FANDOM


Owzer

Owzer: Relm... Per favore, torna presto...
L'articolo ha bisogno di più immagini: potresti aiutarci caricando e aggiungendo le immagini necessarie alla pagina.


Mai visto niente di simile. Mi intimoriva un po', ma... percepii un'insolita gentilezza.
—Tidus

Gli Eoni sono le invocazioni presenti nell'universo di Final Fantasy X e Final Fantasy X-2.

Queste maestose e potentissime creature sono venerate dal popolo di Spira e ospitate all'interno dei numerosi templi disseminati per il continente, e ottenerne il favore è parte del processo di addestramento di un invocatore. Contrariamente ai giochi precedenti, gli Eoni permangono sul campo e possono essere controllati dal giocatore una volta invocati. Tra i personaggi giocabili, solo Yuna è in grado di sfruttarne il potere in battaglia.

NaturaModifica

Gli Eoni sono potenti creature divine, generate dalla concretizzazione di ricordi attraverso i lunioli: questi ricordi appartengono a persone denominate intercessori, che hanno volontariamente sacrificato il proprio corpo per poter diventare più potenti. Sebbene non sia chiaro in che preciso modo avvenga la trasformazione, si sa che gli Eoni non sono immortali nè invincibili, ma sono comunque in grado di tenere testa a qualunque tipo di mostro, fin tanto che il loro invocatore avrà fiducia in loro. Il rapporto con l'invocatore deve però essere di fiducia reciproca, e questo deve essere consapevole del fatto che gli Eoni non potranno aiutarlo sempre, e deve essere pronto anche ad affrontarli, se necessario.

Gli invocatori sono le sole persone in grado di entrare in contatto spirituale con gli Eoni ma per poterne invocare uno devono, per così dire, incontrarlo di persona: il pellegrinaggio degli invocatori consiste proprio in questo, ovvero rendere grazie ai templi di Yevon disseminati su Spira e ottenere in cambio il favore degli intercessori. L'intercessore riposa nella parte più interna del tempio, chiamata Naos, e per poterla raggiungere l'invocatore deve superare il chiostro della prova. Questa prova, secondo Yevon, va affrontata da soli, al massimo accompagnati dai propri guardiani, ma nessun altro è generalmente autorizzato ad entrare. Nel Naos, invece, l'accesso è consentito solamente all'invocatore.
Attualmente gli Eoni conosciuti sono dodici, di cui dieci utilizzabili dal giocatore, ma non è escluso che possano essercene stati degli altri nella storia di Spira.

GameplayModifica

Final Fantasy XModifica

Gli Eoni possono essere chiamati in battaglia attraverso il comando Invoca, a uso esclusivo di Yuna. Quando un Eone è invocato, gli altri due membri della squadra sgombrano il campo per fargli posto, per ritornarvi solo se la creatura è richiamata prima del concludersi dello scontro. Se un personaggio è K.O. al momento dell'invocazione, si rialzerà per andarsene, ma al suo ritorno in campo stramazzerà al suolo come se qualcosa l'avesse colpito.

L'Eone invocato può essere controllato dal giocatore come un normale personaggio giocabile: dispone di valori personali di HP, MP e statistiche, può fare uso di normali attacchi fisici, tecniche, qualità, magie nere e bianche, e dispone di una barra Turbo che, una volta piena, gli permetterà di usare una potente turbotecnica. Ciascun Eone dispone inoltre di un attacco speciale unico, utilizzabile in qualunque momento, mentre i comandi secondari sono diversi da quelli dei membri umani del gruppo: Assimila permette di incrementare la velocità di riempimento della barra Turbo al costo di una drastica riduzione delle difese, Protegge alza le difese dell'Eone ma impedisce alla barra Turbo di riempirsi, e Rientra permette di congedare l'Eone. Ciascun Eone dispone anche di una posa di vittoria. Se l'Eone invocato è sconfitto in battaglia, non potrà essere invocato nuovamente per un certo numero di battaglie, sebbene si possa rianimarlo istantaneamente toccando una salvosfera.
La barra Turbo di un Eone si riempie gradualmente quando attacca, subisce danni oppure schiva, e contrariamente ai personaggi principali si svuota completamente quando è sconfitto. La barra può essere riempita completamente se l'Eone è invocato attraverso la turbotecnica Turbinvoca di Yuna. Ciò permette anche, nel caso l'Eone invocato avesse la barra turbo già piena, di fargli usare la sua turbotecnica due volte: considerata l'enorme potenza di alcune turbotecniche, questo espediente è comunemente usato per falciare enormi quantità di HP in due turni. L'unico Eone che non possiede una turbotecnica è Yojimbo, la cui barra Turbo ha invece la funzione di aumentare la probabilità che usi le sue tecniche più potenti.
In alcune particolari battaglie, chiamate appositamente "battaglie dell'invocazione", il giocatore avrà esclusivamente il controllo di Yuna, che potrà solamente invocare i propri Eoni contro quelli invocati dall'avversario. Altre battaglie, nello specifico quelle contro Neo Seymour, Seymour Beta e qualunque mostro di tipo tomberry, risultano problematiche per gli Eoni, poiché i nemici in questione dispongono di un attacco fatto apposta per loro: Colpo caritatevole, che li sconfiggerà istantaneamente, nel caso delle due forme di Seymour, e Kokumairi, che causa esattamente 10000 HP di danno, nel caso dei tomberry.

Ciascun Eone, con l'eccezione di Yojimbo, è ottenuto all'interno di un tempio, e per quelli obbligatori per la trama è anche necessario superare il chiostro della prova del tempio in questione. Quando la creatura è chiamata in campo, la sua comparsa è anticipata dalla comparsa di un simbolo etereo, la cui forma ricorda quella della creatura stessa o l'elemento da essa padroneggiato.

StatisticheModifica

Le statistiche di base degli Eoni sono più alte della media dei personaggi giocabili, e la loro crescita avviene in base alle battaglie combattute dal giocatore a partire da quando sono entrati in squadra, anche se non vi partecipano o se il giocatore fugge: il primo incremento arriva dopo sessanta battaglie, tutti gli altri arrivano dopo venti e si fermano dopo seicento battaglie.
Anche la crescita delle statistiche di Yuna influenza quella degli Eoni, e quando l'invocatrice ne potenzierà una, quella corrispondente di tutti gli Eoni sarà potenziata a sua volta. Ulteriori incrementi possono essere ottenuti usando oggetti sull'Eone tramite l'opzione "Alleva" nella sezione "Eoni" del menù principale.

PotenziamentoModifica

Esistono due modi di potenziare gli Eoni: addestramento e allevamento. La funzione "Addestra" è sbloccata tramite lo Spirito d'invocatore, ottenuto dall'invocatrice Belgemine nel Fluvilunio, e consente di usare oggetti dall'inventario per insegnare a un Eone una nuova abilità: le abilità apprendibili comprendono tecniche, qualità, magie bianche e nere normalmente accessibili ai personaggi giocabili, e gli oggetti necessari sono sempre un numero preciso. Yojimbo e le 3 Magus sono i soli Eoni a non poter essere addestrati.
La funzione "Alleva" è invece sbloccata tramite lo Spirito di Eone, ottenibile sempre da Belgemine nella piana della bonaccia, e permette di usare le sfere dall'inventario per potenziare le statistiche di un Eone: come per la normale sferografia, a ciascuna statistica è associato un determinato tipo di sfera.

EquipaggiamentoModifica

Ogni Eone è dotato di due pezzi di equipaggiamento invisibili, un'arma e una protezione, che gli garantiscono determinate autoabilità. Entrambi i pezzi hanno quattro slot.

L'arma equipaggiata ha uno slot vuoto, uno contenente l'abilità Perforazione e altri due ancora vuoti. Il primo slot contiene l'abilità Danni apeiron per Bahamut, Anima e le 3 Magus, ed essa è attivata anche agli altri Eoni quando una delle armi dei sette astri è potenziata almeno una volta. In realtà, uno degli altri due slot non occupati contiene un'abilità nascosta, che dà all'Eone completa immunità a tutti gli status alterati eccetto Maledizione e Moviola. Valefor è l'unico Eone a non avere Perforazione.
Le abilità attive sulla protezione sono quasi tutte uguali per tutti gli Eoni: il primo slot contiene l'abilità Spot, il secondo è vuoto, il terzo contiene HP apeiron e il quarto contiene MP apeiron. Ifrit, Ixion e Shiva dispongono rispettivamente delle abilità Mangiafuoco, Mangiatuono e Mangiagelo al posto dello slot vuoto.

BattagliaModifica

Durante il gioco, la maggior parte degli Eoni può essere affrontata in determinate battaglie dell'invocazione: Ifrit, Ixion e Shiva sono affrontati in tre scontri con l'invocatrice Belgemine, che potrà in seguito invocare tutti gli altri se sfidata nel tempio di Remiem, mentre Isaaru invocherà al proprio fianco i suoi tre Eoni Tsubasa (Valefor), Kobushi (Ifrit) e Tsurugi (Bahamut), durante lo scontro con lui nella via Purificatio.
Esistono inoltre alcune battaglie contro gli Eoni che sono affrontate da tutto il gruppo giocabile anziché dalla sola Yuna: Anima è affrontata durante lo scontro con Seymour nel tempio di Macalania, mentre Yojimbo è invocato dallo spirito dell'invocatrice Ginnem nella grotta dell'intercessore rapito.
Durante la battaglia finale del gioco, il giocatore deve infine affrontare tutti i propri Eoni, invocandoli uno dopo l'altro. Prima degli scontri con gli Eoni, vi sarà uno scontro con l'Eone di Braska, l'Eone supremo con cui il grande invocatore Braska sconfisse Sin dieci anni prima degli eventi del gioco.

A partire dall'edizione internazionale di Final Fantasy X, sono stati inoltre introdotti alcuni boss opzionali soprannominati Eoni oscuri: come suggerisce il nome, si tratta di versioni oscure degli Eoni, corrotte dalla malvagità di chi li invoca e scatenate contro i protagonisti se visitano determinate aree dopo un certo punto della storia. Queste versioni degli Eoni sono caratterizzate da una colorazione lugubre, e le loro statistiche sono sempre spaventosamente alte: alcuni di essi sono tra i boss più potenti del gioco.

Final Fantasy X-2Modifica

In questo gioco gli Eoni non sono invocabili, ma appaiono come boss in vari punti della storia: Bahamut è affrontato nei sotterranei di Bevelle alla fine del capitolo 2; Valefor, Ifrit e Ixion sono affrontati nei rispettivi templi durante il capitolo 3; Shiva, le 3 Magus e Anima sono affrontate nelle profondità dell'Oltremondo durante il capitolo 5; Yojimbo può invece essere affrontato opzionalmente nella grotta del crepaccio durante i capitoli 3 o 5.

Nell'edizione International + Last Mission e nel remaster HD del gioco, gli Eoni possono essere affrontati nell'Arena dei mostri in determinate circostanze: gli scontri individuali possono essere sbloccati catturando determinati mostri e facendoli salire di cinque livelli prima di liberarli, e quando saranno sbloccati tutti, sarà possibile affrontarli nella Coppa Eone dell'arena.

Lista degli EoniModifica

ValeforModifica

Articolo principale: Valefor

Valefor è l'Eone del tempio di Besaid. Il suo aspetto è quello di una maestosa creatura alata, simile a un'aquila o un drago, e il suo intercessore ha l'aspetto di una bambina. Valefor ha alti valori di Rapidità e Destrezza, ma non è molto potente all'inizio. Il suo attacco speciale è Alata sonica, che infligge danni non elementali e ha l'effetto di Moviola. Valefor è inoltre l'unico Eone a disporre di due turbotecniche: la prima è Freccia raggiante, che infligge danni non elementali a tutti i nemici con un raggio di energia; la seconda è Scudo raggiante, che infligge danni ancora più elevati.

Scudo raggiante non è automaticamente disponibile, ma è necessario trovarla interagendo con il cane presente nel villaggio Besaid finché non trova una "cosa piena di bava". Per far imparare Danni apeiron a Valefor, è necessario potenziare la Nirvana, l'arma finale di Yuna. Nelle fasi avanzate del gioco, Valefor sarà tanto veloce che, usando Alata sonica, impedirà sostanzialmente all'avversario di avere un turno a disposizione. Valefor è inoltre l'unico Eone in grado di volare, ed è quindi immune a tutti gli attacchi che colpiscono verso il basso o usando il terreno.

IfritModifica

Articolo principale: Ifrit (Final Fantasy X)

Ifrit è l'Eone del tempio di Kilika. Ha l'aspetto di una bestia cornuta con il pelo rosso ed enormi artigli, e il suo intercessore ha l'aspetto di un giovane soldato. Ifrit è un ottimo attaccante fisico, è associato all'elemento fuoco ed è pertanto debole al gelo. Il suo attacco speciale è Meteostrike, che infligge danni non elementali ignorando le difese e lo status Protect. La sua turbotecnica è Fiamme infernali, che infligge danni di fuoco a tutti i nemici con una sfera di fiamme.

Per far imparare Danni apeiron a Ifrit, è necessario potenziare la World Champion, l'arma finale di Wakka. Nelle fasi avanzate del gioco, Ifrit ottiene un'ottima crescita alla propria DIF Fisica, oltre a buoni valori di POT Fisica e HP. Insegnargli magie di fuoco di alto livello lo renderà capace di curarsi con efficienza anche senza apprendere le normali magie curative.

IxionModifica

Articolo principale: Ixion (Final Fantasy X)

Ixion è l'Eone del tempio di Djose. Ha l'aspetto di un cavallo dalla criniera bianca con un corno a forma di falce sul muso, e il suo intercessore ha l'aspetto di un marinaio. Ixion è specializzato nelle statistiche magiche, è associato all'elemento tuono ed è quindi debole all'acqua. Il suo attacco speciale è Aeroelektrodo, che infligge danni non elementali e ha l'effetto di Dispel. La sua turbotecnica è Elektroflusso, che infligge danni di tuono a tutti i nemici con una potente scarica elettrica.

Per far imparare Danni apeiron a Ixion, è necessario potenziare la Longinus, l'arma finale di Kimahri. Nelle fasi avanzate del gioco, Ixion favorisce la crescita di POT e DIF Magica. Insegnargli magie di tuono di alto livello gli renderà possibile curarsi con il proprio elemento.

ShivaModifica

Articolo principale: Shiva (Final Fantasy X)

Shiva è l'Eone del tempio di Macalania. Ha l'aspetto di una bellissima donna dalla pelle azzurra, con lunghi capelli blu raccolti in trecce, e il suo intercessore ha l'aspetto di una sacerdotessa. Shiva dispone di ottimi valori di Rapidità e Destrezza, è associato all'elemento gelo ed è quindi debole al fuoco. Il suo attacco speciale è Tocco celestiale, che infligge danni non elementali e ha l'effetto di Altolà. La sua turbotecnica è Diamanpolvere, che infligge danni di gelo a tutti i nemici con un'enorme ondata di ghiaccio.

Per far imparare Danni apeiron a Shiva, è necessario potenziare il Sir Onion Knight, l'arma finale di Lulu. Nelle fasi avanzate del gioco, Shiva diventa estremamente veloce ed elusiva, e se le si insegna Haste sarà ancora più letale. Può curarsi efficientemente con il proprio elemento se impara magie di gelo di alto livello.

BahamutModifica

Articolo principale: Bahamut (Final Fantasy X)

Bahamut è l'Eone del tempio di Bevelle. Ha l'aspetto di un maestoso drago umanoide con grandi ali e un anello fluttuante dietro la schiena, e il suo intercessore è un bambino con un cappuccio blu, che appare spesso a Tidus durante la storia. Bahamut è il più forte tra gli Eoni obbligatori per la trama. Il suo attacco speciale è Istinto, che infligge danni non elementali a tutti i nemici. La sua turbotecnica è Megaflare, che infligge pesanti danni non elementali a tutti i nemici con un respiro infuocato.

Bahamut è l'unico Eone obbligatorio a disporre già da subito di Danni apeiron. Nelle fasi avanzate del gioco, le sue statistiche saranno globalmente molto alte, sebbene la sua velocità rimanga relativamente indietro. Quando Bahamut è un avversario, la sua barra Turbo si riempie di un quinto ad ogni turno, in riferimento al conto alla rovescia per Megaflare che caratterizza alcune delle battaglie contro di lui nei titoli precedenti.

AnimaModifica

Articolo principale: Anima (invocazione)

Anima è l'Eone personale di Seymour, ma può essere ottenuto dal giocatore nel tempio di Baaj. Ha l'aspetto di un gigantesco demone incatenato e conficcato nel terreno, e il suo intercessore è la madre di Seymour stesso, che sacrificò la sua vita per spingere il figlio ad affrontare Sin. Anima è l'Eone singolo più potente del gioco, capace di sconfiggere la maggior parte dei nemici comuni anche a livelli bassi. Il suo attacco speciale è Pain, che infligge danni non elementali a e status Morte. La sua turbotecnica è Chaos D, che infligge un gran numero di colpi a tutti i nemici tramite la sua metà nascosta.

Anima è un Eone opzionale che può essere ottenuto solo a certe condizioni: il giocatore deve trovare l'ubicazione del tempio di Baaj tramite l'aeronave, e deve aver ottenuto tutti i tesori degli altri templi per accedere al naos. Anima dispone sin da subito di Danni apeiron, e nelle fasi avanzate del gioco sarà uno degli Eoni più forti e affidabili in battaglia.

YojimboModifica

Articolo principale: Yojimbo (Final Fantasy X)

Yojimbo è un misterioso Eone il cui intercessore fu trafugato e portato in una grotta vicino alla piana della bonaccia, ma la sua ubicazione originale è ignota. Ha l'aspetto di un samurai dal mantello sgargiante, accompagnato da un cane leonino di nome Daigorou, e il suo intercessore è un soldato dai capelli rossi accompagnato da un cane. Yojimbo è specializzato nello schivare gli attacchi, e funziona con meccaniche uniche. Non possiede una turbotecnica, ma quattro attacchi speciali progressivamente più potenti: Daigorou è un attacco singolo da parte del cane, Kozuka è un attacco singolo con dei kunai, Wakizashi è un rapido colpo di spada su uno o più nemici, e Zanmato è un singolo fendente che uccide irrimediabilmente tutti i nemici. Quale userà, dipenderà da quanti guil gli sono dati ad ogni suo turno e da un gran numero di altri fattori, secondo particolari formule matematiche.

Yojimbo è un Eone opzionale che può essere ottenuto visitando la grotta del crepaccio e sconfiggendolo: per ottenere i suoi servigi sarà però necessario rispondere a una domanda e contrattare un prezzo d'ingaggio con l'intercessore. Per far imparare Danni apeiron a Yojimbo, è necessario potenziare la Masamune, l'arma finale di Auron. Yojimbo non può imparare nuove abilità, ma se viene fatto combattere spesso e pagato bene, ben presto potrà porre fine anche alle battaglie più ardue con i suoi temibili attacchi.

Le 3 MagusModifica

Articolo principale: Le 3 Magus

Le 3 Magus sono tre Eoni custoditi nel tempio di Remiem. Hanno l'aspetto di tre donne, una alta, una grassa e una piccola, che indossano costumi da insetto, e i loro intercessori sono tre giovani donne. Le 3 Magus sono gli Eoni più potenti del gioco, ma ciò è controbilanciato dal fatto che il giocatore non possa impartire loro ordini precisi, ma debba lasciar fare a loro. Ognuna delle tre sorelle ha un attacco speciale: Sandy infligge danni a distanza con Schmelzend, Cindy infligge danni dall'alto con Engloutie, e Mindy scarica una pioggia di proiettili con Ritornerò. La loro turbotecnica, utilizzabile solo se tutte e tre hanno le barre Turbo piene, è Attacco Delta, che causa pesanti danni ai nemici con un raggio di luce.

Le 3 Magus sono in tre, ma contano come un Eone solo, e possono essere ottenute solo dopo aver ottenuto tutti gli altri Eoni ed essere entrati in possesso degli oggetti Corona di fiori e Corona di boccioli. Le tre sorelle dispongono da subito di Danni apeiron, e anche se non possono apprendere nuove abilità, si rivelano devastanti grazie al loro lavoro di squadra. Le 3 Magus sono basate su tre boss con lo stesso nome apparsi in Final Fantasy IV.

Altre comparseModifica

Dissidia Final FantasyModifica

Alcune evocazioni presenti in questo gioco assumono l'aspetto delle loro incarnazioni di Final Fantasy X. Nello specifico, si tratta delle evocagemme automatiche di Bahamut e delle Sorelle Megas.

Dissidia 012 Final FantasyModifica

10 Yuna Grande invocatrice (1)

Yuna con Ifrit e Ixion

I cinque Eoni ottenuti nella storia principale di Final Fantasy X fanno la loro apparizione in questo gioco come parte del set di mosse di Yuna. L'invocatrice non usa alcun attacco diretto, preferendo invocare i propri amici al suo posto: ciò le permette di avere un'enorme portata grazie alle dimensioni delle creature. Gli attacchi Audacia di Yuna sono basati sugli attacchi speciali degli Eoni, mentre gli attacchi PV sono le loro turbotecniche. La seconda turbotecnica di Valefor, Scudo raggiante, è usata come attacco Audacia.
A causa delle limitazioni dell'hardware della PSP, gli Eoni invocati non appaiono nella loro interezza, ma solo parte del loro corpo scaturisce da un glifo luminoso e le loro animazioni sono molto limitate. Alcuni attacchi da loro usati, inoltre, non rispecchiano l'aspetto che avevano nel gioco originale, in favore di una maggiore varietà nel tipo di mosse.

Gli attacchi Audacia comprendono:

  • Meteostrike: a terra, Ifrit colpisce due volte con gli artigli.
  • Scudo raggiante: a terra, Valefor evoca quattro proiettili a inseguimento.
  • Aeroelektrodo: a terra, Ixion sferra due cariche con il corno accompagnate da lame rotanti.
  • Istinto: a mezz'aria, Bahamut evoca cinque proiettili verso il rivale.
  • Tocco celestiale: a mezz'aria, Shiva colpisce tre volte con cristalli di ghiaccio.
  • Alata sonica: a mezz'aria, Valefor colpisce da vicino roteando su se stessa.

Gli attacchi PV comprendono:

  • Freccia raggiante: a terra, Valefor colpisce in linea retta con un raggio di energia.
  • Fiamme infernali: a terra, Ifrit colpisce ad area con colonne di fuoco dal basso.
  • Elektroflusso: a mezz'aria, Ixion blocca il rivale in una sfera di elettricità.
  • Diamanpolvere: a mezz'aria, Shiva evoca un cristallo di ghiaccio che esplode dopo qualche istante.
  • Megaflare: a mezz'aria, Bahamut lancia un enorme raggio in linea retta.

Quando Yuna entra in modalità EX, ottiene la capacità di invocare un secondo Eone durante ciascuno dei suoi attacchi Audacia. La sua ipermossa EX, Rito del trapasso, consiste invece in tutte le turbotecniche degli Eoni lanciate in successione.

Dissidia Final Fantasy NTModifica

Con il ritorno di Yuna nel gioco arcade di Dissidia, anche gli Eoni tornano insieme a lei. Questa volta, tuttavia, solo Valefor appare direttamente, mentre tutti gli altri appaiono indirettamente nella forma dei loro simboli. Questa volta, gli Eoni rappresentati comprendono anche quelli opzionali, e a ciascuno di essi è associato un solo attacco audacia:

  • Ritornerò: neutrale a terra, evoca una pioggia di piccoli e rapidi proiettili dal simbolo di Mindy.
  • Wakizashi: in avanti a terra, evoca una lama di energia sempre più veloce dal simbolo di Yojimbo.
  • Pain: indietro a terra, evoca un'esplosione oscura sul nemico mentre il simbolo di Anima appare sotto Yuna.
  • Aeroelektrodo: neutrale in aria, evoca quattro lame eteree a inseguimento dal simbolo di Ixion.
  • Istinto: in avanti in aria, evoca fino a sei sfere di energia a inseguimento da altrettanti simboli di Bahamut.
  • Tocco celestiale: indietro in aria, evoca un cristallo di ghiaccio dall'alto mentre il simbolo di Shiva appare sotto Yuna.
  • Meteostrike: attacco in scatto, evoca una rapida palla di fuoco dal simbolo di Ifrit.

Valefor appare invece come parte della tecnica EX esclusiva di Yuna: la barra EX può accumulare tre invocazioni di Valefor, e l'Eone userà un attacco diverso in base alle circostanze in cui è invocato, consumando uno o più usi in base al tipo di attacco usato. Tra gli attacchi disponibili, due sono completamente nuovi:

  • Alata sonica: durante un attacco audacia o PV, spazza via l'avversario causando danni audacia aggiuntivi. Consuma 1 uso.
  • Freccia raggiante: a terra, colpisce in linea retta con un attacco a ondata. Consuma 2 usi.
  • Scudo raggiante: in aria, evoca una pioggia di proiettili di energia. Consuma 2 usi.
  • Nova raggiante: tenendo premuto il pulsante, colpisce in linea retta con un enorme raggio di energia, causando danni PV. Consuma 3 usi.
  • Alata ascendente: subendo un attacco audacia o PV, blocca l'avversario e causa danni. Consuma 3 usi.

EtimologiaModifica

La parola "eone" significa "vita" o "essenza", ma con il tempo ha acquisito anche il significato di "era" o "per sempre". Nella cultura gnostica, gli eoni sono le emanazioni immateriali di Dio.

Il concetto degli Eoni come manifestazione dei sogni degli intercessori è ispirato alle credenze della scuola Shingon della religione buddista, ispirata a sua volta ad antiche tradizioni indù: secondo queste tradizioni, una divinità può manifestarsi nel mondo mortale attraverso diverse lunghezze d'onda, come suono, forma e simbolo, ma ciò che appare ai sensi dei mortali non è la vera divinità, bensì un avatar, una rappresentazione che i sensi umani possano comprendere.

Sempre secondo alcune tradizioni indù e buddiste, una divinità può intercedere presso i mortali attraverso una rappresentazione fisica, come una statua, in modo simile alle statue degli intercessori che custodiscono il potere degli Eoni. Anche l'uso dei simboli come metodo di invocazione degli Eoni rimanda ai mandala buddisti e agli yantra induisti, disegni composti di forme geometriche che si dice trasformino l'essenza divina in una rappresentazione visiva.

CuriositàModifica

  • Gli Eoni principali della storia e Anima compaiono tutti nel filmato finale di Final Fantasy X al momento della sconfitta di Sin.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.