attaccherà a sorpresa.

FFV Tirannosauro IOS

Boss opzionale: Tirannosauro
PV: 5000
Il tirannosauro è un boss piuttosto semplice, nonostante i suoi attacchi fisici siano discretamente forti: l'unica cosa a cui stare attenti sarà il suo attacco ???? (di cui come sapete non apparirà il nome), che userà per infliggere danni pari ai PV da lui persi, e quindi eliminando con facilità i vostri personaggi. É un boss nonmorto, quindi sferrate ogni vostro attacco di fuoco per sconfiggerlo più in fretta.

Riconoscente, il moguri vi mostrerà una via sicura per attraversare il deserto: in esso, infatti, vi trovereste ad affrontare dei potentissimi nemici da cui non potrete nemmeno fuggire. Uscite dunque dal canale e seguite la strada indicatavi fino al bosco chiuso fra i monti: cercate il punto esatto in cui il moguri è “sparito” e sarete arrivati nel suo villaggio.

Villaggio moguri

Come entrerete nel villaggio, i timidi moguri scapperanno dappertutto. Dovunque vi muoverete potrete scorgere un moguri che fugge, ma interagite con quello immobile ad est per riconoscerlo: è quello che avete salvato prima, che vi offrirà i tesori di casa sua; aprite quindi i forzieri per trovare 1 guil, 10000 guil, una villetta, un pugnale danzante (utile arma che ha un 50% di probabilità, al posto di attaccare, di far eseguire all'indossatore una danza casuale, a prescindere dalla classe in uso), una coda di fenice ed un etere. Entrate poi nella casa centrale per trovare un costume da moguri: indossatelo ed entrate nella casa a sinistra, quindi parlate con il moguri in essa presente per far sì che si... innamori di voi e vi regali il mantello elfico contenuto nel suo forziere. Parlate quindi con il moguri vostro “amico” per far sì che, comunicando telepaticamente con il moguri domestico di Krile, renda nota la vostra posizione: la ragazzina arriverà quindi poco dopo in groppa al suo drago volante, ed una volta trovata la foresta dei moguri vi riporterà al suo castello.

Castello Bal

Appena arrivati al castello Bal avrete subito un'altra rivelazione: il vecchio smemorato Galuf ne è addirittura il re, con sommo stupore di Bartz. A sud-ovest della sala del trono troverete dei forzieri contenenti un infuso eroico e la magia temporale Warp (raggiungibile attraverso un passaggio segreto); fuori dalla sala del trono troverete inoltre delle scale che vi faranno raggiungere un save point, mentre ad ovest del cortile troverete una locanda e dei negozi (con gli stessi articoli trovati a Legor). Salite poi le scale dietro i negozi di magie ed equipaggiamento fino ad arrivare sul tetto, poi scendete le scale nascoste dalla torre e troverete una veste angelica in un forziere; da qui, controllate il muro a sud per aprire una porta segreta che vi farà entrare nel retro del bancone, accanto ai due venditori che vi rimprovereranno infastiditi. Se vi posizionerete davanti al bancone, proprio in mezzo ai due venditori, Bartz inscenerà un siparietto che farà imbestialire i due, i quali lo sbatteranno contro la parete. Subito dopo uno dei due, pentito, ci regalerà un'arpa di Lamia. Torniamo fuori adesso e dirigiamoci a sud-ovest: entrate nel laghetto accanto al portone d'ingresso e andate nell'angolo in basso a sinistra per venire trasportati al fiume che scorre attorno al palazzo. Percorretelo fino alla fine, e dietro alla torre potrete raccogliere dall'acqua una spada bastarda.

Tornate ora nella sala del trono e salite le scale a sud-ovest, quindi proseguite salendo fino alla terrazza per trovare Krile ed il suo drago, ormai in fin di vita a causa dello sforzo eccessivo compiuto volando ferito... la dragonina potrebbe salvarlo, e con tutta probabilità potrebbe essercene nella valle dei draghi a nord, il monte dove nidificano. Uscite quindi dal castello (tenete presente, però, che per precauzione non potrete rientrarvi) e preparatevi, prima di proseguire, ad affrontare un altro dei terribili mostri al servizio di Exdeath.

FFV Enkidu IOS

Boss: Rapitore
PV: 2500
Simile a quello affrontato da Bartz ma di colore verde, anche questo Rapitore è un combattente mediocre. Può comunque fare ricorso ad Uragano, ma è debole a moltissimi attacchi che vi faciliteranno di molto la battaglia, primo fra tutti la magia nera Medusa, che lo pietrificherà in un colpo: sconfiggetelo quindi nel modo che preferite.

Una volta sconfitto il boss ed usciti dal castello, dirigetevi a nord per raggiungere Quelb, la città dei lupi mannari.

Quelb

Tutti i negozi della città sono chiusi, ed il cancello a nord anche: inoltre, noterete che non c'è nessun abitante se non alcune pecore. Entrate nella casa più a nord e provate poi ad uscirne: verrete interrotti da alcuni lupi mannari e dal padrone di casa, il capovillaggio Kelger Vlondett, amico di vecchia data di Galuf e guerriero dell'alba; sfortunatamente, il licantropo scambierà gli altri per alleati di Exdeath, e senza sentir ragioni attaccherà Bartz che, concentrandosi, riuscirà a colpirlo nonostante i suoi spostamenti ad alta velocità. Con Kelger costretto quindi a letto dalla batosta, i ragazzi riusciranno a parlargli e scoprire che il padre di Bartz, Dorgann, era anch'egli un guerriero dell'alba, come un altro flashback dimostrerà, rimasto a vivere nel primo mondo dopo il confino di Exdeath.
Finalmente potrete parlare con la gente del villaggio e fare acquisti; in particolare, esaminate il pozzo vicino al bazar magico: vi troverete un vecchio, che vi chiederà di portargli una rana. Se un domatore catturerà un Kornago (nemico di questa zona di World Map) e glielo porterà, l'uomo vi donerà un accessorio chiamato Zucca Kornago, che se equipaggiato permetterà di catturare i mostri con meno della metà dei PV residui, anziché meno di un quarto come di norma. Nella locanda potrete anche trovare un lupo seduto a tavola: se gli parlerete, e poi vi siederete al tavolo con lui, vi offrirà una cena che vi guarirà completamente, regalandovi poi anche 8 pozioni. Fate i dovuti acquisti, quindi parlate con i lupi a nord-est (quelli che camminano in circolo) per ricevere la canzone Requiem ed uscite dal cancello a nord proseguendo nella stessa direzione: destinazione, valle dei draghi.

Valle dei draghi

Per prima cosa, tenete presente che nella valle dei draghi potreste incontrare un curioso nemico, noto come ???, che vi attaccherà e fuggirà: quando invece lo incontrerete assieme ad altri nemici, che lo attaccheranno, salvatelo sconfiggendo i mostri ed otterrete l'aiuto di Golem, una nuova ed utilissima invocazione (apprendibile utilizzandola come oggetto dall'inventario, così come per Ramuh).
Avanzate ed entrate nella prima grotta per trovare 5000 guil, quindi uscite ed entrate in quella più in alto percorrendola fino all'uscita; entrate nella grotta a nord-est e percorrete anch'essa fino in fondo lungo la strada obbligata, raccogliendo la villetta dal forziere. Attraversate il ponte ed entrate nella grotta a sud-ovest, percorretela fino a trovarvi in uno spiazzo coperto da numerose ossa di draghi ed uomini; esaminate il gruppo di ossa ad est della prossima grotta per recuperare una Maglia ossea. Ora raggiungete la grotta successiva: percorretela fino all'estrema destra per cadere in un buco del terreno. Prendete i 7000 guil dal forziere vicino, quindi attraversate la porta a sinistra e premete il pulsante; tornate ora indietro ed andate a nord, uscendo poi dalla grotta e proseguendo a sud verso la successiva. Scendete la scala di sinistra per raggiungere due forzieri contenenti una katana Sfregio eolico ed un'ipnocorona, quindi tornate indietro e scendete quella di destra, prendete la coda di fenice dal forziere e proseguite dritti a sud per trovare un save point; a sud-ovest potrete invece uscire dalla grotta. Proseguite lungo la strada e troverete finalmente la pianta di dragonina tanto cercata... anche se prima dovrete disfarvi di un pericoloso demone che ne ha preso possesso e sembianze.

FFV Baccello di drago IOS

Boss: Baccello di drago, Fiore di drago x∞
PV: 12000, 100x∞
Il boss principale, l'enorme pianta infestata, non compierà alcuna azione in tutto il corso della battaglia: il problema saranno i piccoli fiori attorno ad esso, che grazie alle loro polveri potranno infliggere moltissimi status alterati ai membri del party e, finchè la pianta sarà in piedi, avranno anche la possibilità di apparire e sparire a piacimento. Usate molto spesso Esna e concentrate gli sforzi sul boss principale (le magie blu Artiglio letale e Missile si riveleranno molto utili), eliminando poi i fiori rimasti per vincere anche questo scontro.

Raccolta la dragonina, tornate al castello Bal... e come da ordini regali, i soldati non vi faranno entrare. Percorrete dunque il canale in cui vi tufferete in senso orario, e tirate la leva in fondo per entrare attraverso i canali d'acqua, quindi dirigetevi in camera di Krile che, costretta a letto, vi chiederà di cercare un saggio chiamato Ghido, settecentenario profeta che potrebbe saperne di più sulla natura di Exdeath. Salite quindi in terrazza e, dopo che il drago si sarà curato mangiando la dragonina, potrete utilizzarlo a piacimento come mezzo di trasporto volante (ricordate che, come per Hiryu, il drago di Krile non può sorvolare le montagne ed atterrare nelle foreste o nei terreni paludosi): volate fino alla valle dei draghi e poi verso nord-est fino a raggiungere un'isola in mare aperto, quindi entrate nella grotta al centro di essa... solo per vedere l'isola sprofondare. Di nuovo in groppa al drago, quindi, dirigetevi ad ovest fino a raggiungere un castello.

Castello Surgate

Suonate il campanello del castello Surgate e le guardie vi condurranno all'interno, fino alla sala del trono. Salite la scala a sud-ovest per entrare nella camera del re, ed esaminate il libro sul tavolo per imparare un'altra canzone, la Melodia celere; tornate alla sala del trono e scendete ora la scala a sud-est, quindi proseguite per quella a sud-ovest e raggiungerete una locanda, oltre ad alcuni negozi in cui potrete acquistare nuove armi (il resto degli articoli è sempre lo stesso). Ritornate alla sala del trono e salite le scale a nord-ovest, quindi proseguite verso nord e scendete le scale per raggiungere la biblioteca: esaminate il libro sul tavolo e scendete le scale a sud-ovest. Esaminate lo scaffale più a nord-ovest per assistere ad una buffa scenetta, quindi prendete i libri sui tavoli e sistemateli sugli scaffali corrispondenti all'iniziale del loro titolo (es. il volume “False verità” andrà nello scaffale F: potete identificare gli scaffali esaminandoli); una volta terminato parlate alla bibliotecaria ed attraversate il passaggio segreto da lei aperto, scendendo poi le scale a sud per arrivare ad una stanza piena di giare ed oggetti vari, con un forziere contenente 5000 guil. Uscite dalla porta a destra delle scale e vi ritroverete nel cortile: andate verso est passando sotto il ponte ed entrate dalla porta a nord-ovest, proseguendo fino a trovare un altro magazzino con un forziere chiuso, questa volta contenente l'utilissima magia temporale Levitazione!
Una volta terminata la “caccia agli oggetti”, uscite dal castello e risalite sul drago: dirigetevi verso la flotta a sud-est del castello Exdeath ed atterrate sulla nave più grande.

Flotta di Xezat

Una volta atterrati farete la conoscenza di Xezat Matias Surgate, quarto guerriero dell'alba assieme a Kelger, Galuf e Dorgann: con la sua flotta il re guerriero intenderà attaccare il castello dal lato est, il meno sorvegliato. Scendete quindi sottocoperta e proseguite dalle scale a nord: a nord-est troverete la vostra camera, in cui potrete riposarvi... ed il vostro risveglio sarà piuttosto brusco, poiché la flotta sarà sotto attacco (ed il tema musicale potrebbe anche farvi capire chi l'ha attaccata)! Tornate sul ponte e parlate a Xezat, a prua: una serie di mostri abborderà la nave e, mentre Xezat combatterà contro uno di essi, voi dirigetevi verso il pennone (affrontate se volete gli altri mostri) e sconfiggete il mostro a guardia di esso, quindi parlate con la vecchia conoscenza ancora desiderosa di vendetta sulla punta di esso.

FFV Gilgamesh 1 IOS

Boss: Gilgamesh, Enkidu
PV: 8888, 4000
Sempre più infuriato, Gilgamesh si dimostrerà in questo scontro un osso ancora più duro, in grado di utilizzare altri potenti attacchi quali Missile ed Artiglio letale. Attaccatelo in tutti i modi possibili, senza dimenticare di rubargli i preziosi guanti di Genji, e ad un certo punto chiamerà a sé l'alleato Enkidu, reduce dallo scontro con re Xezat: il demone userà spesso Vento bianco ed altri attacchi, in particolare magie blu come Aerora, rendendosi quindi un avversario molto più fastidioso. Concentrate tutti gli attacchi su di lui e sconfiggetelo per primo, quindi concentratevi su Gilgamesh per costringerlo alla resa.

Sconfitto, Gilgamesh tenterà di trascinare fuoribordo il gruppo... solo per finire lui stesso in acqua mentre il vostro gruppo verrà salvato dal drago di Krile. Scendete sempre sottocoperta e dirigetevi verso la stanza opposta a quella in cui avete riposato; parlate quindi con Xezat ed interagite con il lato opposto della scatola davanti a lui per capire finalmente il piano del geniale re: la flotta è solo un'esca per distogliere l'attenzione di Exdeath, mentre il party dovrà raggiungere via sommergibile una delle torri che mantengono attiva la barriera, e disattivarla.

Torre barriera

Una volta entrati nella torre assieme a Xezat, il re vi donerà della sospirenia, un'erba che pare abbia il potere di trasmettere suoni a distanza, e che vi sarà utile per mantenervi in contatto. Salite la scala ad est e salvate se volete la partita, quindi proseguite lungo la strada e raccogliete dai forzieri 9000 guil ed una Spada Emorys (sorvegliata da un potente drago rosso: state attenti ai suoi attacchi, che potrebbero eliminare il party in pochissimo tempo, ed attaccatelo con Titano unito a magie di gelo). Proseguite dall'uscita a sud e salite al piano successivo, quindi proseguite fino al quarto piano e salite la scala esterna per il quinto, raccogliendo i 18000 guil nel forziere vicino all'entrata. Salite quindi fino al settimo piano e poi all'ottavo: la scala esterna sinistra vi porterà ad una forcina dorata (custodita da due draghi gialli o, alcune volte, un altro drago rosso), mentre salendo la scala esterna destra arriverete ad un save point; avanzate e finalmente sarete arrivati in cima. Avvicinatevi all'antenna della torre: mentre la distruggerete, Xezat spegnerà i generatori... ed un altro servo di Exdeath si rivelerà all'improvviso.

FFV Atomos IOS

Boss: Atomos
PV: 19997
Atomos è un boss a tutti gli effetti particolare, e anche molto difficile: userà spesso e volentieri la potente magia Cometa per due volte a turno, alternandola ad altre magie temporali come Antimaga ed Adagioga, eliminando facilmente i personaggi colpiti. La curiosità dello scontro è che i personaggi KO, però, verranno lentamente risucchiati dal boss e, se raggiungeranno la sua bocca, spariranno dalla battaglia per mezzo dell'attacco firma di Atomos, Tarlatura. Il vantaggio è che, finchè ci sarà anche un solo personaggio a terra, il mostro non compierà alcuna azione: attaccatelo quindi con ogni mezzo mantenendo magari un solo personaggio a terra, rianimandolo una volta ogni due-tre turni per rischiare il meno possibile e riuscirete, anche con un po' di fortuna, a concludere vittoriosamente la battaglia.

Finalmente l'antenna ed i generatori della torre saranno distrutti, e questa inizierà a collassare... ma l'eroico Xezat rimarrà bloccato nella sala macchine. Il drago volante di Krile arriverà quindi per portarvi in salvo, mentre Xezat, rivelando di essere stato consapevole di ciò fin dall'inizio, si sacrificherà per permettere la fuga del gruppo (nonostante l'insistente desiderio di Galuf di salvare il vecchio amico). Dopo la triste dipartita avrete il controllo del sommergibile, con anche una saletta per riposare gratis: prima di proseguire, però, dirigetevi verso il punto luminoso a nord-ovest della World Map subacquea ed uscite dalla grotta in cui vi troverete: nella foresta vi aspetta un nemico molto, molto speciale.

FFV Catoblepas IOS

Boss opzionale: Catoblepas
PV: 5000
Catoblepas è un altro spirito d'invocazione opzionale, così come Ramuh e Shiva. Fin da subito potrebbe rivelarsi molto fastidioso non solo per i suoi potenti attacchi fisici e Parassita, ma soprattutto perché il suo contrattacco Occhio demoniaco pietrificherà senza scampo il personaggio che lo avrà attaccato. Preparatevi ad usare molto spesso Esna ed aghi dorati, usate solo i vostri attacchi più forti e riuscirete a guadagnarvi un nuovo, potente alleato.

Dirigetevi ora verso il punto luminoso al centro del mare aperto: la grotta di Ghido affondata.

Grotta di Ghido

Scesi dal sommergibile, avanzate dritti fino a trovare una stanza con cinque forzieri: in quello chiuso troverete una pietra, che aprirà una differente porta a seconda del forziere in cui la poserete. Mettetelo quindi nel forziere in alto a sinistra e passate dalla porta appena aperta: premete il pulsante che vedrete e tornate indietro. Posate ora il masso nel forziere in basso a sinistra e proseguite attraverso il passaggio aperto fino ad arrivare al terzo piano: avanzate lungo il corridoio nascosto a sud-ovest e premete il pulsante che troverete, quindi ritornate sui vostri passi e scendete la scala appena comparsa. Arrivati al quarto piano, proseguite verso sud-ovest fino ad una piccola area apparentemente chiusa, quindi prendete il sentiero nascosto ad est ed avanzate fino al quinto piano dove, tuffandovi nel lago, proseguirete fino a raggiungere il saggio Ghido... che con grande stupore scoprirete essere una tartaruga.
Ghido vi racconterà la storia della nascita di Exdeath e vi donerà un ramo guardiano, che vi permetterà di entrare senza danni nella gran foresta di Muur: essendo una creatura senziente, infatti, la foresta rifiuterebbe qualsiasi intrusione, ed in essa si trova qualcosa che Exdeath sta attualmente cercando. Uscite dunque dalla grotta e, sempre viaggiando sott'acqua, raggiungete il “punto luminoso” più ad ovest ed emergete: vi ritroverete a due passi dalla foresta, completamente circondata dai monti, e vicinissimi alla città di Muur.

Muur

Entrati in città, suonate il pianoforte della taverna e raccogliete lo spadino dai forzieri a sinistra di essa, quindi aggiornate il vostro equipaggiamento (che rinnoverete quasi del tutto) e repertorio magico; quando sarete pronti, entrate nella foresta oltre il ponte ad est.

Gran foresta di Muur

Appena entrati, avanzate ed il ramo guardiano vi aprirà un passaggio fra le fronde: dritto davanti a voi troverete un forziere contenente 2500 guil, mentre ad est troverete un etere ed una fenditura in un albero che, se esaminata, vi permetterà di proseguire. Attraversato il passaggio, andate a nord e prendete i 4900 guil dal forziere oltre ad una coda di fenice poco più a nord-est, quindi andate ad est il più possibile e deviate a nord alla fine per trovare 9500 guil. Tornate di poco indietro fino a vedere un altro albero con una fenditura (lungo il lato nord) ed esaminatela, quindi attraversatela e prendete la villetta dal forziere appena ad ovest e l'infuso di Golia ad est. A nord-est troverete un punto di salvataggio quasi invisibile, mentre più avanti troverete un forziere contenente un elisir; proseguite dritti e raccogliete la mazza ferrata, quindi andate verso ovest... e verrete sorpresi da un terribile fatto: Exdeath ha iniziato ad incendiare l'intera foresta per trovare ciò che cerca.
Prendete lo scudo Egida dal forziere a nord ed aspettate che, da un buco nel terreno, appaia un moguri: seguitelo e curatevi nella fonte, se servisse, quindi aspettate che il moguri davanti all'ingresso si sposti per uscire. Proseguite quindi ad ovest e prendete la cenere dal forziere che vedrete nonché la spada focum da quello ancora più ad ovest (a sud troverete un'uscita e potrete notare che, in effetti, di foresta è rimasto ben poco), quindi avanzate verso nord e finalmente vi imbatterete nell'albero guardiano, il più grande albero della foresta.
Entrate nell'albero (sempre grazie al ramo guardiano) e vi imbatterete in quattro misteriose entità energetiche, che com'era prevedibile vi attaccheranno.

FFV Cristallo IOS

Boss: Cristallo x4
PV: 7777 x4
Il boss di turno è nientemeno che il quartetto di cristalli del secondo mondo! Ognuno di essi è ovviamente legato ad un elemento: il fuoco (in alto), l'acqua (a destra), la terra (in basso) e l'aria (a sinistra), elemento che inoltre assorbiranno. Generalmente utilizzeranno unicamente attacchi fisici di bassa potenza, da cui potrete proteggervi invocando Golem, ma una volta che i loro PV saranno bassi inizieranno ad ricorrere unicamente ad un potentissimo attacco basato sul loro elemento (Fuocoga, Idrorespiro, Scuotiterra o Aeroga), mettendovi in serio rischio di Game Over: usate Bozzolo e concentrate dunque i vostri sforzi su di un cristallo alla volta e riuscirete a sconfiggerli con il minor rischio possibile, prestando attenzione all'uso di armi elementali come la spada focum o il pugnale d'aria.

Avete distrutto i cristalli... ma prima che capiate se avete fatto bene o meno, Exdeath vi sorprenderà e vi rivelerà che quelli che avete polverizzato erano proprio i cristalli che lo tenevano prigioniero. Sprigionandone quindi il potere magico, lo stregone li userà per immobilizzare e torturare i quattro eroi ma, prima che accada il peggio, Krile irromperà sulla scena sempre in groppa al suo drago e stordirà Exdeath... solo per venire a sua volta immobilizzata da un cerchio di fiamme dello stregone, che tenterà di eliminarla. Ciò sarà troppo, però, per il vecchio Galuf che, raccogliendo tutta la forza di volontà di cui dispone, resisterà alla crudele tortura di Exdeath e salverà la nipotina, dissolvendo i potenti incantesimi dello stregone ed attaccandolo.
La battaglia che seguirà, Galuf contro Exdeath, è quasi interamente programmata: attaccate il boss in ogni modo possibile, mentre lui vi scaricherà addosso magie di ogni sorta, da quelle elementali di terzo livello, ad Antimaga, ad una letale triade di magie a voi sconosciute: Vampalia, Sancta e Meteora. Ovviamente non avete alcuna speranza di vincere, ma per ragioni di trama Galuf non verrà mai sconfitto, nemmeno se avrà 0 PV.Non potete perdere questa battaglia: vincetela ed assistete alla più celebre scena del gioco per costringere Exdeath alla fuga... ed il vecchio guerriero dell'alba ad esaurire le forze, e lasciare poco dopo il mondo dei vivi (“La fiamma di Galuf si è spenta...”). Aspettate tuttavia qualche decina di secondi, e Krile sentirà di nuovo la presenza del nonno: parlando telepaticamente grazie al potere dell'albero guardiano, il vecchio affiderà alla nipote il posto di quarta guerriera della luce assieme a Bartz, Lenna e Faris; Krile ne erediterà statistiche, equipaggiamento, abilità, classi ecc... del nonno, e da questo momento si unirà al party al suo posto.
Subito dopo uscirete dalla foresta in sella al drago volante: uscite dal circolo montuoso passando da una piccola apertura a sud e raggiungete il castello Exdeath.

Castello Exdeath

A nord dell'ingresso troverete ancora il punto di salvataggio e la fonte della vita: usateli se volete ed attraversate la porta al centro, salite fino al primo piano e prendete l'etere e lo scudo adamantino dai forzieri a sud. Salite al secondo piano e proseguite fino a raggiungere un'ampia stanza senza uscite, tornate indietro e la piccola Krile noterà l'inganno che la stanza rappresenta: un'illusione la fa sembrare un vicolo cieco. Kelger il lupo, avvisato da una fugace apparizione di Galuf, utilizzerà quindi le proprie energie residue e quelle dei suoi cittadini per far svanire quell'illusione, riunendosi poi ai suoi amici di gioventù... nell'aldilà. Finalmente il vero, terribile aspetto del castello Exdeath verrà rivelato, la musica di sottofondo cambierà e voi potrete proseguire dal passaggio a nord.
Proseguite a nord-est del terzo piano e premete il pulsante per raggiungere il forziere, contenente uno scudo gelum, quindi proseguite lungo il percorso a sud fino a raggiungere il quarto piano. Dirigetevi verso l'uscita a nord-est prendendo l'etere dal forziere, quindi entrate nella lava dal passaggio appena a destra (potete evitare di subire danni usando Levitazione o un geomante): andate verso sud e, attraverso un passaggio segreto nel muro a destra, raggiungerete un forziere contenente un arco di Hayate. Tornate ora sul terreno “sicuro” e percorrete la stanza in senso antiorario, prendete l'elisir dal forziere e salite le scale a sud; giunti al sesto piano, salite sul teschio scolpito nel terreno per far muovere la piattaforma davanti a voi. Premete il tasto A per fermarla ma attenti: se non la fermerete davanti ad un forziere o all'uscita dovrete affrontare un mostro. Cercate prima di raggiungere i forzieri, in cui troverete un brando gelum ed una kotetsu, quindi avanzate e troverete un save point; avanzate ed andate a sud-est attraverso il passaggio segreto per trovare un elisir, quindi andate a nord-ovest per trovare 9900 guil e l'uscita verso il prossimo piano. Avanzate fino al nono piano e scendete le scale vicine per tornare all'ottavo, quindi scendete nella lava e salite le scale all'estremo est per trovare 800 guil; tornate indietro e salite poi le scale al centro per raggiungere una scala con un sacco di teschi scolpiti in cerchio (i teschi-trappola, che vi faranno cadere al piano di sotto, sono: quello al centro, quello centrale del lato sinistro, il primo ed il secondo del lato superiore, quello più in basso del lato destro, il terzo del lato inferiore). Prendete la lancia gemella dal forziere ad est, quindi salite sul teschio esterno a sud per far ricomparire le scale d'uscita; salite infine sul teschio esterno a nord per ritrovarvi di fronte ad un altro spirito d'invocazione da affrontare.

FFV Carbuncle IOS

Boss: Carbuncle
PV: 15000
Il tenero e coccoloso Carbuncle vi affronterà assumendo una forma a dir poco bestiale: lo spirito dispone di statistiche elevatissime è protetto da un costante status Reflex, quindi se vorrete lanciargli magie (cosa migliore da fare, dato che gli attacchi fisici avranno pochissimo effetto e falliranno spesso) dovrete usare lo stesso status su un vostro personaggio, e far rimbalzare su di lui le magie offensive. I suoi attacchi sono in prevalenza magie nere di secondo livello, ma ad un certo punto Carbuncle passerà senza preavviso alla magia bianca, ricorrendo ad Energira e simili: questo è il momento buono per attaccarlo, poiché in questa fase avrà statistiche molto più basse e sarà debole a tutti gli elementi. Man mano che perderà PV il boss alternerà più spesso le due fasi ed userà magie nere più potenti, quali Morte, Oblio e Pietra; sfruttate le sue fasi di cura per attaccarlo e, magari, sconfiggerlo istantaneamente con magie di morte istantanea o l'invocazione Catoblepas.

Conquistato il nuovo alleato, scendete le scale e tramite un teletrasporto ritornerete nella zona con la lava: salite ancora le scale al centro, rientrate nel “cerchio di teschi” e salite sul teschio esterno a sud per far apparire il passaggio verso il piano successivo (attenti a non camminare sul teschio esterno di destra, che lo farebbe sparire). Salvate la partita nel successivo save point ed avanzate: a nord-est troverete delle scale che vi condurranno ad uno shuriken di Fuuma ed una lancia partigiana, ed al centro un forziere. Aprirlo vi farà affrontare un boss opzionale, cosa molto consigliabile: esaminatelo ed al suo interno non troverete niente, quindi avanzate verso le scale a nord e verrete sorpresi da... qualcuno che evidentemente ancora non si arrende al fatto di essere inferiore a voi, che attraverso il forziere-esca cercherà di prendersi la sua rivincita.

FFV Gilgamesh 1 IOS

Boss opzionale: Gilgamesh
PV: 55000
Questa volta Gilgamesh si rivelerà essere un osso ancora più duro, in quanto avrà la possibilità di utilizzare un gran numero di magie blu (soprattutto di status) e pericolosi attacchi falcia-PV quali Pugno missile ed Uragano. Usate spesso Esna e proteggetevi con l'invocazione Golem dai suoi attacchi fisici, curando i danni più gravi per tenergli testa ed attaccando in ogni modo possibile: nonostante i suoi PV siano innaturalmente alti, basterà danneggiarlo a sufficienza perché finalmente decida di rivelare, nella più famosa scena del gioco, i propri poteri nascosti...

FFV Gilgamesh 2 IOS

Boss opzionale: Gilgamesh (trasformato)
PV: 60000
Rivelate le sue sei braccia ausiliari, e quasi tutte armate, Gilgamesh non è solo molto più spaventoso ma anche molto più determinato: quasi subito, infatti, deciderà di usare una spada chiamata Excalibur, da lui trovata, per farvi a fette. Non preoccupatevi, però: quella fantomatica super-spada non farà che pochissimi danni, rivelandosi non l'arma leggendaria che dice di essere, ma piuttosto un falso. Cercate subito di rubargli l'elmo di Genji, che possiede solo in questa fase, poiché dopo che Gilgamesh si sarà accorto della propria cantonata... la voce di Exdeath irromperà nella sala, stufo dei fallimenti del suo braccio destro, e lo punirà ricorrendo alla magia Oblio.

Come premio per aver “vinto” lo scontro riceverete una spada di nome Excalipur, ossia la tanto famigerata copia della spada Excalibur, che nonostante il potere d'attacco elevatissimo... infligge solo un PV di danno a colpo, senza oltretutto fallire mai. Tornate indietro e salvate, quindi proseguite dritti per incontrare finalmente il vostro arcinemico Exdeath che, considerandovi inutili ostacoli nella realizzazione dei suoi piani, vi affronterà di persona.

FFV Exdeath 1 IOS

Boss: Exdeath
PV: 32768
Exdeath inizierà lo scontro con la magia Rovina, che in trenta secondi ucciderà il personaggio colpito, e proseguirà a suon di magie: il suo repertorio è vastissimo, e spazia dalle magie nere di terzo livello, a quelle blu come Vampalia lv 3, a quelle temporali come Antima, ad Antimagia ed altro ancora, rivelandosi quindi forse il più difficile avversario incontrato finora. Altre sue tecniche, esclusive, sono Polarità inversa, in grado di scombinare la posizione in linea del party, ed Onda vuota, attacco fisico che infliggerà facilmente 1000 e più danni. Per sperare di vincere, soprattutto quando a metà scontro inizierà ad attaccare due volte per turno, dovrete curare e resuscitare molto spesso il party, soprattutto con Energiga e le code di fenice (Rinascita consuma troppi PM), attaccandolo a vostra volta con magie nere di terzo livello ed attacchi fisici: se un ninja è in squadra, lanciate ad Exdeath le armi inutilizzate, e soprattutto l'Excalipur, per causargli dei seri danni e riuscire, non senza difficoltà, a sconfiggerlo definitivamente.

Sconfitto Exdeath, il suo castello inizierà a crollare, ed i cristalli che conservava si romperanno: il party si risveglierà poco dopo in un'area verde, accanto al... castello Tycoon? Se proverete a consultare il mappamondo vi accorgerete di come l'ambiente sia cambiato: ciò vuol dire una cosa cosa, ossia che i due mondi si sono riuniti in uno solo, come Exdeath pianificava.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.