FANDOM


Rinascita è un episodio speciale di Final Fantasy II, introdotto a partire dalla versione Dawn of Souls per Gameboy Advance.

L'episodio è sbloccato dopo che il gioco principale è stato completato una volta, e può essere selezionato direttamente dal menù principale.

StoriaModifica

Orphan (crisi)Pericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)

Dopo essere morto per spezzare il sigillo che proteggeva la magia suprema Ultima, Minwu si risveglia in una grotta sconosciuta senza sapere come ci sia arrivato. Esplorando l'area, lo stregone bianco incontra un uomo intento a combattere con dei soldati dell'Impero di Palamesia: scambiandolo per il principe Gordon di Kashuan, lo assiste in battaglia e scopre che in realtà si tratta di suo fratello Scott, morto tempo prima. Minwu informa il principe del viaggio dei giovani ribelli Firion, Maria e Guy, e i due concludono di essere finiti nel varco Giada, il passaggio per gli inferi. Proseguendo lungo la via, il duo soccorre Josef mentre è intento a combattere contro Borghen, diventato uno zombie, e in seguito aiuta il cavaliere dragone Ricard a disfarsi di un enorme vermicello.

Al termine della lunga grotta, i quattro personaggi si ritrovano in una piccola città chiamata Machanon, nella quale incontrano numerose vittime delle conquiste dell'Imperatore di Palamesia, tra cui anche il fabbro Tobul e Cid con il suo assistente. Gli abitanti della città spiegano che l'hanno costruita dopo aver perso tante anime per mano dei mostri che infestavano la grotta, e si chiedono come sia possibile che tanta gente innocente sia finita all'inferno. La loro unica speranza è il portale apparso proprio all'arrivo in città dei quattro protagonisti, che potrebbe contenere la risposta al perché siano finiti lì.

Varcando il portale, il gruppo si ritrova in un palazzo di cristallo, che Minwu identifica come Pandæmonium, la fortezza infernale. I quattro si fanno strada tra i mostri che infestano il castello fino a raggiungere l'ultimo piano, dove con grande sorpresa trovano ad aspettarli l'Imperatore. Il sovrano appare con l'aspetto di un bellissimo angelo dall'aria malinconica, e accoglie benevolmente i quattro eroi: afferma di essere la parte buona dell'anima dell'Imperatore originale, separatasi da quella malvagia dopo la morte, e rivela che il passaggio che loro e le anime di Machanon avevano attraversato era in realtà Raquia, la terra degli angeli caduti, e il palazzo in cui si trovano non è Pandæmonium, ma Arubboth, il regno dei cieli.

L'Imperatore chiede perdono ai protagonisti per le azioni commesse quando era in vita, e offre loro la vita eterna in cambio. Improvvisamente, la principessa Hilda, Gordon, Nelly, Elina e Kain appaiono come spiriti davanti ai quattro eroi, mostrando loro una visione della battaglia finale che Firion e i suoi amici stanno combattendo su Pandæmonium contro la metà oscura dell'Imperatore, e li esortano a non cedere agli inganni dell'essere che hanno di fronte. Minwu, Scott, Josef e Ricard rifiutano quindi l'offerta dell'Imperatore e lo affrontano: le due metà dell'anima del sovrano di Palamesia sono sconfitte nello stesso momento e, con un urlo lacerante, l'Imperatore scompare per sempre.

Con la morte dell'Imperatore, la pace torna a regnare sul mondo, e mentre Firion e i suoi eroici compagni sono onorati e decorati dal regno di Fynn, gli spiriti di Minwu, Scott, Josef e Ricard appaiono per augurare loro buona fortuna, prima di dissolversi per sempre nell'eterno riposo. Minwu commenta che, se esiste qualcuno che possa porre termine al destino violento dell'uomo, quelli sono Firion e i suoi amici.

Gli spoiler finiscono qui.

GameplayModifica

Questo episodio funziona esattamente come il normale Final Fantasy II: sconfiggere i nemici in battaglia potenzia le statistiche dei personaggi in base al loro comportamento, tutti i personaggi hanno accesso a qualunque tipo di arma e magia, e la loro abilità con ciascun tipo migliorerà man mano che ne faranno uso in battaglia. La sola cosa che non è presente dal gioco principale è il sistema delle parole chiave.

PersonaggiModifica

Il giocatore prende il controllo di quattro personaggi che hanno perso la vita durante la trama principale, di cui tre già controllati dal giocatore come personaggi ospiti e uno completamente nuovo. I personaggi visti nella trama principale si uniscono alla squadra conservando tutte le abilità e l'equipaggiamento che avevano quando avevano lasciato il gruppo originale, il che permette al giocatore di organizzare il loro equipaggiamento in modo che siano avvantaggiati nella nuova avventura, come dare a uno di essi la Spada Emorys o la magia Ultima.

AmbientazioneModifica

L'ambientazione dell'avventura consiste solamente in due dungeon separati da una città: i due dungeon sono strutturati in maniera esattamente speculare a quelli che compongono il livello finale del gioco principale, mentre la città è l'immagine speculare di Poft e presenta i classici servizi come la locanda, i negozi di equipaggiamento e magie, e anche un accesso a una stanza segreta in cui si può sfidare il boss opzionale Ultima Weapon e mettere le mani sulla magia Ultima.
Gli incontri casuali presentano nuove tipologie di mostri, salvo per tre particolari eccezioni riciclate dal gioco originale, e il livello finale comprende quattro nuovi boss opzionali e un boss finale completamente inedito, per un totale di quaranta nuove voci del bestiario.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.