FANDOM


FFI Unne Unne: Per favore, permettetemi di esprimere la mia gratitudine insegnandovi il lufeniano.
L'articolo contiene termini tradotti liberamente in italiano dagli utenti. Consulta il manuale di stile per informazioni riguardo alla politica della wiki sulle traduzioni.


Beowulf Cadmus
FFT Beowulf ritratto
Dati biografici
Kana ベイオウーフ・カドモス (Beioūfu Kadomosu)
Età 30
Nato 4 Ottobre
Zodiaco Bilancia
Dati fisici
Razza Umano
Capelli Biondi
Occhi Castani
Personaggio di Final Fantasy Tactics
Informazioni
Occupazione Ex templare
Affiliazione
Gameplay
Classe Templare
Abilità Magilama
Dietro le quinte
Comparse
Tempio? Ah, dove la gente prega gli dei. Oppure la zona piatta attorno alla fronte.
—Beowulf Cadmus

Beowulf Cadmus è un personaggio di Final Fantasy Tactics.

Ex capitano dei Cavalieri del Grifone di Lionel, caduto poi in disgrazia a seguito di un'ingiusta accusa, ha come obiettivo la salvezza della propria amata Reis Duelar; si unisce al gruppo di Ramza quando viene a sapere della sua intenzione di esplorare una miniera, in cui sa di poter reincontrare la sua Reis. Il suo compleanno è il 4 Ottobre.

Nel remake Final Fantasy Tactics: The War of the Lions per PlayStation Portable, Beowulf è anche protagonista di un evento opzionale al castello di Lionel.

ProfiloModifica

Aspetto fisicoModifica

Beowulf è un trentenne ben piazzato, dal fisico asciutto e dai capelli biondi pettinati all'indietro. Indossa un semplice completo di maglia verde e pantaloni blu, con guanti e gambali metallici per protezione e il suo tratto più noto, una larga sciarpa color arancione chiaro.

PersonalitàModifica

La personalità di Beowulf non è generalmente approfondita, ma è sufficiente a delineare un uomo molto tranquillo e controllato, dai saldi principi morali e dalla volontà di ferro. Mosso dall'amore per la sua amata Reis, è disposto a compiere ogni impresa e sconfiggere ogni nemico pur di riabbracciarla, e non mostra paura né esitazione neppure di fronte al proprio peggior nemico... o al proprio ex migliore amico.

StoriaModifica

Orphan (crisi)Pericolo Spoiler: Seguono dettagli su trama e/o finale. (Salta sezione)

Dalle stelle alle stalleModifica

Beowulf era il giovane e rispettato capitano dei Cavalieri del Grifone di Lionel, amato dai suoi uomini e grande amico di Aliste Rosenheim, suo commilitone e rivale nonché unico guerriero del corpo che potesse tenergli testa in duello.

In un momento imprecisato Beowulf si innamorò perdutamente di Reis Duelar, una giovane fanciulla sui cui aveva messo gli occhi anche un importante personaggio: Bremondt Freitberg, ministro della chiesa di Glabados presso il castello di Lionel. Per disfarsi dello scomodo rivale, Bremondt accusò pubblicamente Beowulf di eresia e lo fece cacciare dal corpo, ma questo non bastò perchè egli mollasse la presa su Reis: il religioso tentò quindi di evocare un'arcana maledizione su Beowulf, ma Reis gli fece scudo e incassò il colpo, subendo il sortilegio e trasformandosi in un drago sacro. La ragazza decise perciò di fuggire, e Beowulf tentò senza successo di ritrovarla.

Al salvataggioModifica

Beowulf scoprì quindi che Reis si era rifugiata nelle miniere della città di Gollund, famigerate per i terribili mostri che vi si annidavano: non avrebbe mai potuto esplorarle da solo... ma l'occasione perfetta bussò alla taverna della città reale di Lesalia, in cui un giovane ribelle di nome Ramza Beoulve affermò di voler esplorare proprio quella miniera. Il gruppo sconfisse quindi orde di pericolosi mostri, incluso un Archeodemone, e salvò la draghiforme Reis: i piccioncini si unirono perciò al clan di Ramza nella speranza di trovare una cura per la maledizione, e gli donarono l'auralite dell'Acquario in segno di ringraziamento.

L'auralite dell'Acquario permise a Ramza e al suo amico macchinista Mustadio di attivare l'Automa 8, uno strano robot rinvenuto da Besrudio Bunansa durante uno scavo archeologico. Tempo dopo il gruppo raggiunse il misterioso tempio di Nelveska, in cui Ramza e Beowulf sconfissero il robot gemello di quello da loro rianimato, l'Automa 7: dai suoi rottami cadde l'auralite del Cancro che lo alimentava, e che reagendo con Reis poté spezzare la maledizione e riportarla allo stato umano. Dopo lungo tempo, i due amanti poterono finalmente riabbracciarsi.

La vendetta del curatoModifica

Lungo la strada per il castello di Lionel, Reis rifletté su come il suo amato ex templare non avrebbe più potuto far ritorno a casa finché durava la sua accusa di eresia: Beowulf affermò che avrebbe considerato casa propria ogni luogo in cui si trovasse la sua bella, e si allontanò per raggiungere Ramza. Un urlo improvviso lo costrinse sui suoi passi: il suo ex compagno d'armi Aliste aveva rapito Reis, e si dirigeva verso il castello di Lionel.

Determinato a salvare l'amata ancora una volta, Beowulf raggiunse il castello assieme ai suoi nuovi alleati e sconfisse Aliste dinanzi al portone; quest'ultimo confessò quindi di essere stato pagato dal celebrante Bremondt per rapire Reis, ma che la sua unica intenzione era solo poter affrontare in duello il suo vecchio amico, prima che una malattia incurabile lo consumasse. Beowulf comprese perciò che Bremondt aveva spregevolmente approfittato del desiderio di Aliste.

Nella cappella del castello, Beowulf poté finalmente affrontare l'odiato celebrante: in preda al terrore per l'arrivo del nemico, e ancora aggrappato alla folle ideologia del poter comprare Reis con il denaro, Bremondt scagliò i propri scagnozzi contro il gruppo. Vistosi però sconfitto di fronte alla determinazione di un uomo innamorato, il religioso evocò il suo ultimo asso nella manica: una terribile magia che lo tramutò in un drago oscuro. Lo scontro fu duro e sofferto, ma Beowulf prevalse e uccise il detestabile nemico, per poi riabbracciare l'amata Reis nascosta in una stanza adiacente. Finalmente riuniti senza più ostacoli per il loro amore, Reis e Beowulf accompagnarono Ramza e gli altri membri del gruppo nella crociata contro i Lucavi.

Gli spoiler finiscono qui.

Reclutare BeowulfModifica

Beowulf può essere reclutato nel capitolo 4, compiendo le seguenti azioni:

  • Assistere alla scena nella città meccanica di Goug.
  • Dirigersi nella città mineraria di Gollund e leggere la voce riguardante la miniera vicina.
  • Dirigersi nella città reale di Lesalia e assistere alla scena, quindi accettare Beowulf nel party come ospite.
  • Ritornare a Gollund e combattere le quattro battaglie nella miniera; nell'ultima l'obiettivo sarà proteggere Reis dai mostri.

Completati gli scontri nella miniera, Beowulf si unirà al party assieme a Reis drago.

GameplayModifica

Beowulf si unisce al party come ospite durante gli scontri nella miniera di Gollund, al cui termine si unirà al party in modo permanente. Inizia il gioco come Templare ad un livello basato sul livello dei membri del party, con 45 Audacia e 65 Fede, ed equipaggia una lama runica; il resto dell'equipaggiamento è selezionato casualmente. Il suo set di abilità è Magilama, che gli consente di evocare le abilità proprie della classe Mistico senza tempo di caricamento, al costo di MP: ciò lo rende un personaggio molto amato dai giocatori, sebbene le sue abilità siano a bersaglio singolo anziché ad area, ed abbia bisogno di equipaggiare una spada per poterle utilizzare.

Missioni RendezvousModifica

Beowulf è combattuto in due differenti missioni Rendezvous: nella missione #11 è un Templare con due livelli in più rispetto personaggio schierato dal giocatore con il livello più alto, ha 45 Audacia e 65 Fede ed equipaggia una Ragnarok, uno scudo di cristallo, un elmo di cristallo, un'armatura di cristallo e un anello angelico. Le sue abilità sono Magilama, Arti marziali, Premonizione, Salvaguardia e Movimento +3.

Nella missione #14, Storia di coraggio, Beowulf è un Templare al livello 99, con 60 Audacia e 73 Fede, ed equipaggia una Ragnarok, uno scudo veneziano, un grand'elmo, una Maximilian e dei Germina. Le sue abilità sono Magilama, Iaido, Premonizione, Salvaguardia e Fonte del mana.

EtimologiaModifica

Beowulf è il protagonista dell'omonimo poema gaelico, considerato il più antico esempio di letteratura esistente in lingua inglese. Secondo la storia, Beowulf sconfisse il mostro Grendell e sua madre per proteggere il trono del re di Danimarca Hrothgar, e la sua impresa lo rese re della tribù dei Geati. Cinquant'anni dopo, tuttavia, Beowulf sconfisse un drago ma ne fu ferito a morte; in sua memoria, i Geati lo cremarono e costruirono una torre su un promontorio.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.