FANDOM


Enterprise DS

L'Enterprise, un esempio di aeronave classica.

Le scoperte tecnologiche più recenti hanno permesso la costruzione delle aeronavi. Se queste arti tecniche dovessero proliferare, un giorno la magia potrebbe essere del tutto inutile.
—Biblioteca di Mysidia, Final Fantasy II

L'Aeronave (飛空艇, Hikūtei, lett. "barca volante") è un elemento ricorrente all'interno della saga di Final Fantasy, apparso nella quasi totalità dei giochi legati ad essa. Come suggerisce il nome, si tratta di un vascello adibito al trasporto aereo, il cui aspetto e caratteristiche sono variati molto tra un gioco e l'altro.

AspettoModifica

Articolo principale: Lista di aeronavi

Nei primi titoli, essa appariva come una normale nave di legno, simile a un galeone o una caracca, modificata per essere adatta al volo tramite un sistema di eliche. I rotori posizionati sugli alberi consentono il volo, mentre quelli sullo scafo fanno da propulsori. In Final Fantasy III, un'aeronave realizzata a partire da una nave normale ritira le vele quando prende il volo; in Final Fantasy IV, le prime due aeronavi ottenibili si muovono grazie alle eliche, ma possono contare anche sulle vele per spostarsi a favore di vento.

In Final Fantasy VI e Final Fantasy VII, le aeronavi assumono un aspetto diverso, basato sui dirigibili: queste navi appaiono identiche in tutto e per tutto a degli zeppellin, costituite da una navicella sorretta da un pallone pieno d'aria, entrambi muniti di eliche per muoversi velocemente. La nave accesibile in Final Fantasy VII si comporta come un dirigibile anche all'atterraggio, rimanendo ancorata a terra con una corda invece di atterrare completamente.

Nei titoli più recenti, l'aspetto dell'aeronave è basato principalmente sull'atmosfera del gioco, seguendo stili che vanno dal fantascientifico (la Lagunarock di Final Fantasy VIII), allo steampunk (la Fahrenheit di Final Fantasy X), al puro fantasy (la Galbana di Final Fantasy XII: Revenant Wings).

L'unico titolo in cui il termine aeronave non è mai stato usato è Final Fantasy IX, dove invece sono chiamate idrovolanti.

GameplayModifica

L'aeronave è generalmente il mezzo di trasporto più versatile nel gioco, grazie alla sua capacità di volare praticamente ovunque, di solito in posti obbligatori per la trama che non concedono altre opzioni se non entrarvi dall'alto. Generalmente, tale libertà è acquisita nelle fasi avanzate del gioco, ma occasionalmente ci sono capitoli in cui compare più di un'aeronave: in questi casi, il giocatore ne ottiene l'accesso in determinati punti del gioco, ma il vascello in questione ha sempre qualche limitazione che impedisce di raggiungere immediatamente ogni località, ad esempio l'incapacità di volare oltre le montagne, oppure la possibilità di atterrare solamente in certi posti. Quando si ottiene accesso permanente all'aeronave, sono solitamente sbloccate numerose missioni secondarie in località prima impossibili da visitare.
A seconda del capitolo, l'aeronave può essere un mezzo di trasporto molto comune e usato dalle persone, oppure un gioiello tecnologico riservato a pochi eletti, oppure ancora una macchina antichissima di cui si erano perse le conoscenze nei secoli. Nei giochi dove le aeronavi sono comuni, il giocatore potrebbe avere accesso nelle prime fasi del gioco a servizi di traghetto tramite aeronave per spostarsi verso località lontane, anche se ciò è molto limitativo rispetto alla possibilità di spostarsi liberamente dovunque.

I controlli dell'aeronave variano da gioco a gioco, e possono essere suddivisi in tre fasi distinte. Nei capitoli dall'I al V, l'aeronave era controllata normalmente nella mappa del mondo, muovendosi nelle quattro direzioni; nei remake in tre dimensioni di Final Fantasy III e Final Fantasy IV, è stata implementata la possibilità di muoversi anche in diagonale. A partire dal sesto capitolo, fino al nono, l'aeronave è manovrata nelle tre dimensioni, e oltre a muoversi perfettamente a 360° in orizzontale può anche alzarsi e abbassarsi sul terreno. A partire da Final Fantasy X, l'aeronave non è più controllata direttamente dal giocatore, a causa dell'eliminazione della mappa del mondo in favore di un ambiente più realistico, e si può semplicemente spostarsi da una location all'altra della mappa, generalmente vicino a dei punti di salvataggio o punti adibiti all'attracco, dai quali si può anche salire sul velivolo. In Final Fantasy XV l'aeronave è ottenuta riconfigurando la convertibile dei protagonisti, ed è possibile guidarla come se si stesse guidando l'automobile, con in più la possibilità di cambiare anche altitudine. Nei titoli spin-off, i controlli dell'aeronave sono ancora quelli classici, ma con alcune caratteristiche in più: in Bravely Default, ad esempio, l'aeronave può essere richiamata automaticamente dal giocatore a prescindere da dove si trova sulla mappa, rendendo più comodo muoversi.

Nei primi due titoli della saga di Final Fantasy, l'aeronave era puramente un modo per viaggiare più veloce e raggiungere luoghi prima inaccessibili. A partire da Final Fantasy III, tuttavia, l'aeronave (quantomeno l'ultima accessibile al giocatore) diventa una vera e propria base di operazioni, completa di tutti i comfort possibili completamente gratuiti, rendendo le locande obsolete, e a volte anche di negozi o altri optional a seconda del gioco. Il giocatore può decidere di entrare a bordo dell'aeronave premendo un pulsante apposito della console o del pad, e per ripartire sarà sufficiente esaminare il timone o il computer di bordo o il pilota. A partire da Final Fantasy VI, inoltre, i personaggi giocabili che non fanno parte della squadra principale possono essere visti girare in diverse sezioni del velivolo e, a volte, si può cambiare squadra parlando con uno di loro.

CaratteristicheModifica

Nella maggior parte dei casi, l'aeronave ottenuta dal giocatore (almeno una, se ce ne sono di più) è legata a una persona di nome Cid, che ne è il costruttore o il proprietario: ne sono un esempio Cid Pollendina e l'Enterprise in Final Fantasy IV, oppure Cid Highwind e l'Highwind in Final Fantasy VII. In altre occasioni, l'aeronave è una meraviglia tecnologica costruita secoli o millenni addietro da un'antica civiltà che i protagonisti riesumano nel corso del gioco, come nel caso del primo Final Fantasy, Final Fantasy V e Final Fantasy X.

Alcune aeronavi possono disporre di altre funzioni, come la capacità di muoversi in altri modi oltre che in volo. In Final Fantasy III, ad esempio, l'aeronave può atterrare e muoversi in acqua come una nave normale; in Final Fantasy V, l'aeronave può essere convertita in un sommergibile per spostarsi sottacqua; il traghetto lunare di FInal Fantasy IV e la Lagunarock di Final Fantasy VIII sono progettate per muoversi anche nello spazio.
Altre funzioni delle aeronavi comprendono la possibilità di trasportare altri mezzi di trasporto minori: l'Enterprise di Final Fantasy IV, ad un certo punto del gioco, viene munita di un gancio con cui può trasportare l'hovercraft in altre località; l'Highwind di Final Fantasy VII può invece ospitare il chocobo del giocatore, e si può salire o scendere dal velivolo quando si è in groppa al pennuto.

Lo spostamento a bordo dell'aeronave permette al giocatore non solo di muoversi velocemente attraverso la mappa del mondo, ma anche di evitare incontri casuali lungo la via. Vi sono però alcune rare occasioni in cui nemmeno il cielo è al sicuro, e scontri con nemici casuali avvengono sul ponte della nave: è il caso, questo, di Final Fantasy III. Final Fantasy VI, Final Fantasy VII e Final Fantasy X presentano invece scontri con particolari boss o superboss sul ponte delle aeronavi. In altri casi, invece, gli scontri avvengono all'interno della nave, come in Final Fantasy VIII, Final Fantasy XII e Final Fantasy XIII.

Non è chiaro quale carburante permetta alle navi di volare nella maggior parte dei giochi, ma non mancano le occasioni in cui è illustrato anche questo dettaglio. Il traghetto lunare di Final Fantasy IV è alimentato da un cristallo; l'Highwind di Final Fantasy VII funziona, come la maggior parte dei meccanismi del gioco, grazie all'energia mako; in Final Fantasy IX, gli idrovolanti funzionano grazie alla "nebbia", eccezion fatta per quelli accessibili al giocatore. In altri giochi, le aeronavi sono alimentate da un particolare minerale chiamato Levipietra o levitite, come in Final Fantasy XII; in quest'ultimo gioco, le navi alimentate dalla levitite non possono volare negli Jagd, aree in cui il Mystes è troppo denso, ma quelle alimentate a negalite possono.

LimitazioniModifica

Sebbene l'aeronave sia il mezzo di trasporto definitivo nella quasi totalità dei giochi della saga, ci sono comunque cose che non può fare. Non può, per esempio, atterrare ovunque: aree come foreste, acqua o montagne sono generalmente precluse alle aeronavi, e possono essere raggiunte solo con altri mezzi, come i chocobo. In Final Fantasy III, l'Enterprise può atterrare unicamente in acqua, a causa del fatto che è stata realizzata a partire da una nave normale. In Final Fantasy XV, la Regalia Type-F può atterrare solamente sulle strade percorribili dalle automobili, e qualunque tentativo di atterraggio fuori pista, anche eseguito correttamente, porterà a un Game Over istantaneo.

A seconda del gioco, le aeronavi hanno anche altri tipi di limitazioni. Sempre in Final Fantasy III, nessuna aeronave è in grado di viaggiare al di sopra delle montagne, e solo l'Invincibile è in grado di sorpassare quelle più piccole grazie ai suoi propulsori. In Final Fantasy IV, la Falcon non può muoversi liberamente sopra i mari di lava del submondo finché non è rimodellata con il rivestimento di mithril, mentre il traghetto lunare non può nemmeno accedere al submondo poiché è troppo grande per passare dal cratere. In Final Fantasy IX, la maggior parte degli idrovolanti non può letteralmente uscire dal continente della nebbia poiché proprio la "nebbia" è ciò che permette loro di funzionare. In Final Fantasy XII l'aeronave non può volare sugli Jagd, e il giocatore ha come unico metodo di spostamento rapido i telecristalli.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.