Owzer.PNG

Owzer: Relm... Per favore, torna presto...
L'articolo ha bisogno di più immagini: potresti aiutarci caricando e aggiungendo le immagini necessarie alla pagina.


Enkidu è un personaggio, a volte un boss, ricorrente nella saga. Si tratta del migliore e unico amico di Gilgamesh, uno dei simboli stessi di Final Fantasy, e compare spesso come suo partner. A volte, Enkidu assiste il party come invocazione assieme al suo padrone.

Generalmente, Enkidu è rappresentato come un demone dalla pelle verde, con lunghi capelli rossastri e grandi ali piumate; in realtà, il suo aspetto è variato praticamente in tutte le sue apparizioni.

Comparse

Final Fantasy V

Articolo principale: Enkidu (Final Fantasy V)

Nella sua prima comparsa, Enkidu è uno dei boss del gioco: esemplare di Rapitore dalla pelle verde, viene richiamato da Gilgamesh durante la terza battaglia contro di lui, ed affrontato assieme allo spadaccino.

Final Fantasy VI

Nella versione Advance del sesto capitolo della saga, il nuovo esper Gilgamesh dispone di quattro attacchi differenti di cui il più potente è chiamato proprio Enkidu: lo spadaccino, durante l'esecuzione, attaccherà i nemici assieme al proprio compagno ed infiggerà a tutti loro 9.999 punti danno.

Final Fantasy IX

Nel nono capitolo Enkidu non compare direttamente, ma viene nominato in una misteriosa lettera: se il giocatore riesce ad ottenere l'Excalibur II nel luogo dei ricordi, avrà l'occasione di leggere un messaggio, lasciato da Enkidu, in cui il mostro afferma di aver trovato la leggendaria spada Excalibur, lasciando là una strana "Nonsochè II". In realtà, la spada trafugata era l'Excalipur, una copia dell'Excalibur che non serve a nulla in battaglia.

Nella versione italiana del gioco, la citazione è stata tolta perchè Final Fantasy V era all'epoca praticamente sconosciuto. Il nome di Enkidu è stato sostituito con Arturo.

Final Fantasy XI

In questo capitolo, Enkidu è una specie di Golem, incontrabile nell'isola di Tu'Lia. Questa è l'unica comparsa dove Enkidu non è in alcun modo correlato a Gilgamesh.

Final Fantasy XII

Articolo principale: Enkidu (Final Fantasy XII)

Nel mondo di Ivalice, mentre l'ormai onnipresente Gilgamesh viaggia collezionando sempre più spade, Enkidu lo accompagna come suo amico ed alleato: in questo capitolo ha l'aspetto di un cane, ma i riferimenti alla sua versione originale rimangono: la pelliccia è infatti verde, la coda e la schiena sono marroni e presenta inoltre due ali vestigiali attaccate alle zampe.

In entrambe le battaglie contro Gilgamesh, potente super ricercato del gioco, Enkidu combatte con lui: alcuni suoi attacchi sono addirittura eseguiti su comando di Gilgamesh stesso.

Final Fantasy XII: Revenant Wings

Articolo principale: Enkidu (Revenant Wings)

Anche in questo sequel Enkidu appare, con la differenza che ve n'è più di uno: gli Enkidu sono dei lupi verde chiaro che assistono Gilgamesh in battaglia.

Final Fantasy Type-0

In questo capitolo della Fabula Nova Crystallis, Enkidu è un potente guerriero dell'alleanza di Lorica, nonchè consigliere personale del sovrano Gilgamesh. Sebbene non compaia direttamente, essendo morto in guerra diversi anni prima, la sua storia è spiegata attraverso dei flashback di Gilgamesh stesso. Si scopre inoltre che è il nonno di Ryid, un ragazzo dell'accademia di Suzaku.

Dissidia 012 Final Fantasy

Benchè non compaia nel gioco effettivo, Enkidu è citato in una quest ufficiale del picchiaduro per PSP: dopo la sua sconfitta contro Bartz e la conseguente perdita di memoria, Gilgamesh incontrerà Exdeath e lo scambierà per il suo amico. Dopo la battaglia, il povero spadaccino finirà un'altra volta risucchiato nella crepa.

Theatrythm Final Fantasy

Enkidu Theatrythm.png

Enkidu, ritornato al suo aspetto del quinto e sesto capitolo, comparirà come boss in questo spin-off musicale.

Etimologia

Enkidu è un personaggio presente nell'Epopea di Gilgamesh, dove rivestiva lo stesso ruolo che svolge nei giochi. Enkidu era un uomo bestia, creato dagli dei perché uccidesse Gilgamesh, come punizione per la sua arroganza; il mostro sfidò Gilgamesh in battaglia, ma con la sua sconfitta decise di diventare suo alleato.

A fianco di Gilgamesh, Enkidu visse numerose avventure finchè, dopo la sconfitta del toro Humbaba, gli dei posero fine alla sua vita colpendolo con una malattia incurabile.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.