Dark Bahamut.png

Dark Bahamut è un boss opzionale presente in Final Fantasy X.

Dark Bahamut era la forma oscura di Bahamut, generata dall'odio e dalla corruzione del clero di Yevon.
Apparve davanti a Yuna nel duomo di Zanarkand, poco dopo la sconfitta di Yunalesca, ma la ragazza e i suoi guardiani riuscirono a sconfiggerlo in un'epica battaglia.

Battaglia[modifica | modifica sorgente]

Dark Bahamut appare se si cerca di accedere alla sala più interna del duomo di Zanarkand dopo la sconfitta di Yunalesca: può essere affrontato anche immediatamente dopo la sconfitta del boss, ma è molto più potente sotto tutti gli aspetti. Dark Bahamut è, in effetti, uno dei boss opzionali in assoluto più potenti del gioco. Come altri Eoni oscuri, ha un valore di Destrezza quasi nullo, compensato però da una Fortuna molto elevata che gli permetterà di schivare facilmente gli attacchi di qualunque personaggio non abbia un valore di Fortuna altrettanto elevato.

Lo scontro con Dark Bahamut è strutturato in modo simile agli altri scontri con il normale Bahamut: ogni volta che il boss subirà un attacco, la sua barra Turbo si riempirà di un quinto, e un conto alla rovescia da 5 apparirà su schermo. Dopo aver subito cinque attacchi, Dark Bahamut userà Istinto, che causerà a tutta la squadra pesanti danni e gli status Pietra, Slow, Ganascia e Moviola, e se un personaggio pietrificato finirà anche KO, sarà distrutto e rimosso dallo scontro. Dopo aver usato Istinto, il boss rincarerà la dose con la sua turbotecnica Megaflare, che causerà danni tra i 40070 e i 45246 HP a tutta la squadra e rimuoverà tutti gli status positivi a eccezione di Risveglio.

Quando Dark Bahamut sarà sconfitto, sarà finalmente possibile esplorare di nuovo l'area, e così recuperare il Simbolo del Sole eventualmente dimenticato durante la precedente visita.

Strategia[modifica | modifica sorgente]

La principale difficoltà dello scontro con Dark Bahamut è chiaramente la meccanica unica con cui la sua barra turbo si riempie: i suoi attacchi speciali sono molto pericolosi, e possono distruggere anche un gruppo ben allenato senza il giusto equipaggiamento. Aver potenziato tutte le statistiche è naturalmente fortemente consigliato, così come avere a disposizione protezioni dotate delle abilità HP apeiron e Autohaste, unite ovviamente a DIF Pietra + o, ancora meglio, Fiocco.
Una tattica utile per aggirare la tendenza del boss a schivare gli attacchi è usare i suoi attacchi, specialmente Istinto, per riempire le barre Turbo dei personaggi e attaccarlo con le loro turbotecniche, che lo colpiranno sempre. Per evitare Megaflare, si può invocare un Eone come scudo, oppure si può usare il cocktail Extradifesa T di Rikku per proteggere la squadra.
Come qualunque altro nemico del gioco, anche Dark Bahmut può essere istantaneamente sconfitto dall'attacco Zanmato di Yojimbo.

Il trucchetto: Lascialo fare...[modifica | modifica sorgente]

Benché la battaglia contro Dark Bahamut possa sembrare difficile, le meccaniche con cui funziona hanno un punto debole: la barra Turbo del boss si riempirà di un quinto solo in risposta ad attacchi diretti, e l'attacco Istinto sarà usato solo ed esclusivamente dopo cinque attacchi diretti. Con queste premesse, esiste una strategia che permette di sconfiggere Dark Bahamut con relativa facilità: le sole cose necessarie sono statistiche globali oltre i 200 punti, protezioni con HP Apeiron, Autoprotect e Autorigene, Tidus, Wakka, Auron o Kimahri (con le rispettive armi finali) in squadra e molta, molta pazienza.
Il miglior modo per tirare giù Dark Bahamut consiste nel non usare mai attacchi diretti su di lui, ma continuare a difendersi premendo Playstation Button T.png finchè l'eone oscuro non attaccherà. Le abilità Contrattacco e Duck&Boxe delle armi dei sette astri consentiranno ai personaggi di rispondere a ogni attacco del boss senza influenzarne la barra Turbo. Continuando a difendersi, inoltre, i personaggi subiranno meno danni durante gli assalti del mostro (meno di 4000 con i parametri al massimo). L'unico attacco che causerà abbastanza danni sarà Megaflare, i cui danni saranno tranquillamente curati da Autorigene, ma per il resto, senza Istinto a causare problemi, la battaglia dovrebbe essere molto più facile.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Bestiario HP 4000000 Guil 0 Danno Ultracidio 99999
#239 MP 999 AP 30000 AP Ultracidio 40000
POT fsica 245 DIF fisica 234 POT magica 222 DIF magica 233 Elementi Slot-Fuoco.png Slot-Tuono.png
Rapidità 255 Fortuna 102 Destrezza 1 Mira 250 Slot-Acqua.png Slot-Gelo.png Icona Sacro.png
Status SON IMM MUT IMM BLI IMM VEL IMM PIE IMM LEN IMM ZOM IMM VIS IMM
KEL IMM SCU IMM MAJ IMM ALT IMM ADE IMM PRV IMM SEN IMM PAR 0 SHE 0 PRO 0
REF 0 HAS 0 RIG 0 PRT IMM SPO IMM SCA IMM ANT IMM MOV IMM SPA IMM ZAN Lv. 5
Ruba Com Duostella Oggetti Com Materioscura Tangente
Rar Elisir Rar Mastersfera
Equip. Spazio 3 - 4 Abilità armi Consumo MP=1, Biturbo, APx2, Danni apeiron
Freq. 255/256 Abilità 1 - 2 Abilità protezioni Autoprotect, Fiocco, HP apeiron
Spot Abilità Spot inapplicabile. Nemitec
Attacchi Attacca, Istinto, Megaflare

Nemici correlati[modifica | modifica sorgente]

Final Fantasy X[modifica | modifica sorgente]

Final Fantasy X-2[modifica | modifica sorgente]

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.