FANDOM


Belias
Guardiano dei territori sacri, nato per volontà degli dei come potente alterazione delle tenebre. Risulta contrapposto all'Allogrifo trascendente, alterazione della luce. L'appellativo "Stregone" è dovuto alle sue componenti, una umana e magica e una mostruosa. Fra le tante alterazioni create, è considerato un errore e per questo non svolge il compito originario. Adirato, lo Stregone ha tentato di ribellarsi contro gli dei, ma è stato sconfitto. In seguito al patto stipulato con il Re dinasta, è stato nominato protettore della tomba reale.
—Descrizione

Belias lo Stregone è una creatura ricorrente nel mondo di Ivalice. Nella sua prima apparizione, il suo nome era traslitterato in Velius.

Questa creatura rappresenta la costellazione e il segno zodiacale dell'Ariete, e in quanto tale appare sempre come un demone dall'aspetto di ariete, con tanto di corna, vello e zoccoli. I dettagli del suo aspetto hanno subito variazioni, ma è sempre rappresentato con quattro braccia, due umane e due mostruose.

La sua prima apparizione in Final Fantasy Tactics lo vedeva unicamente come boss, ma in seguito è apparso in altri titoli della collana Ivalice Alliance come spirito d'invocazione associato all'elemento Fuoco.

ComparseModifica

Final Fantasy XIIModifica

Belias render
Articolo principale: Belias (Final Fantasy XII)

Belias appare in questo gioco come invocazione e boss. È il primo Esper incontrato durante il gioco e uno dei cinque che vanno obbligatoriamente ottenuti nel corso della storia, ed è ottenuto all'interno della tomba di Raithwall, dove i protagonisti si sono recati in cerca del Frammento d'Aurora. Belias è l'unico Esper che deve essere obbligatoriamente invocato almeno una volta durante la trama: è infatti necessario usarlo per entrare nella città antica di Giruvegan.
Nell'edizione International e nel remaster HD del gioco, Belias è affrontato anche al livello 10 della modalità Sfida.
Una figurina animata di Belias appare nel Covo degli aviopirati quando il giocatore ha ottenuto tutti gli Esper del gioco, conferendogli il titolo di "Voce suprema". Belias era anche invocabile da Ashe nella demo del gioco.

Belias è un Esper di livello 1 sbloccabile sulla scacchiera delle licenze per 10 LP, ed è di elemento Fuoco. È permanentemente sotto l'effetto di Scan e resiste alle asce e ai martelli, e nelle edizioni Zodiac del gioco dispone anche delle opzioni Antivigore e Perforareflex.
Belias dispone di due tecniche esclusive: Tormento Flare, che infligge danni di Fuoco a un solo nemico, e Fiamme infernali, che infligge danni di Fuoco a tutti i nemici in una vasta area.

Final Fantasy XII: Revenant WingsModifica

Belias ffXII rw
Yahri dalle sembianze di mago. Colpisce con fiamme infernali.
—Descrizione
Articolo principale: Belias (Revenant Wings)

Belias ricompare in questo gioco come Esper. È invocato per la prima volta dal Giudice alato nelle caverne di Yapih, dopo che il gruppo ha sconfitto Ba'Gamnan e liberato Philo, ma dopo la sua sconfitta si scopre che si trattava solo di una diversione del misterioso giudice per invocare Bahamut.
La sconfitta di Belias rende possibile sbloccare l'Esper sulla ruota dei patti, e sblocca l'Apoteosi Collisione cremisi per Vaan.

Belias è un Esper di Fuoco di livello 3, che attacca dalla distanza. Dispone di due attacchi: Tormento-Flare, che causa danni a un nemico, e Firaja, che causa danni ai nemici in un'area.

Final Fantasy XIVModifica

Belias ricompare in questo gioco online come boss. È invocato dall'invocatore oscuro Tristan Nightflicker, e fa parte dell'ultimo test con cui un arcanista può sbloccare la classe di invocatore. Questa versione è chiamata Belias-Egi, e ha lo stesso aspetto del famiglio Ifrit-Egi invocabile dal giocatore, ma più grande e avvolto da un'aura violacea.
Belias lo Stregone, con l'aspetto originale di Final Fantasy XII, è introdotto nell'espansione Stormblood come parte della storia "Return to Ivalice". È il secondo boss affrontato durante la missione raid "Faro di Ridorana", e possiede le stesse abilità della sua controparte originale, oltre alla capacità di invocare le sue versioni Egi, che in questa battaglia sono ribattezzati Stregoni.

Final Fantasy TacticsModifica

FFT Belias
Articolo principale: Belias (Tactics)

Belias appare cronologicamente per la prima volta in questo gioco, come boss. È uno dei demoni Lucavi, e risiede nella pietra zodiacale dell'Ariete: Wiegraf Folles, dopo essere stato mortalmente ferito da Ramza Beoulve nel monastero di Orbonne, unisce la sua anima a quella dello Stregone dopo aver stretto un patto con lui. Dopo essere fuggito, ricompare al castello di Riovanes, dove è affrontato immediatamente dopo il famigerato duello tra Ramza e Wiegraf.

Final Fantasy Tactics A2: Grimoire of the RiftModifica

Belias compare nuovamente in questo capitolo come invocazione speciale. Si tratta dello Scion di elemento Fuoco, e può essere invocato attraverso il Ciondolo dello stregone, ottenuto come premio vincendo il torneo di Camoa.

Belias può essere invocato da un'unità che equipaggi il Ciondolo dello stregone. Il suo attacco Fiamme infernali causa pesanti danni di Fuoco a tutti i nemici sul campo.

Mobius Final FantasyModifica

Un demone infuocato, signore della guerra delle piane ardenti.
—Descrizione

Belias appare in questo gioco come carta di elemento Fuoco. Permette a WoL di usare l'abilità Fira, che causa danni di Fuoco davanti a sé. Infligge inoltre più danni se usata da una classe di tipo Mago.
La versione di Belias di Final Fantasy XII appare come boss in una serie di missioni della modalità multigiocatore.

EtimologiaModifica

Belias è un altro modo di scrivere Belial. Belial (בליעל bəliyyáʻal) è una figura demoniaca presente nell'Antico Testamento e in alcuni scritti apocrifi ebraici e cristiani, anche se il termine è occasionalmente utilizzato anche per indicare una persona malvagia o senza valore. È anche il 68° demone dell'Ars Goetia.

L'associazione del nome Belias con la costellazione dell'Ariete è forse un gioco di parole con "Bélier", la parola francese per "ariete".

CuriositàModifica

  • Belias condivide il suo attacco Fiamme infernali con l'invocazione ricorrente Ifrit, di cui l'Esper è il sostituto in Final Fantasy XII.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.