FANDOM


Il Deserto est di Dalmasca è una località di Ivalice in Final Fantasy XII, situato nella parte orientale del regno di Dalmasca.

Una delle prime località visitabili nel gioco, presenta mostri di vario tipo, e qui hanno luogo diverse missioni secondarie per tutto l'arco del gioco: la prima missione di caccia di Vaan prende piega qui, altri ricercati sono affrontati nelle lande, e qui si ritrova il gruppo dopo essere sfuggito alla regina Mimik nelle gallerie di Barheim.

Note storicheModifica

"Deserto a est di Rabanastre, compreso nella sconfinata fascia arida della regione di Dalmasca.
Qui vivono mostri selvatici la cui eliminazione viene spesso commissionata in città.
Un piccolo villaggio è situato lungo le sponde del Nebra, fiume che scorre in mezzo al deserto e che può essere attraversato con un traghetto.
Nel villaggio fanno spesso sosta i mercanti in viaggio."

Final Fantasy XIIModifica

LocalitàModifica

Il deserto est si posiziona, come ovvio, a est di Rabanastre, ed è possibile raggiungerlo dalla porta est. La morfologia del territorio è composta prevalentemente da canyon ed altopiani, ed è diviso in due parti dal fiume Nebra. Nelle aree più a nord crescono sovente alcuni arbusti, i cui fiori sono spesso usati come medicinali.

Dal deserto est è possibile raggiungere la fortezza di Nalbina spingendosi ad est, e le gallerie di Barheim andando verso nord. I monti Mosfora sono raggiungibili da due passaggi, uno da Nalbina, l'altro oltrepassando il fiume Nebra a nord. Da quest'ultimo punto è possibile raggiungere anche il Deserto ovest di Dalmasca, mentre andando verso sud è possibile addentrarsi nella pianura di Giza.
Le gallerie di Barheim, che si chiudono dopo esserci passati obbligatoriamente, possono essere esplorate nuovamente solo dopo aver completato una certa missione secondaria, mentre l'accesso nord ai monti Mosfora è sbloccato solamente dopo aver completato una seconda missione. Entrambe le missioni sono legate alla caccia ad un ricercato chiamato cactus da fiore.

ClimaModifica

Il deserto est presenta due condizioni climatiche: soleggiato e nuvoloso. Inoltre, dal momento che si tratta di un deserto, gli attacchi di elemento terra causano il 20% di danno in più.

TesoriModifica

Dal momento che il deserto est di Dalmasca è il primo luogo esterno della mappa che il giocatore può esplorare, la maggior parte dei tesori consiste in oggetti curativi come pozioni, granpozioni e antidoti. Nel poggio riarso, la prima area accessibile da Rabanastre, è possibile trovare una giara all'angolo nord ovest dell'area: questa ha il 70% di possibilità di comparire, il 40% di contenere un oggetto e il 50% che questo oggetto sia l'utile scudo Excursion.

Nell'area Sabbie ripide, è possibile trovare al margine nord una giara che compare con il 70% di probabilità e ha il 30% di contenere il Ramo: si tratta di un'arma molto utile per il punto del gioco in cui può essere raggiunta, dato il suo valore d'attacco di 30 punti.

I tesori, se il bracciale di diamante è equipaggiato, possono contenere ferruggini oppure eteri, grand'eteri, elisir o anche schegge Hastega.

L'accampamentoModifica

Subito dopo l'area Poggio riarso, è possibile raggiungere un accampamento. Qui si trova Dandro, il committente della caccia al cactus da fiore. A seconda del momento del gioco in cui si visita l'area, le persone che si potranno incontrare cambieranno. Sulla sabbia sarà inoltre possibile notare degli scintillii, che si riveleranno essere guil perduti da aggiungere al portafogli.

Missioni secondarieModifica

Il paziente dalmascoModifica

Questa prima missione secondaria può essere intrapresa dopo aver completato la caccia al cactus da fiore. Il fiore di cactus ottenuto dal mostro dovrà essere portato al villaggio alla riva sud del Nebra, dove il giocatore scoprirà che una persona è ricoverata a casa di Dandro, e che il fiore è uno degli ingredienti per la medicina in grado di curarlo. Il paziente in questione è il capo di un gruppo di banditi, che mentre lui è in cura stanno ciondolando nei pressi delle gallerie di Barheim.
In seguito, il giocatore dovrà recuperare altri oggetti, tra cui l'esuvia di serpente lasciata come bottino da Heg, e in base a quanti ne saranno portati l'"importanza" del paziente aumenterà. Quando il paziente sarà guarito, la ricompensa sarà una chiave che permetterà di accedere nuovamente alle gallerie di Barheim.

Il caso del cactus scomparsoModifica

Questa missione è accessibile in qualunque momento dopo la precedente: il villaggio sulla riva nord del Nebra è stato preso d'assalto dai cactus del deserto, infuriati per la perdita del cactus da fiore. Per fortuna, il piccolo furfante è risorto dopo che un seme del fiore di cactus si è depositato sul terreno dietro alla casa di Dandro. riportando il figliol prodigo alla sua famiglia sarà possibile ottenere la gratitudine di abitanti del villaggio e cactus insieme, e il traghettatore Cigri concederà viaggi illimitati da una riva all'altra del fiume.

Qualcuno fermi il Cokatoris: SasanaModifica

Articolo principale: Qualcuno fermi il Cokatoris

Dopo gli eventi del laboratorio Draklor, il gruppo potrà trovare il cokatoris Sasana, scappato dalla pianura di Giza in cerca di Toli, una donna di cui è innamorato: Toli si trova dall'altra parte del fiume, ma Sasana non si muove finchè il lupacchiotto Nacil è nei paraggi. Bisogna dunque rivolgersi a Cigri, indi portare dall'altra parte del fiume prima Nacil, poi il suo padroncino Aril perchè lo distragga, e infine Sasana stesso. La ricompensa per la pazienza sarà una Koga.

Tutti a pesca!Modifica

EcosistemaModifica

All'interno del deserto est è possibile incontrare mostri di vario genere, spaziando dai comunissimi lupi, ai cokatoris, ai teneri e innocui cactus, fino ad arrivare al terribile ferosauro. Un esemplare di quest'ultima specie, dal momento che compare nel poggio riarso, potrebbe far prendere un colpo al cuore ai nuovi giocatori, ma fortunatamente è docile.
Tutti i mostri comuni della zona sono buona fonte di esperienza e bottini nelle prime fasi del gioco, specialmente per via del fatto che sono talmente tanti da permettere lunghe catene di uccisioni.

Nel labirinto sabbioso è possibile veder girovagare la guardia di Rabanastre, un solerte bangaa che aiuterà il party se si troverà vicino a loro.

MostriModifica

Poggio riarsoModifica
Nome Stato Condizione
Minicactus Docile -
Lupo Normale -
Ferosauro Docile -
Cokatoris Normale -
Pomodoro smarrito Ricercato -
Labirinto sabbiosoModifica
Nome Stato Condizione
Minicactus Docile -
Cactus Docile -
Lupo Normale -
Cokatoris Normale -
Cactus da fiore Ricercato -
Scalmanio Raro 33% probabilità dopo aver sconfitto un cactus
Sabbie ripideModifica
Nome Stato Condizione
Lupo Normale -
Cokatoris Normale -
Nekhbet Raro 20% probabilità dopo aver sconfitto un cokatoris
Riva del NebraModifica
Nome Stato Condizione
Minicactus Docile -
Pesce killer Docile -
Lupo Normale -
Cokatoris Normale -
Miniaracne Normale -
Avarux Raro Attendi nell'area per 3 minuti
Dune YomaModifica
Nome Stato Condizione
Cactus Docile -
Pesce killer Docile -
Ferosauro Normale -
Aquilion Docile -
Chocobo marrone Docile -
Lupo Warg Normale -
Faglia torridaModifica
Nome Stato Condizione
Ferosauro Normale -
Aquilion Docile -
Lupo Warg Normale -
Dykotartus Docile -
Spaventapasseri Raro 40% probabilità
Lottatore bangaa Docile -

Final Fantasy XII: Revenant WingsModifica

Tema musicaleModifica

Il tema musicale del deserto est di Dalmasca è chiamato "The Dalmasca Estersand". Il tema è riarrangiato per pianoforte nell'album Piano Collections: Final Fantasy XII e per orchestra nel Final Fantasy Orchestra Album.

Il tema è riutilizzato in Revenant Wings, come tema di battaglia standard, e come gli altri temi di battaglia è diviso in due parti.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.